Anno 3°

lunedì, 20 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga

Isi Barga, niente ferie per i docenti: scintille tra Cub e dirigente

sabato, 20 aprile 2019, 19:42

di andrea cosimini

La polemica è scoppiata a seguito di una circolare che la dirigente scolastica dell'Isi Barga, Catia Gonnella, ha emanato all'interno dell'istituto per comunicare che nei giorni 17, 26, 28, 29 e 30 aprile, e 2, 3 e 4 maggio, non sarebbero state concesse ferie al personale docente. 

Una decisione che ha fatto subito puntare i piedi alla Cub (Confederazione Unitaria di Base) Scuola Lucca che, appellandosi al diritto tutelato dal contratto collettivo, ha tacciato la preside di "abuso" dichiarando di aver segnalato il caso agli uffici scolastici. "E' grave - ha infatti commentato il sindacato - che, proprio alla vigilia di un giorno importante come il 25 aprile, in cui si ricorda la Liberazione dell'Italia dal fascismo, ci si sia dimenticati dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici. Le ferie sono tutelate dal contratto collettivo, ma anche dalla costituzione e dallo statuto dei lavoratori, come "diritto irrinunciabile". 

Cub Scuola, in particolare, ha riportato il caso riguardante un'insegnante dell'istituto iscritta al sindacato: "Un caso eclatante - ha spiegato - è stato quello di una docente, nostra iscritta, che ha chiesto le ferie per il 26 aprile con abbondante anticipo (a febbraio), trovando i sostituti (come previsto dal contratto nazionale della scuola), e queste le sono state negate. Si tratta di una grave violazione del contratto nazionale, dato che la fruizione dei giorni di permesso per motivi personali o familiari è un diritto del docente e in nessun caso una concessione del dirigente. In altre parole: se il docente chiede un permesso per motivo personale o familiare (autocertificato), il dirigente non può negarlo in nessun caso, nemmeno per (vere o presunte) esigenze di servizio".

A spiegare la situazione è stata però direttamente la preside che, con queste parole, ha giustificato la sua decisione: "E' vero - ha commentato la dirigente scolastica -, il contratto nazionale della scuola mi obbliga a concedere le ferie se, alla base, ci sono motivi personali o familiari documentati; ma la legge 228/12 mi impone anche di non versare oneri aggiuntivi per gli eventuali sostituti. Per questo la circolare: la situazione che si era venuta a creare era infatti di assoluto disagio; con 20 docenti assenti e una decina di insegnanti richiedenti le ferie, senza la possibilità di trovare in tempo io stessa (e non gli insegnanti) dei sostituti, il rischio era quello di non garantire il diritto allo studio ai ragazzi".

"Se la legge infatti prevede che una dirigente scolastica debba obbligatoriamente concedere le ferie ai docenti che lo richiedono - ha sottolineato la preside -, come gestire una situazione in cui un gruppo numeroso di insegnanti ne fa richiesta lo stesso giorno? E' tutta una questione di organizzazione. Per una volta mi sono trovata nella situazione in cui, concedendo le ferie ai docenti, non avrei garantito, non solo il diritto allo studio, ma anche quello alla sicurezza agli alunni che, una volta rientrati a scuola il 26 aprile, avrebbero rischiato di non trovare docenti in classe".

"Ben lungi da me - ha concluso quindi la preside - non rispettare i diritti dei lavoratori. Ho sempre concesso le ferie a tutti e sono ogni volta andata incontro alle loro esigenze accordando, ad esempio, il giorno libero. Ma questa volta si è creata una situazione di disagio che ha messo a rischio il regolare preseguimento delle lezioni. La mia priorità, innanzitutto, è quella di garantire agli studenti il diritto a trovare i docenti in classe al loro rientro a scuola".

Cub Scuola ha comunque affermato di aver girato la segnalazione di quanto accaduto agli uffici scolastici competenti: "Visto che non è la prima - ha concluso il sindacato - che i dirigenti scolastici si arrogano il diritto di scavalcare il contratto collettivo di lavoro, ci auguriamo che l'ufficio scolastico provinciale di Lucca e l'ufficio scolastico regionale della Toscana - a cui abbiamo mandato la segnalazione della violazione - vorranno intervenire per impedire gravi abusi di questo tipo".









Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio


Directo Lucca


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


lunedì, 20 maggio 2019, 11:29

Studenti a lezione sui rischi delle droghe a Fornaci

"Un mondo libero dalla droga", questo il nome dell'evento organizzato dall'omonima associazione internazionale e da "Gioventù per i diritti umani" alla scuola media di Fornaci di Barga


lunedì, 20 maggio 2019, 09:43

Kme premiata per tutela dell’ambiente e responsabilità sociale

Valle del Serchio ben rappresentata durante la cerimonia di ieri, alla chiesa di San Francesco a Lucca, per le premiazioni della “Fedeltà al lavoro e al progresso economico” della Camera di Commercio. Tra le imprese premiate anche Kme Italy spa (che a Fornaci di Barga vanta un proprio stabilimento) per...


Prenota questo spazio


domenica, 19 maggio 2019, 15:32

Il Giornale di Barga festeggia i suoi primi 70 anni

Il Giornale di Barga venne fondato da Bruno Sereni nel maggio del 1949 con la prima uscita che risale esattamente al 29 maggio di settanta anni fa. La cerimonia che ha ricordato questa importante data per la comunità barghigiana è stata anticipata a sabato 18 per la concomitanza dell’evento con...


domenica, 19 maggio 2019, 11:18

Lezioni informative sulle droghe nelle scuole medie di Fornaci

Lunedì 20 maggio, alla scuola media di Fornaci di Barga, i volontari dell’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga” terranno delle lezioni informative sugli effetti e sui pericoli delle droghe ai ragazzi delle classi prime e seconde della scuola media inferiore di Fornaci di Barga


sabato, 18 maggio 2019, 12:54

Cisl sul territorio: incontro a Fornaci

Cisl in tour sul territorio. Per essere più vicini alle esigenze, cogliere le istanze e saper lanciare più speditamente l'azione risolutiva. E' l'obiettivo del sindacato che lancia l'iniziativa "L'importanza del territorio" in vista delle Assemblee regionali e nazionali.


sabato, 18 maggio 2019, 12:04

Feniello scrive al ministero per chiedere la riattivazione della centralina anti-inquinamento

Il candidato sindaco di Barga Francesco Feniello ha scritto al ministro dell’ambiente e della tutela del territorio Sergio Costa e al ministro della salute Giulia Grillo per denunciare che il proprio comune, da diversi anni, non ha più effettuato una valutazione della qualità dell’aria mediante l’apposita centralina


Ricerca nel sito


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio