Anno 3°

martedì, 22 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Bagni di Lucca

Uniti per Cambiare: "Casse comunali allo stremo grazie a periodi passati"

lunedì, 2 settembre 2019, 09:52

Il gruppo di maggioranza “Uniti per Cambiare” interviene per rispondere al consigliere comunale di minoranza, Claudio Gemignani, capogruppo di "Un futuro per Bagni di Lucca".

“Ad ogni male ci sono due rimedi: il tempo ed il silenzio.” - esordisce il gruppo - Probabilmente i rappresentanti di “Un futuro per Bagni di Lucca” Claudio Gemignani e Laura Lucchesi con l’aggiunta degli ex consiglieri Riccardo Arrighi e Daniele Boni non hanno fatto tesoro del secondo consiglio".

"Era meglio tacere e evitare repliche - dichiara -, avrebbero ottenuto migliori risultati. Il passare del tempo giustifica il consigliere Lucchesi che non ha vissuto il periodo politico al quale ha fatto riferimento il consigliere Pelagalli nel suo intervento in consiglio comunale mentre gli altri potevano usare la regola del silenzio ed evitare un comunicato dai contenuti ridicoli e fuorvianti. La storia è una materia furbescamente interpretabile ma i fatti concreti restano visibili nei dati e negli importi. Le opere mal fatte e i mutui accesi sono, ancor oggi, la testimonianza di uno spreco di denaro che è causa degli enormi problemi ai bilanci comunali passati e futuri".

"Se parlare della vendita della centrale idroelettrica in toni trionfali è il modo di concepire la gestione del bene pubblico - attacca - allora siamo messi veramente male. Il risparmio di 420 mila euro all’anno sulla quota mutui è nientemeno che lo stesso importo che fruttava alle casse comunali la gestione della centrale. Venderla è stata una necessità della vecchia amministrazione Donati-Contrucci che, in odore di sconfitta elettorale, hanno sacrificato l’unico bene vendibile per tamponare un bilancio comunale che era ai limiti del dissesto".

"Il riferimento ai mutui pregressi è alquanto inopportuno - continua -. Il dissesto finanziario del comune degli anni '80/90 ha bloccato qualsiasi forma di mutuo fino al 1999. Affermare che le amministrazioni precedenti a quella Contrucci avevano contratto mutui è una bufala colossale visto che per tutto il periodo del dissesto tali operazioni erano bloccate. Soltanto a fine anni '90 ne fu fatto uno, in pieno dissesto, per chiudere il debito del “Piano di Risanamento”; l’importo era di circa 5 miliardi di vecchie lire che corrispondono a 2,5 milioni di euro; cifra che nel 2003 era già calata. Quindi a partire dal 2003 le gestioni di centro destra hanno contratto Mutui per le cose più disparate senza aver creato un solo posto di lavoro".

"Dicono Gemignani & Co. - rincara il gruppo - che questa amministrazione è troppo impegnata a seguire le regole e il territorio non viene considerato; peccato che il nostro comune è stato lasciato proprio dalle loro amministrazioni in totale abbandono ed oggi, approfittando della scarsa memoria dei cittadini, lo rinfacciano a noi. Questa amministrazione ha trovato scuole in abbandono, strade disastrate, cimiteri da ampliare, piscine inutilizzabili, impianti termali chiusi e nuovamente da ristrutturare, paesi della montagna in totale abbandono e Gemignani continua a fare interpellanze su questi problemi come se lui non fosse mai stato presente nella gestione politica del comune. Un metodo molto furbo; parlare alla pancia della gente senza mai approfondire sulle responsabilità contando sulla scarsa memoria".

"Purtroppo - sottolinea - le casse comunali sono allo stremo grazie proprio a questi periodi passati, coadiuvati nel disastro dagli ultimi 5 anni di amministrazione Betti. Per concludere eviti Gemignani e Co. di difendere opere indifendibili quali la passerella di Ponte a Serraglio o i vari parcheggi o altre nefandezze realizzate con mutui spropositati. La lista sarebbe lunghissima ma se vogliono possiamo farne un elenco. Evitino, anche, di nominare Michelini che, al tempo, era un impiegato del comune ed ha sempre svolto correttamente il suo lavoro con qualsiasi tipo di amministrazione, comportandosi correttamente con tutte le forze politiche come il ruolo imponeva. Ruolo tra l'altro di carattere amministrativo e non contabile quindi senza nessuna influenza tecnica sui mutui".

"Per quanto riguarda l’assessore Bianchi, presente nella giunta Contrucci dal 1999 al 2004 - conclude -, sappiamo tutti che, per aver osato porre domande ed esternato dubbi su alcuni lavori, venne estromesso dalla seconda giunta Contrucci (2004-2007) nonostante avesse riportato il maggior numero di consensi elettorali".


Questo articolo è stato letto volte.


Directo Lucca


gesamgaseluce


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Bagni di Lucca


Prenota questo spazio


martedì, 22 ottobre 2019, 19:18

Strada Boveglio-Benabbio, interrogazione di Marchetti

Il consigliere regionale per Alternativa Civica Centrodestra Maurizio Marchetti ha interrogato il presidente del consiglio per quanto riguarda i tempi ed i modi per la risoluzione delle criticità lungo la SP55 Boveglio-Benabbio nel comune di Bagni di Lucca


lunedì, 21 ottobre 2019, 18:37

A Lucchio la sagra della castagna

Domenica 27 ottobre a Lucchio, nel comune di Bagni di Lucca, andrà in scena la Sagra della Castagna. Questo il programma


Prenota questo spazio


lunedì, 21 ottobre 2019, 09:51

Concluso a Villa Webb il Festival Letterario

Ieri, alle 19, sono terminati i tre giorni di incontri letterari dal titolo ”Festival del Rosa, Giallo e Noir”, nella bellissima cornice di Villa Bonvisi – Webb di Bagni di Lucca


giovedì, 17 ottobre 2019, 08:56

Si alza il sipario sulla stagione teatrale all’Accademico

Il presente con le sue sfaccettature è protagonista del cartellone 2019-2020 del Teatro Accademico di Bagni di Lucca, nuova tappa di un progetto culturale e teatrale che Fondazione Toscana Spettacolo onlus condivide con successo da alcuni anni con l’amministrazione comunale e la Fondazione Michel de Montaigne


mercoledì, 16 ottobre 2019, 12:09

Sinistra Per: "Mozione di solidarietà al popolo curdo da presentare al consiglio comunale"

Paolo Simoncini del gruppo extraconsiliare "Sinistra per Bagni di Lucca" chiede una mozione di solidarietà al popolo curdo da presentare al consiglio comunale


mercoledì, 16 ottobre 2019, 12:04

Vico Pancellorum, i cittadini lanciano un crowdfunding per la Pieve

Si chiama "Mille e ancor più mille" il comitato composto dai cittadini di Vico Pancellorum, paese sui monti della Val di Lima in provincia di Lucca. Un comitato nato per festeggiare i primi mille anni dell'antica Pieve romanica del XI secolo e raccogliere fondi per difendere la bellezza di questo...