auditerigi

Anno 3°

domenica, 24 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Bagni di Lucca

Famiglia reduce dal Covid rimasta isolata e senza corrente: "Situazione vergognosa"

giovedì, 7 gennaio 2021, 19:04

L'Associazione Culturale Arciere è scesa in campo stamani (7 gennaio) portando aiuto ad una famiglia di Bagni di Lucca rimasta non solo isolata dalla neve ma anche senza energia elettrica. 

"Una situazione vergognosa - afferma l'associazione - oltre che preoccupante considerando che i membri della famiglia sono reduci dal Covid, con un membro ricoverato nuovamente e dimesso appena una settimana fa, oltre che con due bambini piccoli". 

Arciere ha quindi provveduto ad inviare tramite i suoi militanti almeno un generatore elettrico e del carburante, così da poter far ripartire il riscaldamento, il frigo e le luci della casa, al buio ed al freddo ormai da due giorni. 

"Per raggiungere l'abitazione - racconta l'associazione - è stato necessario sia l'utilizzo di un mezzo fuoristrada sia fare un tratto a piedi con generatore e carburante portati a braccia, una situazione surreale che ricerca i suoi responsabili tanto nell'amministrazione quanto nell'ENEL: in una zona montana, che proprio della montagna ha fatto il suo motore per il turismo e che vede proprio negli Appennini il suo "marchio di fabbrica", non è possibile che non si possa fare affidamento su una rete infrastrutturale elettrica in grado di resistere alla neve, così come non è possibile permettere che interi nuclei familiari vengano isolati".

Arciere chiede quindi che quantomeno l'amministrazione comunale si attivi per rendere finalmente praticabile la strada che porta alla casa e lancia un appello alla popolazione: "Chiunque sia in possesso di un generatore elettrico è invitato a scrivere alla pagina Facebook ( https://m.facebook.com/AssociazioneCulturaleArciere/ ) dell'associazione che si occuperà di portarlo a chiunque, tra le famiglie colpite, ne faccia richiesta, prendendosi a carico sia il trasporto che il recupero una volta finita l'emergenza".


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

gesamgaseluce

lam mbagnidilucca

Prenota questo spazio


Altri articoli in Bagni di Lucca


Prenota questo spazio


venerdì, 22 gennaio 2021, 08:40

Servizio civile alla Croce Rossa: otto posti al comitato di Bagni di Lucca

Presso il Comitato di Bagni di Lucca della Croce Rossa Italiana, sono disponibili otto posti con il progetto “Con Voi ci Siamo Noi” del Servizio Civile Universale 2021


giovedì, 21 gennaio 2021, 18:22

Arriva a Bagni di Lucca la mappatura di Luccasenzabarriere

Il progetto prevede che venga eseguita una fase di mappatura del territorio, consistente nel verificare l'accessibilità di luoghi di interesse pubblico e di esercizi commerciali: dati che poi confluiranno in un'apposita applicazione


Prenota questo spazio


giovedì, 21 gennaio 2021, 08:27

Corso BLS-D a Bagni di Lucca

Il prossimo corso BLS-D (primo soccorso ed uso del defibrillatore) si svolgerà il 23 gennaio alle 9 presso la Sala Parrocchiale della Chiesa del Sacro Cuore in via Contessa Casalini, 16 a Bagni di Lucca e sarà tenuto dall'istruttore certificato Fabrizio Bonino dell'Associazione Cecchini Cuore ONLUS


venerdì, 15 gennaio 2021, 18:58

Dissesto delle strade di montagna, ancora segnalazioni dei cittadini

Il gruppo di opposizione Un Futuro per Bagni di Lucca ha raccolto le segnalazioni dei cittadini, con tanto di documentazionhe fotografica, per testimoniare lo stato disastroso in cui versano alcune strade di montagna


martedì, 12 gennaio 2021, 15:57

Incontro Cisl-Comune: "Le terme di Bagni di Lucca, per ora, sono salve"

Lo dicono Massimo Bani, segretario generale Cisl Toscana Nord e Giovanni Bernicchi, segretario Fisascat Cisl, dopo l'incontro in comune sulla questione delle terme a Bagni di Lucca


martedì, 12 gennaio 2021, 12:16

Bianchi: "Ritiro del verde, critiche fuorvianti"

L'assessore all'ambiente Antonio Bianchi interviene in merito alle critiche comparse sui social sul canone mensile richiesto ai cittadini per il ritiro del verde presso le loro abitazioni e l'onere richiesto alle partite IVA (giardinieri) per il conferimento del verde presso il centro di raccolta delle Ravacce