Spazio disponibilie
   Anno X
Mercoledì 29 Giugno 2022
  - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Ultime notizie brevi
10 Giugno 2022

Visite: 2086

“Una tassa occulta che sfiora il 30% che ogni attività si trova a pagare ricevendo un buono pasto. Una situazione denunciata da tempo ma che nessuno sembra affrontare. Per questo abbiamo deciso di mettere in campo una protesta clamorosa: mercoledì 15 giugno le attività che aderiscono all’iniziativa non accetteranno i ticket”. L’annuncio arriva da Confesercenti Toscana Nord, con il suo coordinatore del sindacato pubblici esercizi Fiepet Adriano Rapaioli, associazione che ha aderito alla campagna nazionale insieme a Ancd Conad, Ancc Coop, Fiepet Confesercenti, Federdistribuzione, Fida e Fipe-Confcommercio.

“Ormai le imprese non riescono più a stare nei costi – spiega - è estremamente necessaria un’immediata riforma complessiva del sistema mutuando ciò che avviene in altri Paesi, con il fine di assicurare il rispetto del valore nominale del ticket ed eliminare le gravose commissioni pagate dagli esercizi presso i quali i buoni pasto vengono utilizzati. Questa forma di protesta deve far comprendere al governo, ma anche ai clienti che sicuramente in questo caso saranno penalizzati, che occorre un intervento risolutivo: un buono pasto da 8 euro deve valere 8 euro anche per l’esercente e non decurtato da altissime commissioni. Senza considerare che devono essere definiti tempi certi di rimborso da parte delle società emettitrici”.

Confesercenti Toscana Nord entra nel dettaglio del meccanismo dei buoni pasto e quindi nei motivi della protesta. “Grazie al massimo ribasso lo Stato, ovvero tutti noi, risparmia fino al 18-20% sul valore dei buoni, ma è un costo che di fatto viene poi pagato dagli esercizi in cui viene speso il ticket. I margini degli esercizi commerciali italiani però così si riducono sempre più, e con l'attuale situazione, tra inflazione e caro energia aggiungendo le tempistiche molto incerte dei rimborsi dei buoni, ecco che la situazione è davvero critica”.

La conclusione di Adriano Rapaioli. “Il 15 giugno pubblici esercizi, ma anche alimentari, non accetteranno i buoni pasto affiggendo una locandina in cui si spiega i motivi della protesta. Le nostre richieste sono chiarissime: Lo stop alla formula di fatto del massimo ribasso. L’urgenza è dettata dall’imminente gara Consip Bp10 (Buoni pasti edizione 10) del valore di 1.250 milioni di euro che comporterebbe una tassa occulta a carico di pubblici esercizi di oltre 200 milioni. Inoltre chiediamo la riforma del mercato dei buoni pasto intervenendo sull’articolo 144 del Codice dei pubblici appalti che prevede che lo sconto incondizionato, di fatto una commissione, applicato dagli emittenti agli esercenti non possa essere più basso dello sconto applicato dagli emettitori in sede di gara alla Consip”.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIMI ARTICOLI

Spazio disponibilie

Sabato 2 luglio, alle ore 18, Pierpaolo Orlando, presidente e direttore artistico di "Fenysia – Scuola di Linguaggi della Cultura", presenta la sua prima raccolta in versi Per ogni nome una poesia (Interno libri)

Ormai da anni l’amministrazione comunale rende omaggio il 2 luglio alla storia dell’Arandora Star e delle sue vittime

Spazio disponibilie

Andrea Oliva al flauto e Matteo Fossi al pianoforte in concerto giovedì 30 giugno alle 21,30 al teatro Alfieri di Castelnuovo Garfagnana per l'International Academy of Music Festival. In programma musiche di Mozart e Beethoven. Ingresso libero

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di un operaio castelnuovese che lamenta lo scorrimento a singhiozzo nel quale ogni giorno si imbatte per raggiungere con l'auto il proprio posto di lavoro

Spazio disponibilie

Conferenza dei sindaci della Valle del Serchio: discussi i principali temi sanitari. Tra i settori oggetto della discussione la cardiologia, la radiologia, il 118

Più di mille atleti, provenienti da tutta Europa, si sono confrontati nella gara standard (16.5km e 52 ostacoli) per il titolo di campione europeo assoluto e di categoria

Graal/Cult/Fest è un festival diffuso di spettacolo, performing arts, cultura e storia del territorio con la direzione artistica di Consuelo Barilari che si svolge in tempo d'estate, tra prati e boschi, in mezzo alla natura nel verde dei parchi delle Alpi Apuane e dell'Appennino Tosco Emiliano lungo la valle del Serchio, nello spazio denso di storie e mistero di un territorio ancora oggi quasi incontaminato la Garfagnana

L'alfiere di HP SPORT tra i protagonisti del tricolore CIAR al rally di Alba con la Skoda Fabia Evo della GF Racing gommata Michelin e Titti Ghilardi alle note nell’impegnativa gara piemontese

Spazio disponibilie

Il comandante provinciale dei vigili del fuoco ing. Calogero Daidone ha incontrato i sindaci dei comuni della Garfagnana presso la sede dell’Unione Comuni Garfagnana

Viene temporaneamente chiuso il Ponte della Variante di San Donnino, a causa di deformazioni improvvise che sono al momento allo studio dei tecnici della provincia

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie