Anno X

mercoledì, 27 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Bagni di Lucca

Elena Luisi abbraccia Claudio Arpaia e il 'lupo di strada' si commuove: un pezzo di storia lucchese al Circolo dei Forestieri

sabato, 11 settembre 2021, 00:23

di aldo grandi

Alla fine si è anche commosso con tanto di lacrime agli occhi, quegli occhi di colore del mare che rispondono al nome di Claudio Arpaia, ex dirigente della questura di Lucca attualmente in pensione che, per decenni, ha diretto sia la squadra mobile sia la Digos lucchesi.

Davanti al tavolo dei relatori ci sono gli amici di un tempo, da Nazzica a Carlo Di Dio a Manunta e altri non sono potuto venire. Ci sono i giornalisti Luca Tronchetti e Aldo Grandi, il Cip e Ciop della carta stampata a Lucca negli anni Novanta. C'è l'ex sindaco di Borgo a Mozzano Gabriele Brunini, c'è Francesco Poggi anche lui ex sindaco del Borgo e adesso impegnato a coltivare il progetto del teatro di Verzura. Ma c'è, soprattutto, lei, Elena Luisi, la donna che, ad appena un anno e mezzo di età, nel novembre 1983, venne rapita e ritrovata solamente dopo 40 giorni grazie al fiuto e alla determinazione di Claudio Arpaia che grazie a quella vicenda assunse fama nazionale.

Lui, il bel Claudio ha perso l'incedere dei bei tempi andati quando anche solo incontrarlo incuteva soggezione vista la sua proverbiale diffidenza, soprattutto, verso chi non conosceva o non aveva in simpatia. Eppure il fascino è sempre lo stesso, il sorriso idem, l'ironia e l'arguzia anche. 

Si vede che è emozionato nonostante abbia la scorza dura come la corteccia di un albero di chi ne ha viste di tutti i colori. E, infatti, nel suo libro questi colori si dipanano pagina dopo pagina proprio a partire dal caso della piccola Elena.

Siamo stati chiamati a presentare la figura di quest'uomo che abbiamo avuto la fortuna di incontrare e conoscere professionalmente nei primi anni della nostra professione giornalistica. Lo abbiamo fatto perché a Claudio siamo legati da una vecchia amicizia anche se, a volte, ci aveva preso in giro o anche a pesci in faccia, ma, sul lavoro, era intrattabile o quasi e i giornalisti li aveva in simpatia, ma il giusto e il suo giusto quasi mai si trovava sulla medesima lunghezza d'onda dell'interlocutore. 

Il libro scritto da Manuela Antonucci racconta solamente una parte della vita professionale di Arpaia e nemmeno quella più... intima, con le sue sofferenze, le sue amarezze e frustrazioni, i suoi momenti di gioia, lo spirito di squadra. Ha il merito, però, di farlo con passione ed entusiasmo consentendo al lettore che vuole avvicinarsi al personaggio, di poter avere una sorta di battesimo del gol in materia di investigazione e crimine. Claudio Arpaia è stato l'unico dirigente della questura di Lucca a restare sempre qui, a Sorbanello, praticamente ad un tiro di schioppo dalla questura di via Cavour.

Ed è anche l'unico dirigente che, se si trova a camminare per la città, viene sistematicamente salutato da tutti o quasi.

Una signora del pubblico consegna anche una copia originale di Gente, il settimanale che, all'epoca dei fatti, seguì con particolare attenzione l'intera vicenda del sequestro Luisi. Bello rivedere questa donna. Elena Luisi, ormai poco più che quarantenne, accompagnare il padre esattamente come era già avvenuto altre volte. E con lei la figlia che le somiglia e il papà che non riesce ad andare avanti nel racconto se non dopo una decina di minuti di chiacchierata.

Un bel pomeriggio quello organizzato da Francesco Poggi e dal comune di Bagni di Lucca per il libro di Arpaia. Ne servirebbero parecchi per soddisfare la sete di conoscere di molti personaggi del pubblico a cui piace la testimonianza pura e semplice, frutto di passione e carattere positivo. Tutto funziona al meglio e alla fine l'atmosfera è serena, ma elettrizzata ed elettrizzante per via delle continue emozioni.

Probabilmente poliziotti così non ce ne sono più e non ne nasceranno nemmeno, esattamente come per i giornalisti, ormai scomparsi e divenuti più rari di un boxer albino. Un tempo esistevano entrambi ed ambedue si incontravano e scontravano a suon di litigi e rimbrotti, ma mai venivano meno il rispetto e la stima. Perfino l'amicizia. Arpaia non era e non è mai stato un grande comunicatore preferendo il silenzio o la delega all'intervento in prima persona sotto la luce dei riflettori. Era un dirigente vecchio stampo che ne aveva viste tante e che era piovuto a Lucca seguito dalla voce che tanto, qui, non succede mai nulla.

Invece ne sono successe tante e di tutti i colori. Ecco perché il libro di Arpaia si legge tutto d'un fiato, perché c'è qualcuno che si è messo a raccontarle. E noi a leggerle e a scriverne. 


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

gesamgaseluce

lam mbagnidilucca

Prenota questo spazio


Altri articoli in Bagni di Lucca


Prenota questo spazio


lunedì, 25 ottobre 2021, 12:57

Giovane cantante di Bagni di Lucca in finale al 'Tour Music Fest'

atilde Pieri, una giovanissima cantante lucchese (classe 2005 di Bagni di Lucca) proveniente dal Centro D'Arti di Gallicano, dopo un percorso durato 6 mesi, è riuscita a conquistare la commissione artistica del Tour Music Fest – The European Music Contest


giovedì, 21 ottobre 2021, 21:11

Un futuro per Bagni di Lucca: "Nessuna manutenzione per i cimiteri"

Così i consiglieri comunali della lista "Un futuro per Bagni di Lucca", Laura Lucchesi e Claudio Gemignani, in merito allo stato dei cimiteri nel comune termale


Prenota questo spazio


giovedì, 21 ottobre 2021, 16:44

Via alla rassegna 'Teatro Scuola' all'Accademico

Si è giunti alla XXVIII edizione della manifestazione, ormai consolidata per Bagni di Lucca e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, il MIUR, le istituzioni e gli istituti di ogni ordine e grado della provincia


giovedì, 21 ottobre 2021, 13:06

Frigo (FdI): "Bonus Terme, un'occasione importante persa"

A parlare è Annamaria Frigo, membro coordinamento provinciale di Fratelli d'Italia, dipartimento attività produttive, che interviene in merito alla questione terme a Bagni di Lucca


martedì, 19 ottobre 2021, 13:24

Giovane di Bagni di Lucca in gara sui kart

In queste settimane la cittadina di ADRIA, in Provincia di Rovigo, ospita una gara internazionale di Kart presso il locale autodromo. Suddivisi nelle cinque categorie previste dal regolamento, si contenderanno la vittoria ben 340 piloti provenienti da tutto il mondo


lunedì, 18 ottobre 2021, 20:50

Montefegatesi: successo per la festa dell'uva fragola

Partecipata manifestazione nel centro del paese, quella organizzata dalla Società "Ermete Zacconi" di Montefegatesi, per celebrare questo primo periodo autunnale