Anno 3°

venerdì, 21 luglio 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Avv Alberta Cagnacci Lucca


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Per quanto tempo ancora Stazzema sarà solo la città della strage nazifascista?

domenica, 16 luglio 2017, 19:52

di aldo grandi

Noi non conosciamo e lo abbiamo già più volte detto, il sindaco di Stazzema Maurizio Verona e, quindi, non possiamo dare un giudizio sulla persona. Leggiamo, però, le sue dichiarazioni o, se meglio vogliamo dire, esternazioni ed esse, sovente, ci lasciano non solo interdetti, ma basiti. Nemmeno conosciamo, a dire il vero, la sua cultura storica, ma se essa è pari a quella che manifesta con le sue opinioni, allora, realmente, c'è di che domandarsi quale sia il senso di ciò che dice, ma, soprattutto, di ciò che pensa. Maurizio Verona non è il sindaco di una strage, ma il sindaco di una città che ha il diritto e lo hanno, in primis, le nuove generazioni e anche quelle che le hanno precedute, di guardare avanti e di farlo senza, ogni volta, dover ripercorrere il suo tragico passato. La strage di Sant'Anna di Stazzema opera dei nazisti e dei loro servi sciocchi saloini, è lì a dimostrare non soltanto le atrocità di un regime, ma anche l'impossibilità di un suo rigurgito. La memoria storica, se tale deve essere, non ha bisogno, a ogni piè sospinto e sull'onda di strumentalizzazioni politiche, di essere rammentata. Essa è, quasi, per definizione e non dovrebbero esserci né se né ma in proposito. Anche perché, se così fosse, la Germania della signora Merkel dovrebbe essere ancora ferma alla caduta di Berlino...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Oreste Giurlani, ma un po' di vergogna no?

mercoledì, 5 luglio 2017, 23:41

di aldo grandi

Abbiamo incontrato e conosciuto personalmente il sindaco di Pescia Oreste Giurlani e se ci avessero detto che, poco tempo dopo, sarebbe stato arrestato per i motivi che sappiamo, avremmo scommesso salvo, poi, perdere la mano come accadde al prode Gaio Muzio Scevola. Abbiamo provato più volte a contattare l'ex sindaco di Fabbriche di Vallico e di Pescia senza, tuttavia, riuscirci, nonostante il nuovo numero di telefono. Leggiamo, adesso, le dichiarazioni dell'attuale primo cittadino di Fabbriche di Vergemoli, Michele Giannini, il quale spiega perché ha deciso di presentare denuncia contro ignoti per la scritta apparsa su un muro del paese: 'Giurlani 6 il meglio'. Inizialmente sembrava una denuncia tesa a difendere la onorabilità del sindaco, invece Giannini, finanziere, ha voluto precisare che la ragione è stata, esattamente, opposta: per tutelare l'onorabilità delle forze di polizia che hanno indagato e arrestato Giurlani. Ma Giannini non si ferma qui e va oltre con frasi pesanti come macigni alle quali, forse, Oreste Giurlani farebbe bene a rispondere e a spiegare, lui sì, alla luce di ciò che è avvenuto, che tipo di amministratore pubblico è stato quando bazzicava i corridoi dell'Uncem e quelli del municipio garfagnino. Io non so il perché di tutta questa vicenda, dal pranzo alla scritta, ma so che dopo 12 anni di governo Giurlani e 20 di centro sinistra...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il pianto del coccodrillo

martedì, 4 luglio 2017, 10:06

di aldo grandi

Qualcuno dice anche di averlo visto piangere, il mister Gucci de noantri, il Marco Remaschi che, solamente un anno fa, tronfio e spocchioso, si autoincensava ed esaltava per aver permesso la vittoria del suo delfino, la lingua biforcuta Sara D'Ambrosio in quel di Altopascio. Se lacrime ci sono state, ieri pomeriggio nella sede del Pd di via Barbantini, lui messo in croce dai giornalisti cattivi e protetto dai genitori Bruzzesi e Andreuccetti, sono sicuramente state lacrime di coccodrillo di chi, cioè, prima mangia e, poi, pentito si fa per dire, piange. A noi e senza bisogno di aspettare la messinscena di ieri, Marco Remaschi, ancor più che schifo, fa pena mentre schifo ci fanno Stefano Bruzzesi e Patrizio Andreuccetti, renziani doc, renziani in tutto financo nel midollo osseo, con il dna del capo capace e capace di fingere e di stravolgere la realtà pensando che avallare una porcata come quella del loro assessore serva a prenderci tutti per il culo. O non era stato, forse, il sorridente e simpatico Bruzzesi - uno abituato a comandare che quando telefona esige risposta, ma che quando riceve telefonate nemmeno risponde - a dire che si era trattato di uno scherzo la telefonata di mister Gucci a Remo Santini?...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Senza vergogna: non hanno nemmeno il coraggio delle proprie azioni

sabato, 1 luglio 2017, 13:08

di aldo grandi

Pensano di essere non solo più buoni, ma anche migliori di noi che non la pensiamo come loro. Se potessero, ci infilerebbero tutti in uno zoo - o in un gulag - per la nostra rieducazione. E' nel dna della Sinistra, qualunque essa sia, procedere nei confronti degli altri con fare subdolo, strumentale, didattico, violento. Le purghe di Stalin, le decine di migliaia di dissidenti passati per le armi o trasferiti in Siberia e il Pci che non ha mai condannato tutto ciò pur sapendo benissimo che cosa era accaduto negli anni tra il 1937 e il 1938, sono un patrimonio genetico che anche gli attuali ex comunisti conservano nel loro bagaglio culturale e ideologico. Né più né meno di come, sul versante opposto, gli ex fascisti - e Casa Pound è tra questi così come Forza Nuova - sognano ancora il duce, odiano gli Alleati, commemorano le vittime dei bombardamenti alleati dimenticando o volutamente facendo finta di dimenticare i morti dei campi di sterminio nazisti e, infine, rimpiangono la Germania di Hitler. Chi scrive li ha visti all'opera, a destra come a sinistra e ha pensato bene, vista la schifezza anche di quelli che stavano e stanno al centro, di starsene sempre per conto proprio. Qualcuno, in questa tornata elettorale, ha rimproverato al sottoscritto di essere andato a votare, lui che, il diritto di voto, non lo ha esercitato per oltre vent'anni...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Adesso basta essere presi per il culo: il Pd è un covo di serpi. Mr. Gucci se ne deve andare

mercoledì, 28 giugno 2017, 22:07

di aldo grandi

Se il sottoscritto fosse, ma non è, un elettore o simpatizzante o iscritto al Pd, di fronte a quello che è accaduto, ossia davanti alla denuncia pubblica di inciucio fatta da Remo Santini, si incazzerebbe come una biscia. D'accordo vincere, va bene il fine che giustifica i mezzi, ma qui non c'è alcun fine e, soprattutto, ci sono tutti i mezzi, anche quelli più sudici, sporchi, viscidi. Noi abbiamo combattuto, vis à vis, lealmente, il senatore Andrea Marcucci, ma mai abbiamo giocato sporco così e ci rifiutiamo di pensare che possa avere, lui magna pars in tutto questo progetto a favore di Tambellini, conosciuto e avallato simili porcate. Marco Remaschi, per noi sempre mister Gucci, che telefona a Remo Santini e gli dice che lo aiuterà contro il candidato del proprio partito Alessandro Tambellini. Lucio Pagliaro che smentisce di aver fatto incontrare Santini con persone con cui intavolare una trattativa personale. Ma dove siamo? Ma non era la questione morale la battaglia per antonomasia portata avanti dal partito che fu di Enrico Berlinguer? Pagliaro ha detto che non è vero niente, ma noi che conosciamo Santini da quasi trent'anni sappiamo che quando spara alto mira sempre giusto. E Remaschi? Ha il coraggio di dare del bugiardo a Santini quando esiste una registrazione telefonica che a sentirla - o anche solo a trascriverla - farebbe drizzare i capelli in testa anche a Kojak al secolo Telly Savalas...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Cambiano i prefetti, ma il risultato è sempre lo stesso

sabato, 24 giugno 2017, 17:19

di aldo grandi

C'è poco da fare e, purtroppo, altrettanto poco da dire. Chi e noi eravamo tra quelli, pensava e sperava che l'arrivo della nuova prefetta al posto della figlia dell'alchimista avrebbe risolto qualcosa, è rimasto deluso e profondamente incazzato. Giovanna Cagliostro aveva fatto di tutto e, onestamente, anche di più, per meritarsi la medaglia d'oro - non di bronzo come noi le volemmo affibbiare - dell'accoglienza più spinta, ma l'attuale sostituta comincia a farcela rimpiangere. E questo significa solamente una cosa: che al Governo centrale e al suo braccio esecutivo, ossia la prefettura, delle cose di Garfagnana e di Media Valle ossia di ciò che pensa la gente di queste parti fotte nulla o poco più. Del resto, in questa Italia sfasciata dai tempi del Regno fondato nel 1861, a chi è mai interessato conoscere e accontentare il parere e il sentimento popolare delle persone che la abitano? Gli italiani, ormai, sono nemmeno più brava gente, ma gente che non conta più niente e il cui parere non interessa più ai propri governanti né, tantomeno, ai propri amministratori...


Avvocato Francesconi


Geminiani


fondazione carilucca


Terigi auto 2014-15


prenota_spazio


Ultime notizie brevi


Prenota questo spazio


venerdì, 21 luglio 2017, 14:41

Incendio a San Romano, vigili sul posto per domare le fiamme

I vigili del fuoco di Castelnuovo di Garfagnana sono dovuti intervenire nella giornata di oggi (venerdì 21 luglio), alle 13,20, per un incendio scoppiato, per cause ancora da accertare, in un campo a San Romano di Garfagnana dove hanno preso fuoco alcune rotoballe di fieno le cui fiamme avrebbero finito...


giovedì, 20 luglio 2017, 17:15

Il gruppo folclorico “La Muffrina” organizza "Insieme ricordando. Il Folclore del paese nei giorni di festa"

Sono passati sessantun anni dalla nascita del Gruppo Folclorico “La Muffrina”, il cui intento è sempre stato quello di mantenere viva e far conoscere la tradizione della nostra terra, la Garfagnana. Sessantun anni di ricerca sul campo, attività scolastiche, d'intensi ed emozionanti scambi culturali, incontri folclorici, viaggi di solidarietà e...


Prenota questo spazio


giovedì, 20 luglio 2017, 13:01

Un documentario sulle origini di Colognora di Pescaglia con cenni storici sul Museo del Castagno

Grazie alle eccellenti riprese di Abramo Rossi, sabato 22 luglio alle ore 21 e per tutti i giorni della settimana successiva sui “Colori del Serchio” di Noi Tv si potrà vedere un documentario riguardante le origini di Colognora di Pescaglia con i relativi cenni storici, sul Museo del Castagno, sulla...


giovedì, 20 luglio 2017, 12:58

Domenica 23 luglio, presso la Riserva Naturale Statale dell'Orecchiella, in Garfagnana, si terrà la 13^ edizione della gara podistica non competitiva denominata “La Corsa dell'Orso”

Domenica 23 luglio, presso la Riserva Naturale Statale dell'Orecchiella, in Garfagnana, si terrà la 13^ edizione della gara podistica non competitiva denominata “La Corsa dell'Orso”. Saranno come sempre proposti tre percorsi: da 3-5 e 10 km, con i quali i partecipanti potranno raggiungere i più suggestivi angoli del territorio delle...


mercoledì, 19 luglio 2017, 16:13

L’attaccante Francesco Nardi rimane in gialloblu per un’altra stagione

Le prime mosse di mercato del Castelnuovo, come annunciato, riguardano i rinnovi dei calciatori in rosa quest’anno. Il primo “colpo” è quello della conferma dell’attaccante Francesco Nardi per un’altra stagione. Dopo l’ottimo campionato appena trascorso, il rinnovo era nell’aria ma solo oggi è stato ufficializzato.


mercoledì, 19 luglio 2017, 16:09

Fusioni, Casucci e Montemagni (Lega Nord): “Anche in Garfagnana è esplosa la “fusionomania” del Pd”

Marco Casucci ed Elisa Montemagni, consiglieri regionali della Lega Nord, tornano sul tema delle fusioni tra piccoli comuni, incentivate con lauti contributi dalla regione Toscana, dicendo la loro sui recenti tentativi di fusione in Garfagnana. "Anche in Garfagnana – affermano i due - si profila la solita "fusionomania" del Pd...


domenica, 16 luglio 2017, 23:48

San Martino in Freddana, biblioteca chiusa per lavori alla scuola

Da oggi (mercoledì) la biblioteca comunale di San Martino in Freddana, che si trova nell'edificio della scuola secondaria di primo grado, è chiusa. Il provvedimento si è reso necessario per permettere lo svolgimento in sicurezza dei lavori di installazione di pannelli fotovoltaici e di pompe di calore nel plesso scolastico.


domenica, 16 luglio 2017, 19:47

Sei feriti in un incidente a Fosciandora

Ancora tutta da definire la dinamica. Da una prima, e sommaria, ricostruzione pare però che sei persone si siano ferite, fortunatamente in maniera non grave, a seguito di un incidente alla guida di una Jeep. L'incidente è accaduto oggi (domenica 16 luglio) a Fosciandora, in località Villa, alle 18.30.


sabato, 15 luglio 2017, 15:41

Si lussa una spalla sul Pizzo d'Uccello: interviene Pegaso

Brutta avventura per una comitiva di quattro escursionisti che, questa mattina (sabato 15 luglio), intorno alle 13, hanno dovuto richiedere l'intervento dell'elisoccorso Pegaso 3 sul Pizzo d'Uccello, nel comune di Minucciano, perché impossibilitati a proseguire in quanto uno del gruppo avrebbe finito per lussarsi una spalla, probabilmente, a seguito di...


mercoledì, 12 luglio 2017, 15:01

Dal 15 al 30 luglio una mostra fotografica sulla Garfagnana nel Parco dell’Orecchiella

Nuova esposizione e nuovi progetti per l’associazione Garfagnana, l’Altra Toscana. Il gruppo di fotografi con la passione per la Garfagnana è cresciuto di numero e dal 15 al 30 luglio esporrà una propria mostra nella sala dei rapaci vicino al centro visitatori del Parco dell’Orecchiella.