Anno 3°

lunedì, 21 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga : fornaci di barga

Oltre 100 persone alla cena della Libellula: nasce la lista civica contro il pirogassificatore

venerdì, 14 dicembre 2018, 17:14

di loreno bertolacci

"Presenze politiche importanti quelle di ieri sera alla cena organizzata dal movimento “la Libellula” presso il ristorante “Il Bugno” di Fornaci di Barga...". Poteva iniziare così l’articolo se solo qualche politico si fosse degnato di partecipare al momento conviviale tanto atteso che sancisce un cambiamento nei rapporti tra i movimenti contro il pirogassificatore nella valle e i rappresentanti della politica locale. Un “silenzio assordante”, come è stato definito, quello dei rappresentanti politici locali, eletti proprio da quei cittadini che si sentono traditi da un atteggiamento poco chiaro e soprattutto mutevole da parte delle istituzioni locali.

Oltre 100 le persone intervenute in una serata particolarmente fredda, che hanno dato vita ad un confronto che ha portato inevitabilmente ad una novità che avrà conseguenze importanti sui nuovi assetti politici dei comuni nella imminente consultazione elettorale. Un nuovo soggetto politico costituito da una lista civica trasversale a tutto e a tutti, “avente come obiettivo quello di non far costruire quello strumento di morte annunciata per noi e per la nostra valle”.

I tanti presenti, definiti “lo zoccolo duro consolidato” di quei movimenti contrari alla realizzazione dell’inceneritore che costituirebbe un danno per la salute e l’economia di tutta la valle, hanno plaudito alla nuova iniziativa portata avanti dal movimento “No al pirogassificatore a Fornaci di Barga”. Il nuovo soggetto politico potrebbe spostare molti voti e di questo sono tutti consapevoli.

Purtroppo, parlando con i presenti, i dubbi sugli atteggiamenti dei politici locali, ci sono stati e sono ancora presenti nelle menti. Da un primo momento di silenzio siamo passati a prese di posizione da parte dei rappresentanti delle istituzioni a tutti i livelli, prese di posizione sconclusionate e spesso contraddittorie con l’operato ed i fatti. Poi le dichiarazioni pubbliche tra l’assessore regionale e il sindaco di Barga dove si scrive di non andare oltre in alcune affermazione per non mettere in eccessivo imbarazzo il sindaco. Le persone si chiedevano ieri sera: "Dove sta la verità? Cosa c’è dietro queste affermazioni? Chi sono quei soggetti che hanno partecipato ai primi incontri che avrebbero dato il via alla scellerata operazione di realizzare un pirogassificatore in valle?" Questi sono i quesiti che si pongono le persone, questi sono i dubbi che nutrono verso una classe politica eletta che non difende gli interessi della popolazione e soprattutto il bene essenziale ovvero la salute dei cittadini. Lo slogan “fuori i nomi” ricorre spesso tra le persone, ma questi nomi non vengono fuori. Il momento della verità però si avvina sempre di più e le posizioni di alcuni politici si fanno sempre più imbarazzanti, a detta di molti.

Altro argomento trattato è stato quello della ricaduta in termini occupazionali e di sviluppo sulle attività e sulla crescita della valle, soprattutto nel settore agricolo, turistico e nel commercio. La realizzazione da parte della Kme del pirogassificatore avrebbe grosse ripercussioni su queste attività. E’ stato affrontato anche il tema della svalutazione di tutti gli immobili nella valle a seguito della realizzazione dell’inceneritore, svalutazione fisiologica in quanto ognuno sarebbe portato ad acquistare altrove lo stesso manufatto, in una zona maggiormente salutare dove non si bruciano immondizie. Queste riflessioni preoccupano non poco le persone che vedono minati i risparmi ed i sacrifici di una vita, concentrati magari su una casa in proprietà piuttosto che un appartamento. Per questo tante persone si stanno muovendo per farsi valutare gli immobili da tecnici esperti allo stato attuale per poi confrontare lo stesso valore con quello che assumerebbe in caso venisse realizzato il pirogassificatore.

Tre aspetti, quello della salute in primis, quello occupazionale e di sviluppo turistico ed agricolo della valle oltre quello immobiliare. L’autunno che si preannunciava caldo ha lasciato il posto al freddo inverno; inverno che, di fatto, ha raffreddato i rapporti e che ci riserva tante sorprese.

Per ora i politici locali hanno trovato come regalo sotto l’albero un nuovo soggetto politico che addensa intorno a sé tutto il malcontento di quella popolazione che per anni ha votato personaggi che dovevano difendere i loro interessi, in primo luogo la salute. Popolazione che si sente però tradita da atteggiamenti ambigui e poco chiari, atteggiamenti spesso arroganti che hanno portato a decidere cose importanti per la collettività senza il necessario consenso democratico. I “sedicenti” (definizione spesso usata in questi ultimi tempi) manager e politici locali, non possono non tenere conto della volontà della gente. E se non si capisce il forte messaggio popolare, allora vale il detto: “mal voluto non fu mai troppo”.


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio


Directo Lucca


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


lunedì, 21 gennaio 2019, 14:34

HellsGate si mette in... stand by

HellsGate 2019 si mette in... stand-by. A comunicarlo gli stessi organizzatori che spiegano le ragioni di natura "tecnica" della traslazione temporale


lunedì, 21 gennaio 2019, 12:35

Vinicio Marchioni e Francesco Montanari in scena al Differenti di Barga

"Uno Zio Vanja" con Vinicio Marchioni e Francesco Montanari in scena mercoledì 30 gennaio (ore 21) al teatro dei Differenti di Barga. Biglietti in prevendita (da 13 a 20 €)


Prenota questo spazio


venerdì, 18 gennaio 2019, 10:52

Denunciati per guida in stato di ebbrezza: tolte due patenti

Nella notte di sabato scorso i carabinieri hanno denunciato a Fornaci di Barga un 32enne di Barga che ha evidenziato un tasso alcolemico pari a 0,98 g/l, e un 26enne residente a Capannori, che ha evidenziato un tasso alcolemico pari a 0,96 g/l.


giovedì, 17 gennaio 2019, 18:47

Nasce il comitato “Insieme per la Libellula”

Si è costituito il 9 gennaio il comitato “Insieme per la Libellula“: esso nasce allo scopo di raccogliere fondi e conferire incarichi e relative retribuzioni a esperti e consulenti tecnici, affinché analizzino il progetto di Kme e, in accordo col comitato, pongano in essere tutte le osservazioni e le azioni che siano utili...


giovedì, 17 gennaio 2019, 17:42

Libellula, quasi 10 mila firme contro il pirogassificatore: il 29 presidio a Firenze

Tante persone ieri sera all'ex scuola elementare di Fornaci di Barga. Due i punti all'ordine del giorno dell'assemblea operativa de La Libellula: l’organizzazione del presidio a Firenze per la consegna delle firme e l’annuncio della costituzione del Comitato “Insieme per la Libellula” 


giovedì, 17 gennaio 2019, 16:53

Pirogassificatore, Forza Italia attacca il Pd: "Inutile puntare il dito contro ciò che si è sempre sostenuto"

Il gruppo Forza Italia di Barga ribadisce di voler anteporre la salute dei cittadini e il mantenimento dell'occupazione a qualsiasi progetto di rilancio di Kme e, in merito alla questione "pirogassificatore", attacca il Pd che è passato da una linea politica a favore delle scelte regionali ad una diametralmente opposta


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio