Anno X

mercoledì, 26 gennaio 2022 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Castelnuovo

Niente 'effetto saldi': il Covid affossa il commercio anche a Castelnuovo

giovedì, 13 gennaio 2022, 13:10

di simone pierotti

Che il covid stia condizionando la vita sociale ed economica dell’Italia e del mondo intero non è certamente una novità, tra i vari alti e bassi dei picchi della pandemia, tra restrizioni e riaperture. Dopo quasi due anni è la volta della variante “omicron” con una nuova ondata che sta mettendo a casa centinaia di migliaia di persone, tra casi di positività e quarantene. Una situazione a cui non sfugge la Garfagnana e Castelnuovo di Garfagnana, il suo centro vitale commerciale ed economico. Il 5 gennaio sono iniziati i saldi che, storicamente, costituiscono un nesso di continuità tra gli acquisti delle festività e quelli a sconto: sarebbe stata una bella boccata di ossigeno per le difficoltà del settore, invece il covid ha di nuovo stoppato tutto.

Dopo il Natale, a Castelnuovo, come del resto in altre realtà della Valle, si vive in una sorta di lockdown mascherato, con centinaia di persone e famiglie chiuse in casa per covid. Fare una passeggiata in centro, nel giorno del mercato cittadino, ci rende bene l’idea: poca gente, pochi sacchetti pieni, commercianti che lavorano a singhiozzo.

“Passata l’euforia del Natale – ci dice Pino Venturelli di Masquenada - si sperava che la partenza dei saldi al 5 gennaio dei saldo ci potesse dare una continuità di lavoro. Questo non c’è stato purtroppo, tanta gente non esce di casa o comunque non può uscire, il lavoro si è fermato, nonostante i prezzi siano stati abbassati. Non ci sono paragoni, ovviamente, con la situazione pre - covid! La gente non compra perché stando in casa non ha necessità del prodotto, inoltre nel mio caso sono stato penalizzato dallo stop dei campionati sportivi, dato che non ha senso acquistare vestiario o prodotti sportivi”.

Pochi affari anche per il negozio di piazza Umberto della Benetton, gestito da Manuela: “La situazione non è positiva e la gente è sfiduciata. Lo scorso anno c’era la speranza che tutto potesse finire, oggi conosciamo la problematica ma non ne vediamo una via di uscita. Nel nostro caso troppa gente è costretta a rimanere in casa, quindi gli affari per il commercio ne risentono. Per forza di cose la socialità è venuta meno, che senso ha acquistare tanti vestiti? E’ naturale che la gente spende il necessario. In generale si è creato un quadro non idilliaco per il commercio, basti pensare alle vendite on-line, a colossi come Amazon o Zalando che in questi due anni sono addirittura cresciuti”.

Nel settore calzaturiero, abbiamo parlato con Luca e Romolo di Pocai Calzature: “Il covid ha indubbiamente condizionato questa fase dei saldi, purtroppo i tanti casi di positività o di quarantena hanno penalizzato il commercio”.

Meno drastica, invece, è la situazione per il negozio di abbigliamento Ricci, come ci spiega la commessa: “A dire il vero, nonostante la difficile situazione, non ci lamentiamo. I saldi stanno funzionando, probabilmente la nostra tipologia di prodotti attira chi è interessato nello specifico. Ovviamente non parliamo dei numeri di alcuni anni fa, ma stiamo affrontando in maniera positiva questo momento”.

Serena di Spazio 6, nel centro storico, disegna un quadro non positivo: “Con questa ultima ondata che ha colpito gran parte della popolazione, non ci aiutano né i saldi né il mercato. C’è poca gente e non c’è impulso a spendere soldi. Inoltre molti commercianti hanno problemi di aperture, sempre a causa del covid che ha colpito le loro famiglie. Ci sono giornate in cui non ricevo quasi un cliente, una situazione mai verificatasi prima. Confido in tempi migliori”.

I problemi sono gli stessi anche per Emanuel di Colibrì: “Il gran numero di contagi scoppiato dopo Natale ha praticamente affossato Castelnuovo e il suo commercio. Parliamo di centinaia di persone a casa per covid che stanno tornando ad uscire solamente adesso. Noi lavoriamo con la nostra clientela ma il momento, è indubbio, non è facile e l’effetto saldi non si sta facendo sentire”.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

lammcaste

carrefour

Prenota questo spazio


Altri articoli in Castelnuovo


martedì, 25 gennaio 2022, 19:20

Green pass per tabaccai ed edicole, un coro di no: “Provvedimento inutile”

Nell’infinita giostra delle normative legate al covid e al green – pass stavolta tocca ad un’altra categoria commerciale: tabaccherie ed edicole che, dal mese di febbraio, dovranno verificare il possesso del passaporto verde ai propri clienti, pena l’impossibilità di servirli


lunedì, 24 gennaio 2022, 10:52

Al Teatro Alfieri va in scena “Il delitto di via dell’Orsina”

Dopo il successo del primo spettacolo, giovedì 27 gennaio alle 21:15 al teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana, è la volta de “Il delitto di via dell’Orsina”, opera di Eugene Labiche interpretata da Massimo Dapporto, Antonello Fassari e Susanna Marcomeni


Prenota questo spazio


domenica, 23 gennaio 2022, 18:28

Donazione di un defibrillatore da parte di ComeTe all'Isi Garfagnana

Mattinata significativa, quella di sabato, all’Isi Garfagnana a Castelnuovo all’insegna della prevenzione sanitaria, della formazione civica a favore di chi ha bisogno e della sensibilità e generosità dell’associazione ComeTe, la quale ha donato un moderno defibrillatore semiautomatico Dae all’Istituto


sabato, 22 gennaio 2022, 17:55

Al Teatro Alfieri sorgerà un parcheggio da 100 posti auto

Un parcheggio da circa 100 posti auto, realizzato tra il teatro e il fiume, che risolverà finalmente il problema per i residenti di Santa Lucia e sarà utile anche per il centro storico di Castelnuovo


giovedì, 20 gennaio 2022, 16:38

Isi Garfagnana: al via le iscrizioni per la gara nazionale di meccanica

Si sono aperte in questi giorni le iscrizioni alla Gara Nazionale di Meccanica dedicata agli ITT con Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia per l’edizione 2022


mercoledì, 19 gennaio 2022, 09:19

La minoranza di Castelnuovo: "Assistenza domiciliare, un disastro"

Il gruppo di minoranza a Castelnuovo di Garfagnana, guidato da Silvia Bianchini, denuncia l'inadeguatezza del servizio di assistenza domiciliare nel comune capoluogo e chiede all'amministrazione di intervenire


Ricerca nel sito


bidiba


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!