prenota_spazio
prenota_spazio

Anno 3°

giovedì, 22 giugno 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

"San Pellegrino in Alpe e il suo Santuario necessitano di interventi": l’appello del consigliere Tamagnini

giovedì, 20 aprile 2017, 16:00

di simone pierotti

La signor a Graziella Di Giulio e il marito Pierino Picchi, dal 2015 sono i custodi dello storico santuario di San Pellegrino in Alpe, località divisa a metà tra Emilia Romagna e Toscana, comune di Castiglione di Garfagnana e comune di Frassinoro. Da loro arriva un appello ad intervenire per salvare la chiesa che ospita le reliquie dei santi San Pellegrino e San Bianco, pregevoli opere del Civitali. Ci sarebbe bisogno di diversi interventi urgenti di ristrutturazione e di consolidamento, sistemare le panche, le pareti che presentano crepe, uno degli altari laterali è oggetto da tempo di un cantiere. La curia di Lucca non è in grado di provvedere, le amministrazioni comunali non riescono a fronteggiare le spese per la conservazione del borgo.

E’ il consigliere di Castiglione con delega alla cultura Roberto Tamagnini ad unirsi all’allarme lanciato dai custodi del santuario: “Purtroppo la zona è da troppi anni lasciata sola. L'appello della signora è più che condivisibile, San Pellegrino merita un'attenzione maggiore, faccio appello alle due regioni a finché intervengano in maniera importante per la salvaguardia del paese e alla curia per una ricerca di fondi per la sistemazione del Santuario di San Pellegrino. San Pellegrino è un patrimonio nazionale e come tale deve essere tutelato e valorizzato. Da parte nostra stiamo lavorando per accrescere l’offerta turistica del paese, con l’installazione di cartelli turistici e una migliore illuminazione”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


Terigi auto 2014-15


tuttonatura2016


centro caf strambi


vodafone



Altri articoli in Garfagnana


audix Garfagnana


mercoledì, 21 giugno 2017, 18:10

Pieve Fosciana, Fosciandora e San Romano: dal primo gennaio nascerà un comune unico

Deciso. Non una fusione a due, bensì a tre comuni: Fosciandora, Pieve Fosciana e San Romano in Garfagnana. I tre consigli comunali si dovranno riunire, secondo quanto richiesto dalla regione Toscana, entro la fine di giugno per deliberare ufficialmente la fusione ma, salvo ripensamenti dell’ultimo minuto, la strada sembra ormai tracciata.


mercoledì, 21 giugno 2017, 15:41

Dorelan, dormire fresco e in comode rate

L’estate è iniziata. E da Dormirè, centro specializzato nel dormire sano in via Fondovalle a Gallicano, è possibile affacciarsi alla bella stagione scegliendo un fresco riposo con il Myform Memory Clima e approfittando della promozione, valida per l’acquisto di letti, materassi, reti, guanciali e accessori 


Prenota questo spazio


martedì, 20 giugno 2017, 16:25

Due tentativi di furto a Gallicano: portati via gratta e vinci in un’edicola

Doppio tentativo di furto, nella notte tra domenica e lunedì, a Gallicano. Anche se, in uno dei casi, i malviventi (probabilmente gli stessi), dopo aver forzato la porta di ingresso di un distributore locale, avrebbero dovuto rinunciare al colpo scappando feriti durante la fuga


martedì, 20 giugno 2017, 14:26

Normative più ferree per sagre e manifestazioni: tanti eventi estivi in Valle del Serchio a rischio?

Arriva la stagione estiva e con essa la gran parte del territorio italiano, ed in particolare zone come la Valle del Serchio, si animano di feste, eventi e sagre


martedì, 20 giugno 2017, 14:25

Plebiscito tra i cittadini di Villa Collemandina: 309 su 372 vogliono la fusione con Castiglione di Garfagnana

La consultazione popolare tra la popolazione di Villa Collemandina organizzata dall’amministrazione per individuare il comune limitrofo con cui procedere al percorso di fusione ha indicato un risultato ben preciso. Su 372 votanti ben 309 cittadini hanno scelto Castiglione di Garfagnana


lunedì, 19 giugno 2017, 17:27

Fino al 30 giugno sarà possibile inoltrare istanze e proposte al servizio di pianificazione urbanistica

Prosegue il percorso per la formazione, adozione ed approvazione del Piano Strutturale Intercomunale della Garfagnana, a seguito degli incontri con i Sindaci dei Comuni componenti e i relativi uffici tecnici e alla convocazione tenutasi presso l’Unione per illustrare obiettivi e contenuti dello stesso e assoggettare proposte alla Conferenza di Copianificazione