Anno 3°

lunedì, 25 settembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Borgo a Mozzano

Andreuccetti replica all’opposizione: “Lavori alla scuola media doverosi, la minoranza non sa a cosa attaccarsi”

mercoledì, 13 settembre 2017, 11:22

Il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti risponde all’opposizione sulle scelte riguardanti la scuola media, da poco inaugurata, accusando i membri della minoranza di essere in confusione.

«Le minoranze sono davvero in confusione. Da una parte Borgo in Movimento, d’accordo con la scelta della riqualificazione, pur di non dire che abbiamo fatto un buon lavoro critica le tende; dall’altra Andare Oltre non sa arrendersi di fronte all’evidenza di una scelta e di un intervento condiviso con entusiasmo e convinzione da tutta la comunità. Ma entriamo nel merito di quanto ci viene contestato (soprassedendo sulle tende, ovviamente). Io credo che la sicurezza delle scuole sia al primo posto tra le esigenze di una comunità. Ed avere una scuola media sicura, dal momento che i dati ci dicevano da anni essere la più insicura del comune, doveva essere priorità su tutto. Prima di un palazzetto e di una piscina (opere importanti ma certamente secondare rispetto ad una scuola). Dal momento che su questo punto credo convenga ogni cittadino di buonsenso, quindi immagino anche gli esponenti di Andare Oltre, perché la famigerata scuola da sei milioni non è stata realizzata nei loro dieci anni di mandato? Le risposte sono due. O l’opera era irrealizzabile o non la consideravano prioritaria. Se era irrealizzabile, a maggior ragione lo rimane oggi dove gli enti hanno meno risorse di ieri. Se invece non la consideravano prioritaria ma ritenevano di avere le risorse per farla, la responsabilità politica è chiara: si è preferito una piscina o un palazzetto alla sicurezza dei nostri ragazzi».

«Parliamo dell’aspetto commerciale. Mettere un centro commerciale al posto dell’edificio attuale (ammesso che ve ne fosse uno disponibile) avrebbe significato la morte sia del commercio circostante sia soprattutto del commercio nel centro storico del paese. Chi più avrebbe comprato scarpe, borse, vestiti, articoli per la casa, nei negozi di paese, potendo comprarli in un centro commerciale pochi metri più avanti? Il nostro commercio va difeso e rilanciato, non distrutto.  Parliamo dell’area della concia. Oggi che vi sono presenti piscina, palazzetto ed ITIS, non vi è nata alcuna attività commerciale, nessun impulso per il centro storico, e le cose non sarebbero cambiate con le scuole medie. Parliamo infine degli investimenti sulle scuole. Con 1.700.000 euro abbiamo rimesso a nuovo le medie. Con 1.600.000 rimetteremo a nuovo elementari e materne. Con meno di 500.000 euro faremo lo stesso con l’asilo di Valdottavo. Con 3.800.000 euro si possono sistemate quattro scuole, a fronte di 6 che Andare Oltre avrebbe speso per un’unica scuola. C’è ancora qualcuno che può dargli retta? Io credo di no».

«Rimettere a nuovo l’esistente ha dato una risposta netta ad una esigenza fondamentale per tutta la comunità. Ha messo in campo un’opera realistica, funzionale e che non consuma nuovo territorio, contribuendo così un messaggio chiaro: dove è possibile, nella nostra bellissima Italia, dobbiamo mettere in sicurezza l’esistente. Si vede che Andare Oltre ha perso il contatto con la realtà del territorio, si vede che non si confrontano con le famiglie. Non c’è genitore che di fronte ai lavori alla “Papa Giovanni XXIII” non abbia tirato un sospiro di sollievo, che non si senta più tranquillo e soddisfatto nel mandare i propri figli a scuola. Per me la sicurezza dei ragazzi, quindi del futuro, viene prima di tutto».

 

 


Questo articolo è stato letto volte.



Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Borgo a Mozzano


Prenota questo spazio


sabato, 23 settembre 2017, 14:02

Madonna della Volta: si rinnova la tradizione della sua celebrazione

Ci sono luoghi dimenticati o, per meglio dire, sconosciuti alla massa, che solo gli abitanti del posto fanno sopravvivere. Una delle aree più belle del territorio borghigiano è quella che si trova sopra la frazione di Cune, con il suo antico romitorio di San Bartolomeo, la sua chiesa, la Torre...


sabato, 23 settembre 2017, 11:07

La classe del 1966 delle elementari di Borgo a Mozzano ancora insieme

Lo scorso anno si sono ritrovati per festeggiare i 50 anni di vita: un traguardo significativo ed un’occasione per ritrovarsi e scambiarsi le proprie esperienze, ma soprattutto è nata l’idea di ripetere la serata


Prenota questo spazio


giovedì, 21 settembre 2017, 17:10

Elementari e materne accorpate. Andare Oltre: "Chiediamo che si faccia un incontro pubblico"

Dopo le critiche alla scuola media, il gruppo di minoranza torna alla ribalta incalzando il sindaco di Borgo a Mozzano sulla decisione di ristrutturare la scuola elementare e di accorparci anche la materna senza coinvolgere né il consiglio comunale né la popolazione


giovedì, 21 settembre 2017, 11:56

Riprendono le attività alla biblioteca comunale

Con l’autunno tornano anche le attività della Biblioteca Comunale Fratelli Pellegrini di Borgo a Mozzano. Centro culturale e polo attrattivo, la biblioteca propone per tutto l’anno scolastico, fino a giugno, numerosi appuntamenti e incontri, adatti a tutte le età


giovedì, 21 settembre 2017, 10:51

Nidi privati: domande aperte fino al 23 settembre

C’è tempo fino al 23 settembre per presentare la domanda per i ricevere i contributi per gli asili nido privati. Nell’ambito della gestione associata dei servizi per la prima infanzia, il Comune di Borgo a Mozzano partecipa al pagamento mensile della retta per andare incontro alle esigenze delle famiglie


martedì, 19 settembre 2017, 15:15

Ultimati i lavori a Corsagna

Doppio intervento a Corsagna. In questi giorni, infatti, si sono conclusi i lavori in località Verace e in via Postabbio. Due interventi molto richiesti e attesa dalla cittadinanza che hanno interessata il rifacimento della pavimentazione delle due strade