Anno 3°

martedì, 12 novembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga

Dibattito sulla sanità a Fornaci: tra carenza di personale e taglio dei servizi

sabato, 9 novembre 2019, 08:34

di viola pieroni

Si torna a parlare di sanità pubblica in Valle del Serchio. Ieri sera, nella sala sopra la sede distaccata del comune di Barga, all’interno dello stabile della stazione di Fornaci, si è tenuto infatti un interessante dibattito sul tema, organizzato dal Comitato per l’Attuazione della Costituzione Valle del Serchio.

Le prime domande poste dal coordinatore dell’iniziativa “In difesa della sanità pubblica - mobilitiamoci” sono state decise e chiare: “L'articolo 32 della costituzione che recita “la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti” è oggi applicato? Che prospettive ha?”

“Nella sanità – ha sottolineato il coordinatore - esiste un problema di carenza del personale, ma anche - cosa che riscontriamo pure nella nostra zona – di taglio ai servizi per fare le visite specialistiche, non negli ambulatori territoriali, ma in quelli privati; oltretutto c’è una quotidiana lamentela generalizzata riguardo al modo in cui sono organizzati gli ospedali, specialmente in tema delle liste di attesa (nonostante questo non sia un problema locale, ma generale): ovvio che le liste d’attesa lunghe sono anche un modo per costringere i pazienti a rivolgersi alla sanità privata, e siamo purtroppo consapevoli che a volte i medici sono anch’essi responsabili nel favorire un certo tipo di meccanismo, poiché l’impostazione generale attualmente è quella per cui la sanità è un’azienda. Se è vero che questo principio non è applicato, allora, la domanda è: come mai? Il fatto fondamentale è che, in Italia, si spende sempre meno in sanità.”

Ha poi presentato una serie di dati riferiti ai prezzi delle spese per la sanità, nei paesi considerati più sviluppati (la quota di PIL in percentuale che questi paesi OCSE spendono): “Nel 2019 (dato confermato dal governo-conte-bis) la spesa sanitaria nazionale Italiana è pari al 6,6% del PIL. In Gran Bretagna però si spende l'8,8%, l'Olanda spende il 9%, in Svezia il 9,2%, la Germania 9,9% e la Francia il 10%. Allo stesso modo, siamo tra gli ultimi in quanto a posti letto ogni mille abitanti, non solo nel mondo ma specialmente in Europa. Per quanto riguarda la spesa privata, in Italia siamo al 23,6% mentre anche solo la Francia non arriva al 10%. Esiste un problema di risorse destinate alla sanità pubblica sì o no?” Il coordinatore ha concluso poi dicendo che il nostro paese sta “accettando da molti anni vincoli esterni incompatibili con i principi della costituzione.”

Paolo Sarti, pediatra, consigliere regionale del gruppo Sì Toscana a Sinistra, ha invece parlato di come i tagli effettuati dalla riduzione del numero di Usl - unità sanitaria locale - (ora Asl - azienda sanitaria locale) non abbiano portato a grandi risparmi essenzialmente perché – secondo il relatore - queste “grandi aziende" necessitavano di capi, vicecapo e direttori. “Oggi – ha esordito - abbiamo una sanità integrativa, multipilastro, ma non accordata con il servizio pubblico: basti pensare che la sanità privata ha interesse nel fare visite; nel servizio pubblico non c’è tale interesse. Una recente riforma, che consisteva nell'eliminare posti letto, era inattuabile perché il territorio non era attrezzato: ormai da quattro anni quindi si sono sviluppati molti danni, soprattutto passando al privato. Abbiamo allontanato dal servizio pubblico ciò che doveva essere gestito da questo territorio: il “profitto” di queste aziende dovrebbe essere la salute dei cittadini, ma anche solo passando da Usl a Asl abbiamo forse perso questa possibilità.”

Luca Dinelli, sindacalista della RSU Fials Usl Toscana nord ovest, infine, ha chiesto retoricamente: “Cosa accadrà con il cambio legislatura regionale? Per me ben poco perché la problematica è la legislatura nazionale e sovranazionale, ad esempio il vincolo di bilancio inserito nella costituzione. Oltre alla sanità, infatti, i tagli sono stati fatti nelle pensioni, trasporti, scuola, comuni etc.” Poi ha aggiunto: “Molto spesso negli ospedali ci sono macchinari che però sono sproporzionati alla presenza del personale, che comunque deve saperlo gestire.”

Alla fine del confronto svariati partecipanti tra il pubblico hanno deciso di intervenire riuscendo a creare un piccolo dibattito sul tema, facendo appello ai moderatori della serata per chiarimenti e dubbi. Citate le questioni dell'ormai onnipresente (in tema sanitario) pirogassificatore, spiacevoli considerazioni su eventi avvenuti nelle strutture sanitarie pubbliche o private e anche… poesie.

Tutto questo accompagnato da un clima particolarmente rilassato e di interesse, nonostante alcune opinioni contrastanti.


Questo articolo è stato letto volte.


Directo Lucca


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


lunedì, 11 novembre 2019, 15:45

Successo per la conferenza del dottor Manuele Bellonzi

Si è tenuta sabato 9 novembre alla Fondazione Ricci di Barga la conferenza del dottor Manuele Bellonzi, dal titolo: Due medici toscani del Settecento e i rapporti con la cultura britannica: il mugellano Antonio Cocchi e Michelangelo Giannetti da Barga


sabato, 9 novembre 2019, 21:17

Aria di ricerca all'Isi Barga: una serata di scienza con cittadini e ricercatori

“Aria di ricerca in Valle del Serchio”: questo il nome della serata dedicata all’etica della ricerca scientifica nell'epoca della scienza “per e dei cittadini" che si è svolta stasera, alle 18, presso l'aula magna dell’Isi Barga


Prenota questo spazio


venerdì, 8 novembre 2019, 15:56

Kme, rinnovata cassa integrazione: accordo fino al 23 settembre 2020

Un passo in avanti per il futuro degli stabilimenti di Kme in Italia. Oggi a Roma, al Ministero del lavoro, è stata rinnovata la cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione fino al 23 settembre 2020


venerdì, 8 novembre 2019, 14:33

Al Cinema Roma una mattinata dedicata a Nazareno

Un ricordo, ricco di testimonianze, della vita in guerra di quei tanti giovani che partirono, chi da Lucca, chi dai piccoli paesi della valle, chi addirittura da paesi stranieri, per andare a combattere sul fronte, donando spesso la vita al tricolore.


venerdì, 8 novembre 2019, 13:42

Al via la stagione di prosa del Teatro dei Differenti

Il teatro dei Differenti inaugura la stagione con l'Orchestra Multietnica di Arezzo e Ginevra di Marco in scena a Barga giovedì 14 novembre, ore 21. Uno spettacolo unico che si muove all'interno della tradizione musicale popolare non solo italiana


giovedì, 7 novembre 2019, 18:16

Casa del Buglia, Kme ricorre al Tar: il 13 l'udienza

Non si ferma lo scontro tra comune di Barga e Kme per la Casa del Buglia, storica abitazione fornacina che si trovava sul territorio dell’azienda, demolita nei mesi scorsi per un intervento di messa in sicurezza dopo alcuni gravi danni causati dal meteo nel 2018, ma di cui l’amministrazione nel...


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio