Anno 3°

mercoledì, 13 dicembre 2017 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Sport

GhiviBorgo raggiunto all’ultimo tuffo dal Savona. Biancorossi che recriminano per l’arbitraggio

mercoledì, 15 febbraio 2017, 19:59

1 - 1 

Savona: Miraglia, Mariotti, Monticone, Fenati, Ferrando, Pasqualini (70’Ruggiero), Glarey (88’Scienza), Bordo, Murano, Nappello (58’Amabile), Lumbombo Kalala A disposizione: Prisco, Pare, Gallo, Boggian, Di Simone, Alfano Allenatore: Sandro Siciliano

GhivizzanoBorgo: Leon, Benga Samba, Bertolucci, Gambadori, Barretta, Mei, Kouadio, Russo (89’Lecceti), Mascolo (67’Lelli), Catanese, Giordani A disposizione: Viviani, Cordoni, Lucarelli, Guastapaglia, Bozzi, Safina, Verruschi Allenatore: Rodolfo Marracci (Amoroso in tribuna poiché squalificato)

Arbitro: Michele Giordano di Novara (Assistenti Cubicciotti e Billone di Nichelino)

Marcatori: 8’Giordani, 92’Fenati

Note: Espulsi al 88’ Mei per doppia ammonizione, al 93’Giordani per proteste e al 95’Ferrando per doppia ammonizione. Ammoniti Fenati, Benga Samba e Bertolucci. Calci d’angolo 5-1 per il Savona

Sfuma nel secondo dei sei minuti di recupero, concessi dal contestato direttore di gara Giordano di Novara, una tanto prestigiosa quanto preziosa vittoria del GhiviBorgo sul campo del forte Savona. La squadra di Amoroso ha recriminato molto, oltre che per l’espulsione di capitan Mei, per la dinamica del gol subito poiché Ferrando, autore dell’assist per Fenati, si sarebbe trovato in una posizione di offside al momento della sponda aerea decisiva. Se prima del fischio d’inizio la compagine della Media Valle avrebbe “accettato” di buon grado anche un pareggio, considerando l’assenza di tre pedine importanti, la maniera con cui è maturato il risultato lascia un pizzico di amaro in bocca ai biancorossi, scesi in campo in una completa tenuta nera. L’1-1 finale consente ai “colchoneros” di scavalcare in classifica il Viareggio e di portarsi a -4 dalla salvezza diretta. Pareggio che serve a poco anche al Savona che perde così l’opportunità di rientrare nella lotta per il primo posto, che pare essere ormai una questione ristretta tra Massese e Gavorrano. Proprio la compagine maremmana sarà la prossima avversaria del GhivizzanoBorgo, che dovrà affrontare questa delicata trasferta senza Giordani e Mei, espulsi nel concitato finale del “Bagicalupo”. Mister Amoroso può essere soddisfatto per la personalità e per il gioco espresso dai suoi ragazzi, specialmente nel primo tempo, che hanno tenuto testa ad una delle formazioni migliori di questo campionato. I segnali incoraggianti per conquistare la salvezza diretta ci sono tutti.

I padroni di casa, reduci dalla sofferta vittoria contro il derelitto Grosseto, apportano due modifiche all’undici titolare di domenica scorsa. L’infortunato Boggian viene sostituito sulla linea dei difensori dall’ex Lucchese Fenati, mentre Lumbombo Kalala, autore della rete che ha deciso la sfida dello “Zecchini”, va compore il tridente offensivo assieme a Nappello e al capocannoniere del campionato Murano. Dal canto suo mister Amoroso, sostituito in panchina dal direttore generale Marracci, schiera dal primo minuto i rientranti Gambadori e Russo, con Verruschi che si accomoda in panchina dopo aver saltato la partita contro il Montecatini. Sempre out lo squalificato Liborio Zuppardo e gli infortunati Giusti e Paccagnini. Confermato l’ormai classico 3-5-2. Come accaduto tre giorni fa contro il Montecatini, il GhiviBorgo parte alla grande ed al minuto numero otto sblocca il risultato con Giordani, abile nel proteggere bene il pallone in area e ad infilare il portiere locale con un preciso tocco. Terzo gol nelle ultime quattro uscite per l’attaccante arrivato a dicembre dallo Sporting Recco. Al 20’ viene annullato un gol a Napello per fuorigioco, mentre sette minuti dopo Lumbobo Kalala calcia alto da ottima posizione. Gli ospiti non rinunciano ad attaccare ed al 32’ il destro da fuori area di Catanese sfiora il palo. Sul finire del primo tempo, sugli sviluppi di un corner, capitan Ferrando colpisce in pieno la traversa a Leon battuto. Frazione di gioco che si conclude con una bel tiro di Gambadori che termina non lontano dalla porta ligure.

La ripresa si apre con un’iniziativa di Murano, ben controllato dai difensori ospiti, che viene neutralizzata da Leon. La retroguardia ospite, forte anche dell’ottima prestazione della mediana biancorossa, argina bene le punte del Savona, correndo soltanto dei pericoli su delle mischie scaturite da delle palle inattive. In due occasioni prima Monticone e poi Ruggiero impegnano Leon. Al 88’ arriva il clamoroso errore arbitrale. La panchina del GhiviBorgo si accinge a sostituire Russo con Lecceti: un dirigente ospite segnala, come giocatore da levare, il numero sei anziché l’otto. Mei, ovviamente accortosi dell’errore, non esce e l’arbitro, non aspettando la correzione della segnalazione, prende come una perdita del tempo questo fatto ed ammonisce per la seconda volta il capitano ospite. Al 92’ calcio di punizione dalle trequarti, pallone in area Ferrando, in netta posizione di fuorigioco, rimette al centro per Fenati che da pochi passi insacca. GhiviBorgo che rimane in nove uomini poiché Giordani protesta troppo vivacemente e finisce sotto la doccia. Al 95’ termina anzitempo anche la gara di Ferrando, che si guadagna il secondo giallo per aver commesso fallo sul Leon.

GhiviBorgo che torna dalle due trasferte di Savona con il poco invidiabile record di cinque squalificati in una partita e mezza; se questo non è un record poco ci manca.

 

Michele Masotti

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Sport


prenota_spazio


mercoledì, 13 dicembre 2017, 09:06

Punto sui dilettanti: il maltempo dimezza il programma, Vagli vincente nel big match

La grande protagonista dello scorso fine settimana calcistico è stata l’abbondante nevicata che ha costretto, nella giornata di domenica 10 dicembre, sette formazioni della nostra zona a dovere rinviare i propri incontri


martedì, 12 dicembre 2017, 16:30

Luca Panzani e Hankook al via del Rally "Ciocchetto"

L'ultima gara dell'anno, per il giovane driver lucchese coincide con l'annuncio della squadra che lo seguirà nella stagione tricolore 2018 come ufficiale Hankook e del copilota designato a stare al suo fianco. Il team piemontese Balbosca fornirà la vettura, Francesco Pinelli sarà il copilota


Prenota questo spazio


martedì, 12 dicembre 2017, 16:26

Island Motorsport al via del Ciocchetto

Per festeggiare al meglio una stagione che l’ha vista conquistare il titolo femminile nell’International Rally Cup, la massese Corinne Federighi sarà al via del 26° Rally Il Ciocchetto, in scena il prossimo fine settimana lungo gli asfalti della tenuta “Il Ciocco”, nel Lucchese


martedì, 12 dicembre 2017, 11:13

Christopher Lucchesi alla Ronde di Sperlonga per chiudere il primo anno da rallista

Ultima gara dell'anno per il 18enne figlio d'arte di Bagni di Lucca,che torna al volante della Peugeot 208 R2 della Rally Experience, stavolta affiancato dal papà Gabriele, che si rimette a leggere note in un suo "ritorno alle origini"


martedì, 12 dicembre 2017, 08:54

Stefano Martinelli deluso dal Motor Show, cerca il riscatto al “Ciocchetto”

Il neo Campione d'Italia R1, sempre con la Suzuki Swift, non ha potuto onorare la partecipazione alla rassegna bolognese, fermato da un banale inconveniente tecnico. Questo fine settimana sarà al via della gara "di casa" ritrova al suo fianco, dopo sette anni, Sara Baldacci


lunedì, 11 dicembre 2017, 23:26

Fabrizio Tazzioli, un ritorno alla “casa gialloblu”: “Primario mantenere la categoria”

E’ Fabrizio Tazzioli il nuovo allenatore del Castelnuovo: dopo la “crisi” tecnica aperta con le dimissioni di Edoardo Micchi, la società è corsa ai ripari affidando la squadra ad un allenatore esperto e di valore