Anno 3°

giovedì, 16 agosto 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Castelnuovo

Alba Donati: "Vi presento la mia... Bella Estate"

venerdì, 10 agosto 2018, 20:18

di andrea cosimini

Può essere definita un'eccellenza della nostra terra. Poetessa, critica, intellettuale. Vincitrice di prestigiosi premi a livello nazionale, presidente del gabinetto scientifico letterario "G.P. Vieusseux" e fondatrice della prima scuola dei linguaggi della cultura, "Fenysia". Alba Donati affonda le sue radici proprio qui. In Valle del Serchio. A Lucignana, per la precisione, un piccolo paesino in pietra del comune di Coreglia, dove è nata e cresciuta, prima di trasferirsi a Firenze per completare gli studi liceali. Da due anni è curatrice della fortunata rassegna "La Bella Estate" a Castelnuovo. Un'iniziativa culturale di rilievo, non solo per la valle ma per l'intera provincia, in grado di attirare nomi di spicco nel panorama italiano. Da Marco Damilano a Paolo Crepet, passando per Laura Morante e Dacia Maraini. Un ventaglio di ospiti di eccezione che, uniti al grande responso di pubblico, fanno di questa manifestazione un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di cultura.

Con lei abbiamo avuto modo di fare due chiacchiere prima dell'incontro di presentazione della sua ultima raccolta, intitolata "Tu, paesaggio dell'infanzia. Tutte le poesie 1997-2018", che l'ha vista per la prima volta protagonista assoluta sul palco de "La Bella Estate" accompagnata dall'autorevole traduttrice Ilide Carmignani e dallo scrittore e giornalista Vincenzo Pardini.

Alba Donati, come le è venuta in mente l'idea de "La Bella Estate"?

"L'idea è venuta al sindaco Andrea Tagliasacchi. Un politico serio, in grado di valorizzare il nostro territorio attraverso la cultura. Io l'ho conosciuto per la prima volta a Coreglia, vent'anni fa, per la presentazione di un mio libro. Da allora è nata una collaborazione che continua ancora oggi".

A lei è stato affidato il compito di curare la rassegna. Come ha scelto gli ospiti per questa edizione?

"Ho pensato di chiamare autori che non fossero "di cassetta", ma comunque conosciuti per richiamare pubblico. E devo dire che la cosa più bella è stata la risposta della gente".

Se la aspettava?

"Sinceramente no. Sono rimasta piacevolmente sorpresa. Eventi come quello di stasera, dedicato esclusivamente alla poesia, sono in grado di richiamare massimo una ventina di persone nelle librerie a Firenze. Qua sono stati toccati picchi anche di 400 persone".

E' stato difficile convincere i grandi nomi a venire a Castelnuovo per questa neonata rassegna?

"No. Lavoro nell'editoria da tanti anni e non è stato complicato chiamare gli autori. Le case editrici si sono semplicemente fidate di me perché sanno che, se faccio una cosa, la faccio bene".

Tra gli ospiti de "La Bella Estate" anche alcuni nomi legati alla nostra terra. Perché questa scelta?

"Gli ospiti vengono scelti in base a diversi criteri. Se hanno da poco pubblicato un libro che fa discutere, ad esempio. Oppure se trattano di temi che possono essere vicini al nostro territorio. Si cercano sempre, comunque, dei collegamenti tra gli autori scelti e la zona".

Piccola curiosità. C'è un grande nome che ha chiamato come ospite ma che non è potuto venire?

"Sì, Guccini. Lo volevamo a Castelnuovo ma, purtroppo, non ce l'abbiamo fatta a farlo venire perché non se la sentiva. Così abbiamo dovuto rimandare l'appuntamento".

E c'è qualche nome nel cassetto che, magari, vorrebbe chiamare per le prossime edizioni?

"Certo. Mi piacerebbe molto avere come ospite lo scrittore Paolo Cognetti, per parlare di montagna, ma so che è molto impegnato perché sta preparando il suo secondo libro. E mi piacerebbe molto avere anche Marco Malvaldi perché è molto simpatico".

Potrebbe chiamarli per questo inverno. A proposito, riproporrete "La Bella Estate... d'Inverno"?

"Credo che la versione invernale, meno ricca, si possa evitare. Direi di puntare maggiormente sul format estivo di successo".

Chi c'è, oltre a lei, dietro l'organizzazione di una rassegna di questo spessore?

"Ho due collaboratrici, Caterina e Francesca, che si occupano dell'accoglienza degli ospiti, e la pro loco che mi dà un sostegno. Per il resto faccio tutto io".





Questo articolo è stato letto volte.


Lucar 2016


tuttonatura2016


castelnuovo


settimana commercio


Prenota questo spazio


Altri articoli in Castelnuovo


puntoeacapo


giovedì, 16 agosto 2018, 09:22

Settimana del Commercio: torte, bande e musica in attesa del “primo” gran finale

È la notte delle tipicità con la sfida finale della gara delle torte presentata in piazza Umberto da Fabrizio Diolaiuti. Per le vie si muoveranno le bande in collaborazione con l’associazione Anbima di Lucca tra cui la Filarmonica Verdi di Castelnuovo diretta dal maestro Stefano Pennacchi, da ben 23 anni,...


mercoledì, 15 agosto 2018, 09:44

Ferragosto, giornata rinascimentale alla Settimana del Commercio

Sarà Ludovico Ariosto ed i personaggi della sua corte e le popolane i grandi protagonisti di questo 15 agosto a Castelnuovo. Si parte già dal pomeriggio con gli sbandieratori di Gallicano, il mercatino delle popolane, giocolieri, falconieri


Prenota questo spazio


martedì, 14 agosto 2018, 20:24

Torrite si stringe per l'ultimo saluto a "Charly"

La piccola comunità si è ritrovata oggi, presso la chiesa parrocchiale del paese, per lasciare un ultimo saluto a Carlos "Charly" Santini, 67 anni, titolare di un autosalone a Torrite e tra i primi ad inventarsi una radio privata in Garfagnana


martedì, 14 agosto 2018, 10:30

Settimana, maghi e Garfcanina per l’antipasto di Ferragosto

Si parte stasera con lo show di magia della delegazione lucchese del Club Magico Italiano in una giornata speciale per i bambini che nel pomeriggio potranno fare merenda con pane e nutella e disegnare nel Loggiato Porta.


lunedì, 13 agosto 2018, 09:13

La Settimana del Commercio accende i… motori

Dopo l’ottimo inizio, la Settimana del Commercio si avvicina a Ferragosto con una serata dedicata ai motori. Infatti, stasera saranno i raduni automobilistici a due e quattro ruote i grandi protagonisti


domenica, 12 agosto 2018, 16:26

Castelnuovo in lutto per scomparsa di Carlos Santini

Castelnuovo in lutto per la morte di Carlos Santini (67 anni), conosciuto da tutti come “Charly”, titolare di un autosalone in località Torrite. Originario del Brasile, ma residente ormai da anni nel capoluogo garfagnino, è stato tra i primi ad inventarsi una radio privata che trasmetteva inizialmente da Castiglione


Ricerca nel sito


prenota_spazio


karisma


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!