Anno 3°

mercoledì, 13 dicembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Giornata mondiale Aids, le iniziative in Toscana, i dati dell'Ars

giovedì, 30 novembre 2017, 13:04

Domani, venerdì 1° dicembre, è la Giornata mondiale per la lotta all'Aids. Ogni azienda sanitaria ha organizzato, per domani o nei giorni successivi, iniziative rivolte ai ragazzi delle scuole. La giornata della Asl Toscana centro si terrà domani, 1° dicembre, al cinema La Compagnia, dalle 9.30 alle 12.30. Quella della Asl Toscana nord ovest sarà giovedì 7 dicembre al cinema Borsalino di Camaiore (stesso orario 9.30-12.30). Quella della Asl Toscana sud est, è stat fissata per il 5 febbraio al cinema Garibaldi di Poggibonsi. Tutti e tre gli eventi prevedono incontri tra esperti e studenti delle scuole secondarie di secondo grado, per fornire informazioni su Hiv e Aids, parlare di prevenzione e dei servizi ai quali i ragazzi possono rivolgersi.

Il test, anonimo e gratuito in tutte le strutture pubbliche

I dati epidemiologici evidenziano che più della metà delle nuove infezioni da Hiv viene diagnosticata in una fase avanzata della malattia, il che comporta una compromissione del sistema immunitario. La maggioranza delle persone che scoprono di essere Hiv positive al momento della diagnosi di Aids risulta aver contratto l'infezione attraverso contatti eterosessuali. Questi dati esprimono una scarsa percezione del rischio da parte della popolazione generale.

L'infezione da HIV può essere del tutto asintomatica per molti anni, perciò ciò che deve condurre una persona ad eseguire il test non è la presenza di sintomi, ma semplicemente la consapevolezza di aver tenuto un comportamento a rischio di contrarla. Scoprire precocemente di aver contratto l'infezione permette di ottenere una migliore risposta alle terapie attraverso le quali oggi è possibile bloccare l'evoluzione della malattia; per questo è importante fare il test Hiv che consiste in un normale prelievo di sangue. Il test presso le strutture pubbliche è gratuito, anonimo e non richiede la prescrizione da parte del medico.

Attualmente l'unica reale protezione per evitare il contagio dal virus Hiv e dalle malattie sessualmente trasmesse è basata sull'adozione di comportamenti individuali responsabili e sicuri, che permettono di ridurre fortemente il rischio di trasmissione dell'infezione. E' quindi fondamentale promuovere, attraverso una corretta informazione rivolta a tutta la popolazione, l'adozione di comportamenti sicuri, con lo scopo di ridurre il rischio di trasmissione dell'infezione.

La App I Love Safe Sex

Per dare informazioni corrette e contrastare questo fenomeno, nel 2014, in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e con il supporto delle aziende sanitarie, Regione Toscana ha realizzato un'applicazione scaricabile su Android e iOS e reperibile nel sito regionale sulla piattaforma Open Toscana, intitolata I Love Safe Sex, con l'obiettivo di sensibilizzare i giovani sul tema e fornire informazioni "smart" corrette dedicate. L'applicazione offre informazioni mediche complete sulle malattie sessualmente trasmissibili, indicando per ognuna di queste, quali sono le modalità di trasmissione, i sintomi, la cura e come proteggersi. E' inoltre disponibile un elenco completo e aggiornato dei centri prelievo a cui rivolgersi per fare in forma anonima e gratuita il test HIV.

Complessivamente sono stati 2.530 i download su smartphone e iphone.

Aids, i dati epidemiologici (fonte Ars, Agenzia Regionale di Sanità)

In Toscana, come nella maggior parte delle regioni italiane, l'incidenza delle nuove diagnosi di infezione da Hiv presenta un andamento stabile tra il 2009 e il 2016. L'incidenza per area geografica mostra valori più elevati al Centro, seguita dalle regioni del Nord e infine dal Sud e Isole. La Toscana, secondo gli ultimi dati pubblicati dal Centro Operativo Aids, continua ad avere un tasso di incidenza maggiore rispetto a quello nazionale (7,1 per 100.000 vs 5,7 per 100.000 residenti) e si colloca al terzo posto tra le regioni, preceduta da Marche (7,2 per 100.000) e Lazio (8,5 per 100.000).

Nell'intero periodo sono state notificate in Toscana 2.414 nuove diagnosi di infezione da Hiv (298 con un tasso di notifica di 8,0 per 100.000 residenti nel 2016). L'83,9% dei casi notificati riguarda il genere maschile (rapporto maschi/femmine 5,2:1; incidenza maschi: 13,9 per 100.000; femmine: 2,5 per 100.000).

L'età mediana al momento della diagnosi di infezione di Hiv appare relativamente costante (40 anni per i maschi e 35 anni per le femmine). Le femmine continuano a mantenersi più giovani dei maschi alla diagnosi: nell'ultimo biennio il 44,1% delle donne ha scoperto la sieropositività tra i 20 e i 39 anni, nelle età legate alla gravidanza. In entrambi i generi tuttavia la classe più frequente è quella degli over 50, con il 27,9% delle nuove diagnosi, in aumento negli anni (erano il 18% nel biennio 2009-2010). L'età minima, escludendo i casi a trasmissione verticale, è di 17 anni. I casi pediatrici, che presentano quasi tutti modalità di trasmissione verticale tra madre e figlio, sono divenuti eventi rari, grazie alla terapia antiretrovirale somministrata alla madre sieropositiva e all'introduzione del test per Hiv tra gli esami previsti nel libretto di gravidanza. Nell'intero periodo di sorveg lianza i casi pediatrici sono stati 8. Nessun caso è stato segnalato nel 2016.

I pazienti con nazionalità straniera a cui viene diagnosticata una infezione da Hiv sono stati 644 (il 26,8% del totale), con un tasso di notifica più di tre volte superiore a quello degli italiani.

La maggioranza delle infezioni da HIV è attribuibile a contatti sessuali non protetti. I rapporti eterosessuali rappresentano la modalità di trasmissione nettamente più frequente per le donne (90,8%). Nei maschi il contagio è nel 51,6% dei casi omosessuale e nel 35% eterosessuale. Le persone che si sono infettate a causa dell'uso di droghe iniettive sono intorno al 5%.

La modalità di trasmissione eterosessuale è la modalità più frequente per gli ultra cinquantenni. Una quota importante di pazienti si presenta tardi alla prima diagnosi di sieropositività, evidenziando già un quadro immunologico compromesso. Una diagnosi tardiva dell'infezione Hiv comporta, oltre ad un conseguente ritardo dell'inizio del percorso terapeutico, una ridotta efficacia della terapia, in quanto è più probabile che il paziente presenti infezioni opportunistiche che rischiano di compromettere l'effetto della terapia. Inoltre nei pazienti con infezione avanzata, il virus tende a replicarsi più velocemente, determinando un aumento della carica virale e un conseguente rischio di infezione. Un caso di Hiv su 5 è già in Aids conclamato al momento della diagnosi di sieropositività.

L'andamento dei casi di Aids in Toscana è analogo a quello nazionale: si evidenzia un incremento dell'incidenza dall'inizio dell'epidemia sino al 1995, seguito da una rapida diminuzione dal 1996 fino al 2000 e da una successiva costante lieve diminuzione, che si è assestata nell'ultimo quinquennio a circa 80 nuovi casi l'anno, 76 nel 2016. L'incidenza per area geografica mostra in Italia la persistenza di un gradiente Nord-Sud nella diffusione della malattia nel nostro Paese, come risulta dall'incidenza che è mediamente più bassa nelle regioni meridionali. La Toscana, secondo gli ultimi dati pubblicati dal Centro Operativo Aids, continua ad avere un tasso di incidenza maggiore rispetto a quello nazionale (1,3 per 100.000 vs 1,9 per 100.000 residenti) e si colloca al quarto posto tra le regioni, preceduta da Liguria, Marche e Umbria (8,0 per 100.000).

In Toscana, dall'inizio dell'epidemia (i casi si registrano dal 1° gennaio 1987, ma casi di Aids ci sono stati anche prima) al 31 dicembre 2016, sono stati notificati 4.747 nuovi casi di Aids, il 78,6% dei quali di genere maschile. I casi pediatrici risultavano 57: 53 casi registrati prima del 2001, 1 nel 2006, 1 nel 2011, 1 nel 2012 ed 1 nel 2015. Ci si ammala di Aids in età sempre più avanzata: l'età mediana alla diagnosi presenta, nel corso degli anni, un aumento progressivo sia per i maschi che per le femmine, sino a raggiungere 49 anni nei primi e 40 nelle seconde, e mantenendosi sempre più elevata per i maschi.

L'assestamento delle nuove diagnosi è una conseguenza dell'allungamento del tempo di incubazione dell'Aids, dovuto all'effetto della terapia antiretrovirale combinata. A fronte di una stabilizzazione dei casi notificati si contrappone un forte incremento dei casi prevalenti, cioè tutti i malati in un dato periodo (1.910 al 31/12/2016), legato all'aumento della sopravvivenza.

Guarda le pagine dedicate alla lotta all'Aids sul sito della Regione


centro caf strambi


santori


ottica sabrina


prenota_spazio


Altre notizie brevi


prenota_spazio


mercoledì, 13 dicembre 2017, 12:40

Sinistra Italiana: “Toscana Aeroporti, nuovo sciopero inevitabile. Occorre garantire il lavoro e la sua dignità”

“Toscana Aeroporti continua a non dare risposte accettabili a lavoratori e sindacati sulle esternalizzazioni. Ci sono 800 persone che non hanno alcuna garanzia sul proprio futuro, per questo la loro protesta è giusta e inevitabile”. Daniela Lastri e Marco Sabatini, coordinatori regionali di Sinistra Italiana-Liberi e Uguali, commentano così la nuova agitazione di 24...


mercoledì, 13 dicembre 2017, 12:39

Meeting diritti umani, Rossi agli studenti: "Garantire la dignità per realizzare la Costituzione"

"Tenetevi cara questa Costituzione e impegnatevi a ad attuarla ogni giorno. Se vi impegnerete a garantire la dignità dell'altro, farete sì che la Costituzione si realizzi. Ne avete la forza e l'intelligenza. Forza ragazzi, che tocca a voi".


prenota_spazio


mercoledì, 13 dicembre 2017, 11:56

Accoglienza migranti, 60 borse di studio all’estero per giovani neodiplomati toscani

60 borse di studio all'estero per formare giovani neodiplomati toscani nell'accoglienza migranti. E' il progetto realizzato da FormAzione Co&So NEtwork  in partenariato con CESVOT,  Reattiva e Confcooperative Toscana, nell'ambito del programma "Erasmus+ INTEGR8" destinato ai giovani appena usciti dagli Istituti Tecnici e Professionali del settore dei Servizi Sociali e Socio-sanitari e dei Licei delle Scienze Umane.


martedì, 12 dicembre 2017, 17:43

A Villa Gherardi il libro "Vite Parallele" di Gianfranco Rossi

Sabato 16 dicembre, alle 10.30, presso la biblioteca comunale di Barga (Villa Gherardi) Andrea Giannasi di Garfagnana Editrice presenta il libro "Vite Parallele - storie d'amore e d'amicizia" di Gianfranco Rossi. Saranno presenti, oltre all'autore e al sindaco di Barga Marco Bonini, anche l'architetto Paolo Donini, autore della prefazione, e...


martedì, 12 dicembre 2017, 17:40

Arca della Valle e Protezione Civile insieme per beneficenza al Centro Commerciale Conad di Gallicano

I volontari dell'Arca della Valle e della Protezione Civile di Gallicano saranno presenti al centro commerciale Conad Superstore a Gallicano nei giorni 17, 22, 23 e 24 dicembre per impacchettare i regali acquistati all'interno del centro commerciale. Viene richiesta una offerta per ogni pacco natalizio preparato con cura dai volontari.


martedì, 12 dicembre 2017, 17:38

Pendolari, il 2017 si chiude con tanti segni più per il servizio ferroviario regionale

Quello che si avvia a conclusione è un 2017 caratterizzato da tanti segni positivi per quanto riguarda la qualità del servizio ferroviario regionale: migliorano i dati relativi alle prestazioni, ovvero regolarità, puntualità, comfort e frequentazione, e quelli sulla sicurezza.


martedì, 12 dicembre 2017, 16:33

Lastri e Sabatini (Sinistra Italiana): “Mancano risorse per la sanità pubblica? L’assessore Saccardi se la prenda col Governo"

“Servono più soldi per la sanità pubblica? L’assessore Saccardi lo ricordi al suo Governo che non alza il limite per la spesa del personale e preferisce regalare soldi con bonus dal sapore elettorale e premiare, con sgravi fiscali, imprenditori che approfittano dei lavoratori . È una questione di scelte e priorità”.


martedì, 12 dicembre 2017, 13:24

Fiaschi (Confcooperative Toscana) "Il mondo cooperativo e terzo settore siano un punto di riferimento imprescindibile nel dialogo con i comuni"

"Ad oggi in Toscana, nel segmento 0-3 anni, il mondo cooperativo e privato hanno in carico il 51% della gestione degli asili nido. Un dato che racconta bene come nella nostra Regione, in linea con quanto sta accadendo a livello nazionale, le cooperative sociali e le imprese del Terzo settore...


martedì, 12 dicembre 2017, 13:01

Codice rosso, la Regione e i sindaci fanno il punto della situazione oggi in due incontri a Lucca e Aulla

Sopralluogo in Garfagnana e Lunigiana della Protezione civile regionale per verificare la situazione dopo il codice rosso. A seguito del quale sono stati programmati oggi due incontri con la stampa. Il primo alle ore 13.00 a Lucca nella sede della Provincia.


lunedì, 11 dicembre 2017, 23:32

Ponte Lera, partiti i lavori per il nuovo svincolo: plaude Baccelli

“Sono partiti i lavori per la realizzazione del nuovo svincolo con la strada regionale 445 della Garfagnana. Ed oggi come allora la Regione Toscana ne è protagonista. Il Ponte fu realizzato dalla Provincia, quando ero presidente,  grazie a un grande gioco di squadra (1,1 milioni della Regione e contributi importanti di...


Ricerca nel sito


Associazione Musicale Lucchese


Pucciprogetto legno


osteria le verrucole


prenota_spazio


maranello corse


conflavoro


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio