Anno 3°

sabato, 7 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Barga

Paola Marchi e il sufismo: "Il lato mistico dell'Islam"

martedì, 12 novembre 2019, 17:06

di tommaso boggi

“Nove Novelle Sufi”, questo il titolo del libro, tanto per grandi quanto per bambini, che verrà presentato alla Fondazione Ricci sabato 16 novembre alle ore 16 e 30. Una serie di novelle direttamente dalla tradizione del sufismo, una corrente che si rifà alla dimensione mistica dell’Islam, particolarmente osteggiata nel mondo sciita e che portò nel 2017 al massacro di oltre 300 sufi in Egitto.

La presentazione vedrà l’intervento di Gabriele Bianchi della Fondazione Camelot di Firenze, pittore, scultore, scrittore, sufi che scrisse nel 2011 “La Santa Cupola Verde”, oltre che la presenza di Paola Marchi, promotrice del libro ed illustratrice delle sue novelle, che esporrà alla Fondazione Ricci i disegni originali. 

Proprio Paola Marchi ha raccontato la nascita di questo progetto ai microfoni della Gazzetta del Serchio:

Paola Marchi come nasce il progetto di questo libro?

“Questo progetto nasce perché, quando stavo a Bergamo anni fa, andai in libreria e trovai un libro sulle novelle sufi. Il sufismo è la parte mistica dell’islam, che non c’entra niente con quello che si sa di questa religione, perché ha a che fare col misticismo. Queste novelle infatti sono storie sapienziali che contengono insegnamenti sulla vita e che hanno, come unico scopo, quello di aiutare le persone a stare meglio. Ne lessi alcune e decisi che sarebbe stato bello raccontarle ai miei bambini, allora ne illustrai tre per fargliele vedere e venne fuori un piccolo libricino”.

Poi cosa successe?

“All’epoca contattai Gabriele Mandel Khan, che conobbi quando vidi il film di Battiato “Niente è come sembra” dove interpretava se stesso, lì mi colpì profondamente perché disse una cosa che ho sempre riscontrato: ovvero che le ultime tendenze della fisica quantistica dicono le stesse cose che hanno detto i mistici di tutte le religioni da sempre. Guardando i titoli di coda quindi trovai il nome di Gabriele Mandel Khan, che prese questo nome perché Gabriele D’Annunzio fu il suo padrino, un personaggio incredibile che scoprii essere Tarika della Confraternita dei Sufi Jerrahi – Halveti di Milano, uno psicanalista, professore universitario, artista, musicoterapeuta e molto altro.

Cosa accadde con Gabriele Mandel Khan?

“Riuscii a reperire la sua mail e scoprii un mondo. Lui mi rispose subito gentilissimo facendosi mandare le fotocopie del mio libricino ed un giorno mi arrivò una sua mail che mi scrisse “solo per dirle che il suo librino mi tiene sempre compagnia”, dopo tre giorni mi arrivò una comunicazione dalla confraternita che mi informava della sua morte.  A questo punto io scoprii che era malato di cancro ed era all’ospedale e per me il fatto che all’ultimo, tre giorni prima di lasciarci, abbia avuto il pensiero di scrivermi mi è rimasto impresso nell’animo.

Quindi arriviamo infine all’attuale pubblicazione.

“Conobbi quindi un editore e iniziai ad illustrarne altre sei, il risultato è un libro per bambini ma che in realtà è anche per adulti: infatti è necessario che sia il genitore a leggerlo al bambino come scritto nella prefazione. Non serve tanto, bastano cinque minuti la sera con il bambino, poi magari leggerne un’altra dopo tre giorni, questo perché sono storie strane che se lette ti lasciano spaesato, sia te, genitore, che il bambino, perché c’è bisogno di tempo per elaborare. Sono storie che magari capisci dopo anni, ma che ti rimangono dentro per sempre”.


Questo articolo è stato letto volte.


Directo Lucca


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Barga


sabato, 7 dicembre 2019, 20:14

Fiamme all'esterno di un'abitazione, intervengono i vigili

I vigili del fuoco di Castelnuovo sono intervenuti stamattina, intorno alle 10, a Fornaci di Barga per un presunto incendio ad un'abitazione


venerdì, 6 dicembre 2019, 20:35

Nuova vita per gli Archi della Ripa

Tornano a risplendere dopo cinque anni gli Archi della Ripa, uno dei simboli del centro storico di Barga crollati durante l’alluvione del 2014, finalmente di nuovo in piedi con un’illuminazione che ne valorizza a pieno la maestosa bellezza


Prenota questo spazio


venerdì, 6 dicembre 2019, 11:22

Isi Barga, nuovi arredi e attrezzature sportive

La provincia di Lucca acquisterà a breve nuovi arredi e moderne attrezzature sportive per alcune palestre collegate alle scuole superiori del territorio gestite dall'ente di Palazzo Ducale. Lo stanziamento è di 180mila euro ed è stato ratificato da un apposito decreto deliberativo firmato dal presidente della provincia Luca Menesini


giovedì, 5 dicembre 2019, 20:50

Rinnovati gli organi sociali del Gvs: Feniello nuovo presidente

La sera del 4 dicembre, nella prima seduta del consiglio, sono state assegnate le cariche sociali. Francesco Feniello è il nuovo presidente. Vicepresidente è Enrico Peccioli; Simona Angeloni è la segretaria e per la carica di tesoriere è stata votata Maria Renucci


giovedì, 5 dicembre 2019, 14:23

Progetto Comune: "Automedica e punto Pet, urge consiglio su sanità"

Il gruppo consiliare di minoranza del comune di Barga, Progetto Comune - Feniello Sindaco, ha chiesto al primo cittadino la convocazione urgente del consiglio comunale per discutere sull'eventuale spostamento dell'automedica da Barga e del punto PET, come emerso dalle dichiarazione dell'assessore alla sanità del comune di Castelnuovo Patricia Tolaini


martedì, 3 dicembre 2019, 12:20

Barga capitale del cioccolato

Un programma ricco e con grandi novità quello della 14esima edizione di Barga in Cioccolato, organizzato da We Planner Eventi di Barbara Bonuccelli assieme al comune di Barga, che aprirà ufficialmente la stagione delle feste natalizie del paese sabato 7 e domenica 8 dicembre


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio