Anno 3°

lunedì, 17 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga

Pubblicata per la prima volta in Italia una biografia sul giornalista e regista Gualtiero Jacopetti

venerdì, 4 aprile 2014, 10:30

di giacomo mori

Lui è Stefano Loparco, scrittore, grande appassionato di cinema e redattore del sito 'Fascination Cinema'. Il suo ultimo libro, 'Graffi sul mondo', edito per Il Foglio Letterario Edizioni, è la prima biografia pubblicata in Italia del giornalista e regista di origini barghigiane, Gualtiero Jacopetti, autore di film come “Mondo Cane” e “Africa Addio”, universalmente riconosciuto come il creatore del controverso genere cinematografico “Mondo Movie”, personaggio discusso e discutibile, che ha però profondamente segnato la storia della cinema italiano del secolo passato.

Stefano Loparco, ci dica: chi era Gualtiero Jacopetti?
Gualtiero Jacopetti è stato un giornalista, un regista, un playboy, un uomo che, nella vita, ha avuto grande successo, un successo e una fama che poi ha pagato a caro prezzo. Su di lui è, infatti, calata una sorta di damnatio memoriae, finendo dimenticato o poco ricordato, se non dall’area politica di destra, alla quale era vicino. All’estero, invece, la sua figura è molto conosciuta. In Italia è poco storicizzata; lo dimostra il fatto che la mia è la prima biografia che sia mai stata pubblicata su di lui.
La sua figura, a causa della sua vita avventurosa e della sua indole ribelle, era di continuo al centro delle cronache mondane e giudiziarie, come quando, nel ’54, venne arrestato con l’accusa di violenza sessuale su una ragazza minorenne o come quando, nel ’61, si salvò dall’incidente d’auto che costò, invece, la vita alla sua compagna, la bellissima attrice britannica Belinda Lee, probabilmente una delle donne più belle della storia del cinema.

E questo, come mai?
Beh, perché Jacopetti era un personaggio politicamente scorretto, un provocatore, uno che andava controcorrente, la classica voce fuori dal coro.
Negli anni '50 era l’autore dei cinegiornali satirici, precursori della moderna trasmissione televisiva 'Striscia La Notizia', in cui prendeva di mira, con una satira molto dura, la classe politica italiana dell’epoca. Erano gli anni della Democrazia Cristiana.

E poi era di destra.
Già, era di destra e per di più in un periodo storico e politico in cui la cultura era prevalentemente in mano alla sinistra.

Quali sono state le fonti e i documenti a cui ha fatto riferimento per ricostruire la vita di Jacopetti?
Le mie principali basi di documentazione, sono state fonti ministeriali, soprattutto per quanto riguarda l’attività di regista di Jacopetti e tutte le informazioni sui suoi film, oltre ai giornali e alle riviste dell’epoca. Per la documentazione sono andato in giro per l’Italia alla ricerca di archivi e biblioteche.
Inoltre, un prezioso contributo l’ho ricevuto dal figlio del regista Paolo Cavara, coautore del film “Mondo Cane”, insieme a Jacopetti e a Franco Prosperi. Cavara mi ha fornito molto materiale inedito su Jacopetti, tra cui molte lettere e fotografie.

Nel libro c’è anche qualche aneddoto della vita di Jacopetti raccontato da chi l’ha conosciuto?
Sì, moltissimi. Possiamo dire che il libro è il frutto di una ricerca d’archivio, impreziosita dalle testimonianze delle persone che meglio l’hanno conosciuto. Ho intervistato molte persone, tra cui, appunto, i già citati Cavara e Prosperi, Ritz Ortolani, autore, insieme a Nino Oliviero, della colonna sonora di “Mondo Cane”, la moglie di Ortolani, il figlio di Nino Oliviero, Gigi, Giampaolo Lomi, il giornalista Carlo Gregoretti, già inviato de l’Espresso, editorialista di Repubblica e direttore di testate quali Panorama e Epoca e il grande fotografo Oliviero Toscani. Inoltre, sono riuscito a trovare e a intervistare anche Umberto Jacopetti, un lontano parente del regista, residente nella frazione di Mologno, nel comune di Barga.
Tutti quanti mi hanno raccontato cose diverse, interessanti e sorprendenti sulla vita di Jacopetti, oltre a quelle che già sapevo, ma tutte le persone, sono state concordi nell’affermare all’unanimità la stessa cosa, e cioè che Jacopetti è stato prima di tutto un uomo libero, un libero pensatore.

Il libro uscirà in questi giorni nelle librerie. Ha già in programma delle presentazioni in giro per l’Italia?
A giugno il libro sarà presentato al Centro sperimentale di cinematografia di Roma, inoltre a breve sarà anche protagonista di una trasmissione condotta dal critico cinematografico Tatti Sanguineti, su Iris.

 


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania


Directo Lucca


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


lunedì, 17 febbraio 2020, 12:43

Mastronaldi (FdI): "Antenna, si trovi una nuova ubicazione"

Luca Mastronaldi del dipartimento ambiente della provincia di Lucca di Fratelli d'Italia interviene in merito all'antenna, situata a Barga, in località pian grande, e più volte oggetto di discussione e critiche mosse da residenti, ma soprattutto di battaglie sostenute dall'osservatorio della sanità della Valle del Serchio


venerdì, 14 febbraio 2020, 17:43

Mastronaldi (FdI): "Ufficio distaccato, struttura che merita rispetto"

Una questione destinata a fare discutere ancora per molto quella riguardante l’ufficio comunale distaccato a Fornaci. Luca Mastronaldi ha voluto rilasciare ai microfoni della Gazzetta del Serchio la sua opinione


Prenota questo spazio


venerdì, 14 febbraio 2020, 15:57

Servizi digitali per i nuovi nati e libretto pediatrico digitale

Il progetto, che va incontro alle esigenze dei genitori dei bambini venuti alla luce nei punti nascita di Lucca e Barga e che verrà presto esteso a tutti gli altri ospedali del territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest, è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa all’ospedale “San...


venerdì, 14 febbraio 2020, 10:35

Regionali, sanità, pirogassificatore: il Pd di Barga in assemblea

Martedì 11 febbraio si è riunita l’assemblea del Pd di Barga dopo la recente nomina di Marco Bonini a segretario comunale. Nel corso dell’incontro, che è stato molto partecipato, il neo segretario ha dato alcune indicazioni sul lavoro da portare avanti nei prossimi mesi


venerdì, 14 febbraio 2020, 09:49

Al Jazz Club il sound americano del The Grey Trio

Un altro fine settimana all'insegna della musica e non solo, con la variegata proposta artistico culturale dell'associazione Barga Jazz Club


giovedì, 13 febbraio 2020, 15:21

Ambra Angiolini in scena al Differenti di Barga

Ambra Angiolini e Ludovica Modugno portano in teatro una graffiante storia di bullismo: Il Nodo, della giovane promessa Johnna Adams


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio