Anno 3°

giovedì, 27 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga : fornaci di barga

Lime, dichiarate fallite le ex officine Kme

giovedì, 10 gennaio 2019, 09:34

Si è conclusa nel peggiore dei modi la vicenda dell’ex Kme divisione Lime di Campo Tizzoro. Con la sentenza del Tribunale di Lucca del 28 dicembre 2018 la Lime Italy SpA, a cui Kme Italy aveva ceduto le Officine Lime, è stata dichiarata fallita.

Si chiude così il capitolo Lime, storica azienda metalmeccanica nata negli anni 80 a Limestre Pistoiese per volere di Luigi Orlando. L'azienda, che faceva parte di Kme Italy spa era stata ceduta dalla stessa il 17 febbraio 2016 ad una società, Luxmen Group, costituita il 2 maggio 2013 con sede a Grosseto e di fatto controllata da una finanziaria con sede in Inghilterra, che fino a quel momento era praticamente inattiva. Il 1° marzo 2016 iniziava l'attività della nuova società gestita in modo non ufficiale da un ben noto imprenditore garfagnino molto conosciuto in vallata e reduce da un precedente fallimento che sicuramente non riponeva fiducia nei dipendenti, infatti i problemi, e vessazioni iniziarono subito, problemi che sfociarono con la richiesta di messa in mobilità di 18 dipendenti su 24, che si materializzò con conciliazione e licenziamento dei 18 alla fine del 2016.

Per i sei rimasti, due dei quali coinvolti in pieno nel progetto della joint-venture tra Kme ed una società cinese per la realizzazione di uno stabilimento in Cina si prospettavano tempi difficili visto che non c'erano sufficienti risorse umane ma nonostante questo furono portati avanti diversi progetti. La speranza dei rimasti era quella di essere riassunti in Kme Italy visto anche che in buona parte svolgevano attività per la stessa, speranze rimaste vane.

Nel corso del 2017 si accentuarono i problemi economici dell'azienda che nonostante gli introiti derivanti dal progetto “Cina” e dagli altri lavori portarono al mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti e al mancato pagamento dei ratei stabiliti in fase di conciliazione per gli ex dipendenti per non parlare dei debiti verso i fornitori. Ma le sorprese non erano ancora finite perchè a fine estate l'azienda comunicò ai sindacati l'intenzione di licenziare altri 2 dipendenti, uno dei quali il 10 novembre 2017 si tolse la vita. Altri due decisero che era l'ora di farla finita e dopo conciliazione furono messi in mobilità alla fine di febbraio 2018.

Per i tre rimasti a quel punto era questione di tempo ed infatti alla fine di giugno furono licenziati per cessata attività. Con la sentenza di fallimento la speranza dei dipendenti e degli ex è quella di potere avere accesso al fondo di solidarietà dell'Inps per recuperare parte degli stipendi e del Tfr e dei contributi al fondo Cometa che l'azienda per tutto il periodo di attività aveva detratto dalle buste paga ma non aveva mai versato.

Il rammarico più grande per la maggior parte dei dipendenti è quello di aver assistito alla fine della propria azienda, che ricordiamo faceva parte di un colosso industriale, nel silenzio generale di sindacati, politici locali, e istituzioni, ma soprattutto da Kme Italy; come che se la fine fosse stata

già sentenziata il 30 ottobre 2015 a Firenze quando fu firmato l'accordo tra le parti avvallato da una pseudo consultazione tra i dipendenti che nell'occasione erano in buona parte in trasferta all'estero senza che ci fosse un reale confronto faccia a faccia tra di loro.

A questo punto ai dipendenti per poter recuperare i loro stipendi non rimane altro che attendere l’esito della procedura fallimentare.


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio


Directo Lucca


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


mercoledì, 26 giugno 2019, 11:51

Tralerighe di Barga, tanti ospiti per il festival letterario

L'anteprima è affidata a Romano Zipolini con la storia del padre "marinaio" che partito da Barga ha vissuto i fatti della grande storia durante il secondo conflitto mondiale, e che oggi rappresenta un punto di riferimento


martedì, 25 giugno 2019, 14:07

Si presenta il progetto "Aria di ricerca in Valle del Serchio"

Il 1° luglio alle 21, presso l'aula Magna dell'I.S.I. Barga, in via dell'Acquedotto 18, verrà presentato il progetto "Aria di ricerca in Valle del Serchio"


Prenota questo spazio


lunedì, 24 giugno 2019, 10:07

"Vignette sul ring": acclamato il barghigiano Simone Togneri

Simone Togneri di Barga ha vinto il premio della giuria popolare di "Vignette sul Ring". Inoltre grazie alla vendita di 12 disegni realizzati live il pomeriggio di domenica in piazza Ricasoli, tra cui quello di Simone Togneri (battuto a 200 euro), sono stati raccolti 1.350 euro che La Magione del...


lunedì, 24 giugno 2019, 08:49

Festa di Pegnana, sotto i castagni tavoli imbanditi e buona cucina

Sta per prendere il via con tante iniziative la “Festa di Pegnana”, un classico per Barga e dintorni che attira centinaia di persone ogni anno e che sempre di più si sta affermando a livello locale ma non solo.


domenica, 23 giugno 2019, 13:38

Partita la stagione al Tweener Club Barga: sabato inaugurazione ufficiale

E’ partita a pieno ritmo la stagione estiva al circolo di tennis di Barga con l’apertura dei due campi in terra rossa. Con la nuova gestione di ASD Tweener Club Barga guidata dal presidente Marco Passarini tante novità per tutti che saranno presentate ufficialmente sabato 29 giugno a partire dalle...


domenica, 23 giugno 2019, 10:54

Ultima serata del Magione Beer Art Festival

Alle ore 17:00 l'apertura degli stand gastronomici e dei sette birrifici artigianali presenti in piazza: da Buti ilBirrificio di Buti; da Ponte a Moriano il birrificio Bruton; da Cenaia J63; da Pisa La Gilda dei Nani Birrai; da Livorno il Piccolo Birrificio Clandestino; da Piazza al Serchio La Petrognola e da Montecarlo Toptà


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio