Anno 3°

giovedì, 18 ottobre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Castelnuovo

Due mesi di reclusione all’attivista per lesioni all’ex assessore Picchetti

martedì, 15 maggio 2018, 23:03

di simone pierotti

Martedì 8 maggio, ad oltre 8 anni dal fatto, il Tribunale di Lucca ha condannato L. M. a due mesi di reclusione (pena sospesa) e a 5 mila euro di multa per lesioni aggravate all’allora assessore comunale di Castelnuovo Elena Picchetti. Si conclude quindi, o meglio si conclude la prima fase, di una vicenda che nel lontano 2010 fece discutere e, per alcuni giorni, divenne un caso mediatico a livello nazionale, con l’interessamento dei principali organi di stampa e interventi da parte di politici e amministratori vari.

E’ la sera del 22 gennaio 2010: al teatrino di Torrite è stata organizzata un’assemblea pubblica organizzata dal comitato “Io mi rifiuto”, nato per protestare contro il cosiddetto “caro rifiuti”. Sono anni “caldi” per quanto riguarda la gestione dei rifiuti in Garfagnana, con i costi che, come sovente accade, vengono ripartiti sui cittadini e sulle attività commerciali. In particolare la protesta parte da Torrite, frazione nella quale era iniziata in via sperimentale la raccolta differenziata, senza tuttavia portare benefici economici per i suoi abitanti, anzi aumenti come per tutto il resto del territorio. Alla riunione, che si protrasse fino a tardi, parteciparono i rappresentanti dell’allora amministrazione comunale di Castelnuovo, tra cui l’assessore alle partecipate Elena Picchetti.

La discussione e gli interventi furono diversi e dai toni anche accesi ma senza trascendere. Al termine dell’assemblea, avvenne l’episodio incriminato, sul quale le versioni sono due, diametralmente opposte, e sul quale il Tribunale di Lucca ha emesso la condanna. L’ex assessore Picchetti presentò querela nei confronti di L. M. che, invece, ha sempre dichiarato che i fatti erano stati ingigantiti e strumentalizzati. Il Giudice di Pace di Castelnuovo, nel 2014, ha rinviato il caso alla Procura per incompetenza e, nel 2017, è iniziato il processo al Tribunale di Lucca. La sentenza, come detto, è stata emessa l’8 maggio dal giudice Dal Torrione, la pena è stata sospesa. Il P.M. aveva chiesto 8 mesi di condanna.

 


Questo articolo è stato letto volte.


Lucar 2016


tuttonatura2016


prenota_spazio


notini


Prenota questo spazio


Altri articoli in Castelnuovo


puntoeacapo


mercoledì, 17 ottobre 2018, 15:43

Ultimo atto per il progetto “SuperAbile” 2018

Terminerà domenica 21 ottobre la quarta edizione di SuperAbile, un evento che si prefigge di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle barriere architettoniche


martedì, 16 ottobre 2018, 13:49

Bianchini: "Parco Danilo Boschi abbandonato, una vergogna"

Il parco "Danilo Boschi" torna a far parlare di sé, ma lo fa, purtroppo, per l'ennesima segnalazione di degrado. Questa volta è la consigliera di opposizione Silvia Bianchini ad intervenire sulla questione


Prenota questo spazio


lunedì, 15 ottobre 2018, 16:07

Torna l’Alfieri Gremito: cinque spettacoli amatoriali abbinati alle società sportive

La fortunata rassegna, nata da un’intuizione partorita congiuntamente dell’amministrazione comunale di Castelnuovo e la Fita Lucca, integrerà il già ricco cartellone di prosa (che partirà solo a gennaio 2019) con una programmazione amatoriale, certamente, ma di altissimo livello che vivacizzerà il Teatro tutti i venerdì sera fino al 16 novembre


lunedì, 15 ottobre 2018, 13:10

Riaperto il centro socio-sanitario dopo l'allagamento

L’Azienda USL Toscana nord ovest comunica che è stata riaperta oggi la sede del centro socio-sanitario di via Puccini a Castelnuovo Garfagnana, dove alla fine di settembre le attività erano state temporaneamente sospese a seguito di un guasto agli impianti idraulici


mercoledì, 10 ottobre 2018, 18:49

Grande successo per "ArteArredo" con la chef Palma D’Onofrio

Grande successo per la terza edizione di ArteArredo, manifestazione culturale che avvicina il mondo dell'arte a quello dell'arredamento svoltasi presso i locali di Arredamenti Tardelli a Castelnuovo di Garfagnana


mercoledì, 10 ottobre 2018, 17:13

Combattere le fake news: l'ordine dei medici lancia la campagna “Una bufala ci seppellirà?”

Una operazione shock, con frasi riportate sopra lapidi come, per esempio, “avevo acquistato sul web un farmaco miracoloso”: in questo modo l'ordine dei medici ha lanciato una campagna di sensibilizzazione dal titolo “Una bufala ci seppellirà?”.


Ricerca nel sito


prenota_spazio


karisma


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!