Anno 3°

giovedì, 22 giugno 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Mediavalle : piano di coreglia

Gioca un gratta e vinci da 5 euro, vince mezzo milione

venerdì, 19 maggio 2017, 17:59

di andrea cosimini

Ha giocato 5 euro per un gratta e vinci "Città contro Campagna" ed ha vinto il massimo del montepremi: 500 mila euro. La vincita è avvenuta presso il bar "Tassoni", a Piano di Coreglia, un bar-caffè sulla via Nazionale che fa anche da tabaccaio, ricevitoria Lotto Sisal e Punto Snai. Non si conosce però il nome del vincitore. Il proprietario del bar, Christian Biagi, pensa possa essersi trattato di un cittadino del posto. Ma dal momento della vincita ad oggi nessuno si è presentato al bar.

"La vincita risale probabilmente a una decina di giorni fa - ha esordito il titolare -. Mi è arrivata una fotocopia del biglietto vincente per verificarla. Ed effettivamente era vincente. Il fortunato potrà ora riscuotere il montepremi presso una Banca Intesa. Si tratta ovviamente della vincita più alta avvenuta nel mio locale. A volte, qualcuno ha vinto 10 mila euro al gratta e vinci, mentre per quanto riguarda le scommesse sportive non siamo mai andati oltre i 38 mila euro. Questa volta, però, la vittoria è stata nettamente superiore".

Il fortunato vincitore ha speso il minimo per ottenere il massimo. 500 mila euro rappresenta infatti la cifra più alta che un gratta e vinci da 5 euro possa consentire. Solo con gratta e vinci da 10 o 20 euro è possibile arrivare a potenziali vincite milionarie. 

All'interno del bar c'è già chi commenta la vittoria con un pizzico di sana invidia: "Fossi nel vincitore me ne scapperei all'estero, magari in Costa Rica, dove potrei vivere come un signore". Altri invece sono più realistici: "Sono contento per lui anche se, in Italia, con 500 mila euro non cambi la tua vita. Senza contare poi che c'è una percentuale che verrà trattenuta dalla vincita. Al massimo il fortunato riscuoterà, si e no, 450 mila euro".


Questo articolo è stato letto volte.



tuttonatura2016




prenota_spazio


Altri articoli in Mediavalle


Prenota questo spazio


mercoledì, 14 giugno 2017, 08:23

Coreglia Antelminelli, un presente fatto di nulla

In valle del Serchio Coreglia Antelminelli è diventata un “caso”. Sembra un paese dove ferve il dibattito politico, cosa rara da queste parti. Ma è davvero così in questo splendido paesino arroccato sulle montagne? Come si vive davvero a Coreglia? E come è ridotta l’economia locale? Bisogna andarci per capire...


martedì, 13 giugno 2017, 15:45

Debiti fuori bilancio, l'opposizione non approva il rendiconto di gestione

La relazione sul rendiconto di gestione 2016 dell'assessore esterno al bilancio Massimo Bigiarini passa con il voto contrario di tutti e quattro i membri della minoranza. A pesare sulla votazione sarebbero stati i debiti di bilancio non ancora certificati dagli uffici


Prenota questo spazio


martedì, 13 giugno 2017, 15:43

Giornale di Coreglia e dimissioni Brugioni: l'amministrazione mette la parola "fine" sulla vicenda

Un caso montato sul nulla? Oppure un incredibile passo indietro della giunta? Come sempre, la verità si trova nel mezzo


venerdì, 9 giugno 2017, 15:01

“Ci eravamo tanto odiati…”

Pace fatta. Dopo mesi e mesi di polemica, a trattianche feroce e “scorretta” (vedi volantini anonimi), tra i sostenitori dello staff delGiornale di Coreglia finalmente la redazione ha avuto l’opportunità di sedersi ad un tavolo con i componenti della giunta ed ottenere ciò che voleva


martedì, 6 giugno 2017, 11:42

Taccini… il profeta: Itec chiede il risarcimento al comune per lo stadio di Mister Gucci

La ditta aggiudicataria dell’appalto per la costruzione del campo sportivo di Ghivizzano (la Itec di Padova) avrebbe presentato il conto al comune chiedendo, come risarcimento dei danni 664 mila 971,06 euro per l’illegittimità e l’infondatezza della risoluzione del contratto


giovedì, 1 giugno 2017, 14:23

Giurlani arrestato, le reazioni dei colleghi della Garfagnana

Sono sotto-choc. Ancora non ci credono i sindaci della Mediavalle e Garfagnana alla notizia dell’arresto del collega Oreste Giurlani, attuale sindaco di Pescia, accusato di peculato dalla guardia di finanza di Firenze ed ora relegato agli arresti domiciliari