Anno X

martedì, 21 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga

Parla Andrea Vincenti: "Nessuna inesattezza sul manufatto di Sommocolonia, ecco tutta la verità"

sabato, 26 agosto 2017, 12:42

di andrea cosimini

Era inevitabile che la proposta-choc della signora britannica Andrea Vincenti, di spostare una volta per tutte il manufatto prefabbricato di Sommocolonia dall'area della rocca ad una più "nascosta" dietro il monumento dei caduti nella parte alta del paese, avrebbe rinfiammato la discussione tra gli abitanti del piccolo borgo. Una proposta che ha registrato subito la ferma bocciatura dell'associazione ricreativa paesana e della stessa amministrazione comunale di Barga che ha confermato, in sostanza, il proprio impegno a portare a termine quanto prima il progetto oramai iniziato e finanziato.

Il sindaco di Barga, Marco Bonini, e il segretario dell'associazione ricreativa di Sommocolonia, Antonella Martinelli, hanno preso la parola sulla stampa per ribadire il proprio "niet" ad ogni proposta alternativa, convinti che quando i lavori sulla struttura saranno finalmente ultimati, nessuno avrà più da ridire sulle problematiche di impatto ambientale. 

Ma sarebbero state soprattutto le parole di Antonella Martinelli a non andare giù alla signora Andrea Vincenti che, chiamata in causa per alcune presunte "inesattezze", ha voluto replicare, punto su punto, a quanto evidenziato pubblicamente dal segretario dell'associazione ricreativa locale.

"Intanto - ha esordito la signora Vincenti - ci tengo a chiarire che non siamo in un regime comunista e che quindi io sono libera di avanzare la mia proposta e di incaricare due architetti per informarmi sulle possibili soluzioni alternative al collocamento del manufatto che ritengo sbagliato sia da un punto estetico che da un punto di vista di posizione essendo stato fatto proprio su un terreno che è stato campo di battaglia e che quindi ritengo un luogo "sacro".

“L’idea di avanzare questa mia proposta alternativa – ha aggiunto la signora Vincenti – è giunta dopo che per due anni i lavori sono stati completamente fermi. La spinta poi mi è stata data da alcune minacce verbali e di violenza ricevute da parte di determinati membri dell’associazione ricreativa paesana solo perché la pensavo diversamente da loro rispetto alla collocazione della struttura”.

Vincenti ha anche risposto alle accuse, avanzate sempre da Martinelli, di non aver voce in capitolo per avanzare una proposta alternativa al collocamento della struttura in quanto non risultante tra i finanziatori del progetto.

"Quanto dichiarato da Martinelli è assolutamente falso - ha continuato - perché è da una vita che frequento Sommocolonia, ho sempre partecipato alle iniziative e cinque-sei membri della mia famiglia hanno contribuito attivamente a finanziare il progetto. La parte più consistente di soldi, d'altronde, l'hanno messa proprio gli inglesi. Quindi ho più titolarità della signora Martinelli a parlare. In più non sono una sprovveduta. Opero nel settore commerciale a Londra, vanto esperienze passate a fianco di artisti di fama mondiale, come l’architetto Zaha Hadid, e credo di saper giudicare se un progetto è stato fatto bene oppure no".

Un altro luogo comune da sfatare, secondo Vincenti, sarebbe proprio il quadro "idilliaco" tracciato dal segretario dell'associazione ricreativa relativo al clima che si respira a Sommocolonia dopo la costruzione del manufatto e la sua collocazione nell'area della rocca.

"Martinelli sostiene che non c'è divisione nella popolazione di Sommocolonia e nella maggioranza della comunità straniera - ha incalzato Vincenti - e anche questo non è assolutamente vero. Alcune persone hanno lasciato il comitato ed altre addirittura non parlano più nemmeno con i loro parenti. Insomma, si vuol far passare il messaggio che il gruppo sia unito e armonioso quando invece lo stesso comitato si è diviso".

Vincenti ha anche parlato di un incontro che sarebbe avvenuto circa un anno fa in comune a Barga, durante un consiglio comunale, smontando la tesi sostenuta da Martinelli secondo cui era presente la maggioranza della comunità estera a difendere i loro obiettivi.

“Le persone che erano presenti in comune l’anno scorso – ha risposto Vincenti – erano state chiamate ad hoc per creare questa immagine falsa di condivisione, tanto che molte di loro nemmeno parlavano italiano”.

Andrea Vincenti era comunque determinata a portare avanti lo studio di una proposta alternativa insieme ai suoi due architetti, Andrea Bernardini e Sergio Cosimini, che già avevano trovato una precisa collocazione in un terreno di proprietà della signora nella parte alta del paese.

"L'idea era quella di spostare la costruzione in un terreno di proprietà della mia famiglia - ha concluso Vincenti - dietro al parcheggio vicino al monumento dei caduti, in una zona facilmente accessibile e collegabile con l'agriturismo che si trova in quella zona. Lo spostamento era quantificabile in circa 6 mila euro anche se il totale dei lavori ammonterebbe alla fine a circa 30 mila euro. Mi sarei messa però a disposizione per trovare i canali giusti per rinvenire le risorse necessarie. Magari organizzando importanti eventi culturali che avrebbero dato lustro al nostro paese e che avrebbero potuto valorizzarlo come esso merita".


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

lamm

Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


lunedì, 20 settembre 2021, 10:46

A Barga si presenta il libro di Massimo Capanni

Sabato 25 settembre alle ore 16 a Barga si terrà l’ultimo degli appuntamenti culturali “Itinerari letterari a Barga – tra ville e angoli suggestivi”


venerdì, 17 settembre 2021, 17:00

Si cerca ragazzo scomparso nel comune di Barga

La prefettura di Lucca ha attivato il piano di ricerca persone scomparse per Filippo Baccelli, allontanatosi al volante di una Renault, modello Kangoo, colore grigio scuro, targata BY938KM


Prenota questo spazio


giovedì, 16 settembre 2021, 09:22

Feniello: "Confusione sulla questione Casa del Buglia"

Il capogruppo di minoranza a Barga, Francesco Feniello, interviene in merito alla ben nota vicenda di Casa del Buglia a Fornaci di Barga che vede coinvolte Kme e l'amministrazione comunale


mercoledì, 15 settembre 2021, 19:16

"La nuova Barga" alla Fondazione Ricci: proseguono le aperture

Continuano ad emergere storie di abitazioni e famiglie barghigiane dalla mostra "La nuova Barga: architettura e arti decorative tra liberty e stile eclettico (1900-1935)", organizzata dalla Fondazione Ricci ETS e aperta a ingresso libero nella sede della Fondazione in via Roma 20 a Barga (LU) fino al 26 settembre


martedì, 14 settembre 2021, 16:42

Campani e Tonini: "Auguri per il nuovo anno scolastico"

Gli auguri del sindaco Caterina Campani e dell’assessore alla scuola Lorenzo Tonini, a nome dell’amministrazione di Barga, per il nuovo anno scolastico


martedì, 14 settembre 2021, 11:10

Si vota domani in Nigeria l'ampliamento della riserva MAB

Il comune di Barga ha deliberato da quasi un anno la volontà di entrare a far parte della riserva MAB (Man and Biosphere) dell’Appennino Tosco-Emiliano


Ricerca nel sito


bidiba


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio