Anno 3°

giovedì, 22 giugno 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Borgo a Mozzano

Benedetti risponde ad Andreuccetti su Trump: “Prenda esempio dal Puglia!”

giovedì, 9 febbraio 2017, 14:22

di andrea cosimini

“Una cosa di cattivo gusto”. Così il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti, ha commentato l’annuncio-choc del suo collega, Mario Puglia, che ha manifestato la propria volontà di ergere, nell’ormai popolare parco dell’onore e del disonore di Vagli, una statua in marmo in onore (o disonore) del magnate americano Donald Trump, attuale presidente degli Stati Uniti d’America. Una mossa sicuramente azzeccata, da un punto di vista mediatico, dato che la sua iniziativa ha avuto un’eco, non solo nazionale, ma internazionale, avendo la notizia varcato i nostri confini per finire sulle pagine dei più grossi media americani.

Certo. Donald Trump è forse il personaggio più controverso, e discusso, del momento. Quindi, se da un lato non stupisce che il sindaco di Vagli Sotto (avvezzo a simili iniziative) abbia voluto cavalcare la fama mediatica, buona o cattiva che sia, che in questo momento sta riscuotendo il presidente americano per avere un ritorno anche per il suo territorio, dall’altro il sindaco Patrizio Andreuccetti ha sottolineato come le idee che animano questo personaggio (Trump), anche in base alle (poche) azioni che ha già compiuto, siano tutt’altro che da onorare quanto piuttosto tali da suscitare indignazione.

“Credo che realizzare una statua di Donald Trump – ha commentato il sindaco - sia una cosa di cattivo gusto. Non abito a Vagli, ma se ci stessi mi indignerei. Non lo dico per cosa potrà fare o meno il neo presidente, ma per le idee che lo animano e per le poche azioni che ha già compiuto. Piuttosto, avessi tutti i fondi che ha Puglia, glorificherei uno dei tanti eroi silenziosi della nostra terra. Ad esempio, potessi, farei una statua di Silvio Ferri, un eroe dall'indomito coraggio che faceva della solidarietà e del rispetto per ogni essere umano le sue prerogative; esattamente l'opposto di chi divide e erge muri”.

Sulla diatriba che ne è seguita, tra il sindaco di Vagli e il sindaco di Borgo, è voluto intervenire anche il consigliere di opposizione del comune di Borgo a Mozzano, Cristina Benedetti, che ha definito “comico” questo battibecco tra i due sindaci ed ha difeso a spada tratta il sindaco vaglino invitando il sindaco borghigiano ad interrogarsi piuttosto sul calo turistico registrato nel suo comune negli ultimi anni.

“E’ evidente – ha esordito Cristina Benedetti del gruppo consiliare Andare Oltre - che Andreuccetti non ha visitato Vagli nell’ultimo anno. Vagli di Sotto è un comune di neppure mille abitanti e Mario Puglia, che ne è sindaco ininterrottamente dal 2004 (è al terzo mandato)ha deciso di investire le accise derivanti dalle cave nel turismo e i suoi concittadini non si lamentano di questo. E la mente vulcanica di un sindaco che si dedica anima e corpo al suo paese, per attirare ancora l’attenzione sul suo piccolo comune, ha escogitato la realizzazione della statua del personaggio più popolare e controcorrente del momento, una provocazione che ha avuto subito eco mondiale. Mi meraviglio che un giovane e rampante sindaco non comprenda la strategia del collega garfagnino (“scarpe grosse e cervello fino” non è detto a caso!) ma addirittura permette ai suoi contatti di Facebook di deriderlo”.

In effetti, Vagli ha avuto un exploit turistico negli ultimi anni senza precedenti. Il niet dell’Enel a svuotare il lago, per far riemergere il paesino fantasma di Fabbriche di Careggine, percepito inizialmente, dallo stesso sindaco Puglia, come un colpo basso all’economia turistica locale, si è rivelato un’opportunità più unica che rara. Ha dato infatti modo al sindaco di escogitare altri modi (addirittura più remunerativi) per attrarre turisti: un ponte tibetano (intitolato alla Brigata San Marco), una piscina ad ingresso gratuito, unbio-parco ed un parco dell’onore e del disonore dove campeggiano diverse statue fra cui quella di Schettino e del comandante De Falco, quella della guardia di sicurezza Quattrocchi ucciso in Iraq, quella del cane eroico Diesel.

“Dire – ha continuato Benedetti – che, viste le migliaia di presenze nel piccolo comune nella scorsa estate, l’obiettivo del sindaco è stato raggiunto: visitatori da tutta la Toscana, dall’Emilia, dalla Liguria, cinque navette gratuite che trasportavano i turisti, dieci ristoranti del territorio che hanno fatto tre o anche quattro turni per servire il pranzo a tutti, alberghi e attività di agriturismo erano strapieni”.

Insomma. Anche i detrattori della prim’ora, alla fine, si sono dovuti ricredere. Le “sparate” del sindaco si sono rivelate una manna dal cielo, non solo per Vagli Sotto, ma anche per l’intera Valle del Serchio. Una parte dei turisti che il sindaco di Vagli Mario Puglia è riuscito ad attrarre nel suo comune, sicuramente avranno fatto visita anche alle attrazioni turistiche e ricettive degli altri comuni della valle. Compreso Borgo a Mozzano e il caratteristico Ponte del Diavolo.

“Dobbiamo ammettere – ha concluso il consigliere - che Borgo a Mozzano è conosciuto, sì per il Ponte del Diavolo ma, ancor di più, per la festa di Halloween, che per alcuni potrebbe essere di cattivo gusto come la statua di Trump lo è per altri. Ma visti gli ultimi dati della provincia di Lucca sull’affluenza di turisti a Borgo a Mozzano, (in calo del 27 per cento) sarebbe forse il caso di prendere esempio dal sindaco Puglia. In questa vicenda, però, c’è anche un risvolto positivo. Perché ha permesso ad alcuni amministratori di venire a conoscenza del fatto che a Vagli di Sotto ci sono le cave e, visto che le Apuane sono di tutti, stanno ipotizzando di richiedere una percentuale sulle accise! Secondo me sarebbe il caso che i due sindaci si incontrassero e, magari, si mettessero d’accordo per realizzare una statua a Silvio Ferri… ma con il marmo di Vagli di Sotto!”.


Questo articolo è stato letto volte.



Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Borgo a Mozzano


Prenota questo spazio


mercoledì, 21 giugno 2017, 15:23

La Misericordia a sostegno dei disabili: tante le iniziative organizzate e c’è pure un Comitato con i familiari

La Misericordia di Borgo a Mozzano da sempre è sensibile e attenta alle problematiche e alle esigenze dei diversamente abili e delle loro famiglie. Nel corso dell’anno vengono svolte attività dirette a sostegno di questi soggetti svantaggiati con un educatore dedicato e servizi strutturati


martedì, 20 giugno 2017, 14:20

Al via Borgo è Bellezza: giovedì prima serata dedicata alla Madonna dei Ferri

"Mea Domina. Tradizione, fede e vita quotidiana”: è questo il titolo della serata di apertura della terza edizione di Borgo è Bellezza. La manifestazione, nata per riscoprire il fascino e le storie delle frazioni di Borgo a Mozzano, prende il via proprio dal capoluogo giovedì alle 21, alla Madonna dei...


Prenota questo spazio


sabato, 17 giugno 2017, 13:39

Andare Oltre risponde ad Andreuccetti: “Sulla gestione migranti tante lacune e interrogativi senza risposta…”

Non si placa la querelle tra il sindaco di Borgo a Mozzano Patrizio Andreuccetti e il gruppo di minoranza Andare Oltre. La capogruppo Cristina Benedetti ci scrive a nome del proprio gruppo: “Ci stupisce molto la contrarietà espressa dal sindaco al nostro articolo sulla vicenda dei progetti di accoglienza dei...


venerdì, 16 giugno 2017, 16:14

Andreuccetti replica ad Andare Oltre: “Sui migranti, il solito populismo liquefatto”

«Andare Oltre si dimostra come sempre una forza irresponsabile, espressione di un populismo liquefatto, che ogni volta prova, senza successo, ad accaparrarsi consensi facili facendo sciacallaggio politico». Il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti, risponde così ad Andare Oltre e alla capogruppo Cristina Benedetti sull’arrivo dei nuovi migranti


giovedì, 15 giugno 2017, 15:59

Andare Oltre ironizza con Andreuccetti: “Sull’accoglienza il sindaco PD si sveglia solo ora? Forse perché il proprio partito ha perso consensi?”

Non si fa attendere la replica del gruppo consiliare Andare Oltre al sindaco Patrizio Andreuccetti che solo ieri, assieme al primo cittadino di Coreglia, si è dichiarato contrario alla nuova ondata di “migranti” che verrà mandata dalla Prefettura nel territorio comunale


mercoledì, 14 giugno 2017, 16:32

Borgo a Mozzano e Coreglia contrari all’imposizione di altri richiedenti asilo

Reagiscono così i sindaci di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti, e di Coreglia Antelminelli, Valerio Amadei, alla notizia degli arrivi sui rispettivi territori di nuovi migranti