Anno 3°

martedì, 22 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga : fornaci di barga

La Libellula: "Processo partecipativo, Kme non pervenuta"

sabato, 12 ottobre 2019, 14:56

Il movimento per l'ambiente "La Libellula" interviene in vista dell'avvio della fase più importante del processo partecipativo “Tutti nella Stessa Barga”, riconosciuto e finanziato dalla Regione Toscana, ovvero quella degli incontri.

"Correva il 22 gennaio 2018 - esordisce il movimento - quando al cinema Puccini di Fornaci di Barga, al primo incontro pubblico organizzato dal movimento “La Libellula”, l’ingegner Pinassi, AD di KME, prometteva apertura e coinvolgimento con la popolazione del territorio per il suo progetto tanto agognato, ovvero il rilancio dello stabilimento tramite il famigerato (piro)gassificatore, anche se all’epoca non si parlava ancora dell’impianto dato che Pinassi era, parole sue, alla “ricerca di un combustibile” per poter autoprodurre l’energia elettrica".

"Da allora - spiega la Libellula - ne è passata di acqua sotto i ponti e l’impianto stesso, non solo è sorto (fortunatamente solo sulla carta, dove rimarrà) ma ha cambiato anche più volte nome, fino ad essere ribattezzato comicamente “piattaforma energetica”; tuttavia, della promessa di coinvolgimento dell’AD non è rimasta traccia, un po’ come di Carneade nella mente di Don Abbondio quando, all’inizio del capitolo ottavo dei Promessi Sposi, cercava invano di ricordare chi fosse il filosofo greco di Cirene: “sarà un letteratone del tempo antico?”, ruminava tra sé. Perché diciamo tutto questo? Come sapete da mercoledì 16 ottobre parte la fase più importante del processo partecipativo “Tutti nella Stessa Barga”, riconosciuto e finanziato dalla Regione Toscana, ovvero quella degli incontri (World Cafe) durante i quali, alla presenza e dopo gli interventi di esperti bipartisan, saranno discussi gli aspetti più critici del progetto KME da una platea di 70 cittadini estratti a sorte dall’anagrafe del comune di Barga più altri 20 nominati dalle due parti ovvero 10 dalla Libellula e 10 da KME. O almeno così doveva essere".

"Già - incalzano gli esponenti del movimento -, perché KME, oltre a non aver portato il suo responsabile nel Comitato di Garanzia del processo (la famosa “sedia vuota”), non ha nemmeno nominato i suoi 10 rappresentanti ai World Cafe, essendo scaduto il termine di giovedì 10 senza aver dato alcuna risposta: in poche parole l’azienda, proclami a parte, non sembra curarsi troppo del territorio e della popolazione, preferendo la compagnia di coloro che, politici compresi, sono sempre pronti a sostenere il progetto alle tavole da loro imbandite (qualcuno poi ci spiegherà come sia possibile che la Regione  possa far pubblicità e, allo stesso tempo, autorizzare un progetto, in barba a qualsiasi apparenza di imparzialità della pubblica amministrazione). Se KME pensa in questo modo di squalificare questa importante iniziativa, sappia che si sbaglia: con loro o senza di loro, il processo partecipativo andrà avanti. Col suo comportamento, l’azienda butta purtroppo al vento ogni occasione di confronto democratico sul progetto con i soggetti che più di tutti, certamente più dei signori Rossi e Fratoni, sono legittimati a sapere e a decidere del loro futuro: i cittadini della Valle del Serchio".

"Una parola - aggiunge La Libellula - non possiamo non spenderla infine su quanto abbiamo sentito in questi ultimi giorni riguardo alla incessante, ma allo stesso tempo ormai grottesca propaganda a favore degli inceneritori, pardon, termovalorizzatori, come lor signori li hanno rinominati in un italiano che farebbe rivoltare il Manzoni nella tomba. Non ci stupiamo certamente delle dichiarazioni degli industriali, come ad esempio quelle del presidente della sezione Carta e Cartotecnica di Confindustria Toscana Nord, Tiziano Pieretti, il quale afferma in una intervista “i termovalorizzatori non solo non contraddicono l’economia circolare: ne sono un anello fondamentale…questi impianti sono un fatto di civiltà, non un’insidia per la salute e per l’ambiente”: certo, concentrare in poche righe tante assurdità e negazioni di secoli di scienza (dalla legge di Lavoisier, che risale a fine ‘700, alle più recenti ricerche epidemiologiche) è senz’altro impresa ardua, ma non impossibile quando si hanno dei forti interessi economici in gioco.

"Spiace assai di più - conclude La Libellula - che a certi giochetti si prestino invece stimati giornalisti, come Milena Gabanelli, alla quale ha già risposto con competenza l’amico Rossano Ercolini: non abbiamo molto da aggiungere alle sue autorevoli parole, se non che ci dispiacerebbe che la Gabanelli andasse ad ingrossare le fila dei giornalisti passati da essere dei severi controllori del potere a suoi, consapevoli o meno non sta a noi dirlo, cantori. L’informazione, chi era costei?"


Questo articolo è stato letto volte.


Directo Lucca


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


lunedì, 21 ottobre 2019, 18:40

Torna "Thesweetday" da Theobroma: 10 anni e non sentirli

Torna anche quest’anno Thesweetday, il giorno più dolce per Theobroma Capolavori di Dolcezza, il giorno in cui si festeggia la nascita della cioccogelateria


lunedì, 21 ottobre 2019, 18:34

Inquinamento e polveri sottili, Fattori (Si'): "A Barga qualità dell'aria preoccupante"

La Regione Toscana si attivi con Arpat, in accordo col comune di Barga, perché sia installata una centralina fissa a Fornaci di Barga che garantisca il monitoraggio continuo della qualità dell'aria. E' quanto chiede Sì-Toscana a Sinistra in una mozione presentata in Consiglio regionale


Prenota questo spazio


lunedì, 21 ottobre 2019, 18:32

Cinema in corsia: l’esperienza del laboratorio di salute mentale di Barga al centro di un evento a Genova

"Cinema in corsia", il percorso integrato di riabilitazione attraverso l'immagine e l'immaginario, è stato tra i temi al centro del congresso "Mi prendo cura di te", promosso dall'Ordine delle professioni infermieristiche di Genova e che si è tenuto venerdì scorso, 18 ottobre, nel capoluogo ligure


domenica, 20 ottobre 2019, 18:13

Grande folla per l'ultimo saluto a Francesco

Chiesa del Sacro Cuore gremitissima in occasione dell'ultimo saluto al giovane arbitro e volontario Francesco Tontini, 18 anni, che giovedì sera è rimasto coinvolto in un tragico incidente sulla via principale di Fornaci di Barga


domenica, 20 ottobre 2019, 17:05

Cipaf: "Incidenti in Via della Repubblica, è giunta l'ora di trovare soluzioni"

Anche il Cipaf CNN di Fornaci di Barga, per voce del suo presidente Giuseppe Santi, chiede a gran voce provvedimenti dopo l'ultimo tragico incidente consumatosi lungo Via della Repubblica


domenica, 20 ottobre 2019, 16:22

Danneggiata panchina rossa contro la violenza sulle donne

Questa notte ignoti hanno danneggiato la panchina rossa davanti alla monumento degli Alpini di Barga. Gesto inqualificabile


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio