Anno 3°

mercoledì, 21 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Bagni di Lucca

Sopralluogo di Marchetti (FI) a Tana Termini: “Bonifiche subito e no a nuovo impianto”

lunedì, 4 febbraio 2019, 17:35

«Bonificare il sito quanto prima smaltendo le quasi 5mila tonnellate di rifiuti che vi si trovano ancora stoccate e non procedere a ubicare lì un nuovo impianto, benché di tipo differente»: così il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Maurizio Marchetti a margine del sopralluogo effettuato questa mattina, su sua richiesta, all’ex impianto di compostaggio di Tana Termini da parte della commissione speciale d’inchiesta su discariche sotto sequestro e ciclo rifiuti in Toscana.

«Abbiamo potuto verificare – spiega Marchetti – quanto il luogo sia del tutto inadatto a nuovi siti come il digestore anaerobico per la produzione di metano che lì è previsto debba sorgere in futuro prossimo. Il problema non è il tipo di impianto, che come tipologia non mi trova contrario in sé – sottolinea Marchetti – ma la collocazione. Siamo in aperta montagna, in mezzo alla natura, al confine tra i comuni di San Marcello Piteglio e Bagni di Lucca, direttamente lungo la Lima. Il territorio è fragile e già presenta i segni di fenomeni franosi. Lo abbiamo visto con i nostri occhi. L’area non è adatta a nuove installazioni come quella in progetto e non era adatta nemmeno in origine ad accogliere il vecchio impianto di compostaggio».

Su una cosa Marchetti non ha alcun dubbio, oggi dopo il sopralluogo meno ancora di quando, all’indomani del suo insediamento nell’Assemblea toscana, presentò la sua prima interrogazione su quel sito: «Va bonificato subito – incalza l’esponente di Forza Italia – perché così è una bomba a orologeria, come hanno dimostrato ciclicamente i fenomeni di autocombustione che si sono verificati. Quello spazio va restituito alla natura e a un corretto equilibrio ambientale dopo una bonifica accurata che metta in sicurezza tutta l’area. L’aggiudicazione lo prevede, ma c’è il vincolo per il nuovo titolare a poter costruire il digestore anaerobico. Ecco: bene l’impianto ma non lì. Lì proprio non è il posto adatto e una soluzione andrà trovata».


Questo articolo è stato letto volte.


Directo Lucca


gesamgaseluce


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Bagni di Lucca


Prenota questo spazio


lunedì, 19 agosto 2019, 21:11

Scoppia incendio in cava, ferito operaio

L'incendio è scoppiato oggi pomeriggio all'interno della Cava Borgognoni, in località Tana a Bagni di Lucca, ed ha interessato una vagliatrice. Ferito anche un operaio che stava lavorando con una bombola di acetilene


lunedì, 19 agosto 2019, 19:04

Un futuro per Bagni di Lucca: "Corsena abbandonata, chiediamo intervento"

Il gruppo di minoranza "Un futuro per Bagni di Lucca", composto dai consiglieri Laura Lucchesi e Claudio Gemignani, fa propria la segnalazione di alcuni cittadini circa la situazione in cui versa l'abitato di Corsena


Prenota questo spazio


lunedì, 19 agosto 2019, 12:22

Ai domiciliari, ma non lo trovano in casa: denunciato

Un 35enne censurato di Bagni di Lucca è stato denunciato per evasione in quanto, sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, a seguito di uno specifico controllo eseguito, non è stato trovato all’interno dell’abitazione


sabato, 17 agosto 2019, 10:41

Termina "Il Volo della Farfalla" in memoria di Stefano Girolami

Termina "Il Volo della Farfalla", uno spettacolo benefico che, per otto anni, si è rinnovato al Teatro Accademico di Bagni di Lucca, l'ultimo venerdì di settembre di ogni anno


sabato, 17 agosto 2019, 09:27

Quinto Bernardi presidente nazionale del Dipartimento Protezione Animali e Tutela dell'Ambiente della DC

Quinto Bernardi. ex candidato sindaco di Bagni di Lucca, è stato nominato presidente nazionale del Dipartimento Protezione Animali e Tutela dell'Ambiente della Democrazia Cristiana. Prosegue così, in modo sempre più significativo e concreto, la riorganizzazione e la crescita della DC su tutto il territorio nazionale


giovedì, 15 agosto 2019, 15:15

Pegaso all'Orrido di Botri, soccorso 75enne

La centrale del 118 ha attivato il Sast e l'elisoccorso Pegaso per soccorrere un uomo di 75 anni all'interno della riserva naturale Orrido di Botri nel comune di Bagni di Lucca. Pare abbia riportato un trauma distorsivo alla caviglia