Anno 3°

giovedì, 16 agosto 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Avv Alberta Cagnacci Lucca


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Se 4 mila euro al mese vi sembran pochi

martedì, 14 agosto 2018, 16:55

di barbara pavarotti

Tremano tutti coloro che hanno più di 4000 euro netti al mese di pensione, più ovviamente tredicesima e quattordicesima. Pare siano tanti e molto molto arrabbiati: dirigenti, professionisti, intellettuali di vario genere e grado. In questi giorni sto ricevendo molte telefonate di colleghi giornalisti preoccupati, che inveiscono contro questo governo e mi chiedono: “Ma tu non sei angosciata?”. Risposta: “No, perché la mia pensione non arriva nemmeno alla metà di 4000. E se ci arrivasse, sarei ben contenta di privarmi di 200-300 euro a favore di un fondo che finanzi l’aumento delle pensioni minime, che sono oggettivamente troppo basse”. Replica dei giornalisti-colleghi: “Ma non ha senso! Chi prende la pensione minima non ha mai lavorato un giorno in vita sua, non se li merita nemmeno quei 500 euro”. E ancora: “Io non posso vivere con meno di 4000 al mese, non ce la faccio, ho troppe spese”. Ve le elenco, sempre in base al vissuto delle mie conoscenze: figli trentenni super viziati da mantenere perché – abituati ad avere tutto gratis da mamma e papà – ancora devono conquistare la fatidica laurea triennale; ville sparse un po’ dovunque; abitudine a cene da 70 euro a testa; viaggi in capo al mondo senza badare a spese. E tanto altro...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Ci ha rovinati Berlinguer

lunedì, 6 agosto 2018, 22:56

di barbara pavarotti

Il partito democratico? Gira una definizione divertente: è il partito della ZTL, rinchiuso in un recinto fortemente arroccato al proprio interno e alimentato dalla convinzione della propria superiorità morale. Il partito che non ha più nessun rapporto con il popolo che definisce, anzi, populista. . Il partito della “casta” che disprezza i “barbari” che l’hanno bocciato alle elezioni. Elettori - la stragrande maggioranza degli italiani – che non hanno capito nulla e si sono affidati ad altri barbari moralmente inferiori. Il Pd è sorretto in questo giudizio dalla quasi totalità della stampa e tv che, non a caso, viene sempre più snobbata dai cittadini “barbari”. In questa melassa propagandistica gli articoli davvero interessanti, che dicono qualcosa di nuovo sono rari. Abbastanza clamoroso è dunque uno del direttore responsabile di “Libero”, Pietro Senaldi, che rovescia un mito fin qui intoccabile, a sinistra come a destra: quello di Enrico Berlinguer. Scrive Senaldi: “A rovinare la sinistra per le future generazioni fu Enrico Berlinguer, quasi quarant' anni fa. I compagni avevano ancora le mani e la testa sporche di sangue, i più vecchi per la guerra civile e i più giovani per il terrorismo rosso, e il segretario del Pci lanciò la questione della superiorità morale...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Aldo Grandi kaputt! Luigi Briganti e l'incoerenza dei pasdaran della rivoluzione

sabato, 28 luglio 2018, 18:52

di loreno bertolacci

Si chiama Luigi Briganti, di origini calabresi, ma abitante a Lucca, simpatizzante di Liberi ed Eguali, già vice direttore di una radio pesciatina nonché appassionato di Lucca Comics & Games, collaboratore di Fanpage.it e giornalista pubblicista fino a due anni fa quando scelse di cancellarsi dall'Albo. E' lui che, evidentemente, rimasto affezionato al vecchio ordine professionale, ha pensato bene di presentare un esposto contro Aldo Grandi - è già il secondo - già direttore della Gazzetta di Lucca e della Gazzetta di Viareggio, per l'articolo in cui questi se la prendeva con la ex presidente della Camera Laura Boldrini. Luigi Briganti si è recato fino a Roma per confermare quanto denunciato in precedenza ed è stato ascoltato dal collegio di disciplina che, successivamente, ha comminato la sanzione di tre mesi di sospensione al giornalista professionista lucchese. Aldo Grandi ha chiesto a Luigi Briganti il cui profilo è su facebook se era stato lui a denunciarlo e, ricevutane risposta affermativa, ha fatto notare che un ex giornalista pubblicista si è cancellato dall'ordine e due anni dopo si è rivolto allo stesso ordine abbandonato affinché giudicasse l'articolo di un giornalista regolarmente iscritto. A questo punto Luigi Briganti ha risposto di averlo fatto perché quel giornalista - Grandi - ha gettato discredito sull'intera categoria. Aggiungendo che esiste un codice deontologico che non è stato fatto per figura e che non autorizza nessuno ad augurare la morte agli avversari. Lodevole l'intento educativo del Briganti, peccato solo che sul proprio profilo, in un suo post datato 1 giugno, si leggono...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Largo ai giovani, gli 'anziani' hanno stufato

lunedì, 23 luglio 2018, 12:17

di barbara pavarotti

Ma cosa devono fare i giovani e i neolaureati per farsi rispettare in questa nostra società gerontofila e baronale? Come fanno a farsi un curriculum se nessuno dà loro un’opportunità? Esemplare il caso della nuova responsabile della segreteria al ministero del Lavoro e a quello dello Sviluppo Economico, Assia Montanino, 26 anni, voluta da Di Maio. Sua compaesana, di Pomigliano d’Arco, laureata in Economia e figlia di un commerciante che ha denunciato i suoi usurai. Contro questa scelta si è scatenato il mondo. Accuse di favoritismo, senza tener conto che per legge, come è accaduto in tutti i precedenti governi, il capo della segreteria particolare di un ministro è scelto sulla base di un rapporto fiduciario con il titolare del dicastero e la sua nomina spetta, appunto, come è sempre stato, al ministro. Polemiche anche sul suo stipendio che è regolato per legge, 72.000 euro lordi annui che, netti, fanno circa la metà. Assia ha replicato che si tratta di un impegno serio, sette giorni su sette, senza limiti di orario e quindi i 3.300 euro al mese sono più che giustificati. Ma la frase decisiva è un’altra: “E’ triste notare come un giovane in Italia debba costantemente difendersi dalle accuse di incompetenza solo per un fattore legato all’età anagrafica”. Cosa che i detrattori hanno puntualmente fatto: “Non ha alle spalle alcuna esperienza in ruoli apicali”. E citano ovviamente la più “illuminata” scelta fatta dall’ex ministro Calenda...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Quando il pronto soccorso è pronto e quando non lo è mai

giovedì, 19 luglio 2018, 19:41

di barbara pavarotti

Guai a chi parla sempre male dell’ospedale di Castelnuovo e a chi non si fa in quattro per evitare di depotenziarlo. Prendi l’accettazione. Per quanta folla ci sia, in pochi minuti chi si presenta viene valutato, gli viene assegnato il codice, presa la temperatura, la pressione. La visita preliminare, ovvero la fase di triage, in genere è molto accurata e quasi immediata. Poi capita di aspettare anche ore per la visita medica se la situazione non è urgente, ma questo è normale. Capiti invece in un altro ospedale, quello di Portoferraio (Isola d’Elba), e che accade? Nella sala d’attesa ci sono circa cinque persone, ma il triage è un miraggio. Porta rigorosamente chiusa e se uno osa bussare l’infermiera dice di aspettare il proprio turno. Turno che arriva dopo due ore. Nel frattempo altri arrivano, si infilano ed entrano. A una timida lamentela la risposta è: “Non siamo alla Coop”. Cosa c’entri il paragone non si capisce. Poi la smistatrice dei mali si degna di dare una spiegazione più convincente: “Se uno bussa e mi dice che ha mal di testa o un dolore al petto, gli devo dare la precedenza”. Giusto. “Ma scusi, perché a me non ha dato nemmeno il tempo di dire cosa avevo?”. “Quante storie, si rimetta al suo posto e aspetti”...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Un governo impuro

mercoledì, 18 luglio 2018, 14:16

di barbara pavarotti

Questo governo è contaminato. Qualsiasi cosa faccia o farà sarà sempre sbagliata. Potrà fare cose di sinistra, che in teoria quindi la sinistra (non i renziani) dovrebbe apprezzare. Potrà fare cose di destra, quelle che la destra di Berlusconi non si è mai sognata di fare. Nulla: sarà sempre contestato e visto come “impuro”. Il problema è proprio lì, nel suo essere un governo spurio, nato da un ibrido e che quindi spiazza perché racchiude in sé due anime apparentemente inconciliabili. Un po’ come quei matrimoni d’interesse che alla fine però, a dispetto di tutti, reggono benone. E quindi, a ogni mossa e ancora prima della sua nascita, giù col disprezzo: dei vertici europei, di tutte le autorità economiche e finanziarie possibili e immaginabili, di Inps, Confindustria, delle associazioni di ogni ordine e grado e chi più ne ha più ne metta. Dei media, quelli del club, ovvero tutti. E’ indifferente che siano schierati a destra o a sinistra. Perché tanto disprezzo, cosa ha in sé di pericoloso questo governo? E’ normale che i seguaci di altre fedi politiche lo contestino, ma qui siamo oltre. Siamo alla denigrazione generalizzata da parte di tutti coloro che hanno un ruolo di comando, accompagnata dall’auspicio vivissimo di una fine ingloriosa e prematura. L’antropologa Rosaria Impenna, ex allieva di Ida Magli, la studiosa morta nel 2016, analizza questo fenomeno con le lenti dell’antropologia culturale...


Avvocato Francesconi


Geminiani


fondazione carilucca


prenota_spazio


Ultime notizie brevi


Prenota questo spazio


lunedì, 13 agosto 2018, 12:32

Agriturismi, in Toscana calo del 5 per cento nelle prenotazioni

Un calo del 5 per cento, con prenotazioni last minute e una minore capacità di spesa. È un'estate in salita per gli agriturismi toscani, così come emerge dalle stime di Agriturist – Confagricoltura Toscana.


venerdì, 10 agosto 2018, 14:09

A Ferragosto non verrà effettuata la raccolta dei rifiuti a Barga

L’amministrazione comunale di Barga, con l’assessore all’ambiente Giorgio Salvateci, informa che in occasione del Ferragosto non verrà effettuata la consueta raccolta dei rifiuti. Questo riguarderà sia le utenze domestiche che quelle commerciali.


Prenota questo spazio


venerdì, 10 agosto 2018, 14:04

Acqua non potabile a Coreglia, scatta l'ordinanza

L'ordinanza è indirizzata a chi utilizza l'acquedotto de "Le Vene", a Coreglia, per via dell'acqua non potabile fino a nuova ordinanza che va bollita almeno 10 minuti per uso domestico. Per Coreglia capoluogo, invece, non sono state riscontrate anomalie.


giovedì, 9 agosto 2018, 15:21

Medicina legale a Lucca ed in Valle del Serchio: alcune variazioni di servizi nella settimana di ferragosto

L’Azienda USL Toscana nord ovest comunica alcune variazioni temporanee dei servizi della Medicina Legale nell’ambito territoriale di Lucca nel corso della settimana di ferragosto.


giovedì, 9 agosto 2018, 12:27

Denunciato un rumeno dalla radiomobile dei carabinieri

Il radiomobile della compagnia dei carabinieri di Castelnuovo di Garfagnana ha denunciato in stato di libertà un rumeno di 24 anni, disoccupato e pluripregiudicato, per violazione della legge sugli stranieri in quanto colpito da un decreto di allontanamento dal territorio nazionale emesso dalla prefettura di Milano.


giovedì, 9 agosto 2018, 12:26

Guida in stato di ebbrezza, denunciato a Molazzana

I carabinieri della stazione di Castelnuovo di Garfagnana, a Molazzana, hanno denunciato a piede libero un 42enne del luogo per guida in stato d’ebbrezza alcolica poiché, alla guida della propria auto e sottoposto all’esame strumentale, risultava positivo con un tasso alcolemico pari a 2,18 g/l.


mercoledì, 8 agosto 2018, 14:00

Cade da oltre quattro metri, soccorso da Pegaso

Stamattina, intorno alle 11, un uomo è rimasto ferito a Castelnuovo di Garfagnana dopo una caduta in casa da oltre quattro metri. Vista la dinamica il 118 ha mandato sul posto, in codice rosso, l'elisoccorso Pegaso per trasferire il paziente d'urgenza all'ospedale Cisanello.


mercoledì, 8 agosto 2018, 13:43

A Sant'Anastasio la prima Festa della Birra "Petrognola"

Prima Festa della Birra "Petrognola" del mastro birrario Roberto Giannarelli venerdì 17 e sabato 18 agosto al campo sportivo di S.Anastasio a Piazza al Serchio. Oltre a tanta birra Petrognola, sarà possibile gustare lo stinco con patate o crauti, il pollo alla birra e altre leccornie. Sarà presente il mastro birraio Roberto Giannarelli.


mercoledì, 8 agosto 2018, 09:02

A Barga lettura di “Libere donne”

Venerdì 10 agosto alle 17:30, la Biblioteca di Barga in collaborazione con le Commissione Pari opportunità, ospiterà un evento tutto al femminile. "Libere donne", letture tratte da un testo liberamente ispirato al libro " le libere donne di Magliano" di Tonino, adattamento drammaturgico di Maurizio Biagioni Letture a cure di...


martedì, 7 agosto 2018, 16:08

Trovato morto nella sua auto giovane garfagnino

E' stato trovato morto nella sua auto stamattina, intorno all'ora di pranzo, nel quartiere di Sant'Anna a Lucca. Vittima un operaio di 31 anni, Claudio Pellegrinucci, originario di Molazzana, che è stato trovato senza vita, probabilmente, per cause naturali.