Anno 3°

mercoledì, 25 novembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

studiostrambi


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Processano Salvini, ma se ci fosse stato lui al Governo i tre cristiani francesi sarebbero ancora vivi

venerdì, 30 ottobre 2020, 09:38

di aldo grandi

Processano Matteo Salvini (sul Covid troppo defilato: che abbiano terrorizzato anche lui?) per aver fatto quello che ogni italiano in quanto tale avrebbe fatto - chi sta a Sinistra, oggi e da almeno un ventennio, non è italiano - ma non hanno il coraggio, la dignità, l'onestà intellettuale di ammettere e riconoscere che se ci fosse stato lui al ministero dell'Interno e non quell'ectoplasma della Lamorgese, la donna decapitata a Nizza e gli altri due suoi compagni di sventura, assassinati da un ventenne tunisino sbarcato a Lampedusa, in gita premio a Bari, fuggito e in vacanza per tutta la penisola prima di approdare a Nizza, sarebbero ancora vivi. Sinceramente, se fossimo Macron - altro soggetto capace di pensare al lockdown estremo per i suoi connazionali e incapace di produrre altro che parole, ritiri di ambasciatore e cacasotto - saremmo molto, ma molto incazzati con i cugini  bianco rosso e verdi. Non è un mistero che dal nostro colabrodo chiamato Italia passano tutti i terroristi che vogliono recarsi in Europa e compiere attentati. Ovvio che da noi non si fermano a compiere attentati, altrimenti come farebbero a trovare via libera per raggiungere il nord Europa? Sappiamo tutti di chi è la colpa, di chi sono le responsabilità per questa invasione senza senso che nessuno riesce a fermare perché al Governo abbiamo dei traditori, gente senza spina dorsale, eunuchi nel vero senza della parola, tutti persi dietro alle loro battaglie civiche di cui frega niente a nessuno e intenti a massacrare economicamente le classi medie e i lavoratori che non siano i parassiti come loro a stipendio garantito...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Squilli di rivolta

lunedì, 26 ottobre 2020, 22:46

di aldo grandi

Lo abbiamo sempre detto. Da anni stiamo predicando, invano, che andando avanti di questo passo, con frontiere aperte a cani e porci e italiani considerati alla stregua di ospiti indesiderati in casa propria, con misure coercitive degne di una repubblica sudamericana e sistematicamente destinate a mettere in croce le classi medie e lavoratrici in proprio e dipendenti, si sarebbe andati a passo di carica verso la guerra civile. Non ci hanno ascoltato ed era inevitabile. La Gazzetta del Serchio è un quotidiano on line perso, probabilmente, nel buco di culo del mondo. E Aldo Grandi, il suo (ir)responsabile direttore non è il profeta del gol né, tantomeno, un profeta tout court. Tuttavia, siamo convinti che se qualcuno avesse perso qualche minuto a leggere quel che andiamo scrivendo da tempo, forse a questo punto di non ritorno non ci saremmo arrivati. Sì, cari lettori, siamo giunti al momento in cui un Governo di parassiti sta portando avanti misure omicide nei confronti degli operatori commerciali e delle partite Iva, ma, soprattutto, non ha alcuna intenzione di fare retromarcia. Anzi. E' diventata una questione di principio quindi, attendiamoci uno stato fortemente repressivo che si avvarrà, come ha sempre fatto, di carabinieri e polizia oltre alle altre forze militari, esercito compreso, per schiacciare ogni forma di ribellione. E' chiaro che l'urto repressivo dello Stato falsamente democratico non lo possono reggere, da soli, commercianti, ristoratori, gestori di pubblici esercizi, imprenditori, partite Iva...


Avvocato Francesconi

lamm

tuscania

prenota_spazio


Ultime notizie brevi


Prenota questo spazio


martedì, 24 novembre 2020, 17:46

25 novembre: Roberta Motroni ospite di un incontro online

Per celebrare La Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne, il Centro Antiviolenza Luna organizzerà un incontro sulla piattaforma Zoom, durante il quale parleremo della tematica della violenza e presenteremo i nostri progetti.


venerdì, 20 novembre 2020, 18:13

Emergenza Covid, tracciamento oltre il 95 per cento

“Il tracciamento in Toscana è arrivato al 95%. Ce lo dicono gli ultimi dati registrati. In due settimane abbiamo raddoppiato grazie all’attivazione delle tre grandi Centrali. Avanti così per fare ancora meglio”.


Prenota questo spazio


venerdì, 20 novembre 2020, 12:23

Misure anti-Covid, tanti servizi presso gli Atm Postamat della provincia di Lucca

Poste Italiane, in ottemperanza ai provvedimenti in materia di contenimento del virus e di distanziamento interpersonale per la tutela della salute dei cittadini, ricorda l’opportunità di utilizzare i numerosi servizi offerti dalla rete dei 68 ATM Postamat distribuiti sull’intero territorio provinciale. 


giovedì, 19 novembre 2020, 14:21

Tpl, rimodulazione dei servizi: potenziate aree ospedali, zone 'deboli' e tratte pendolari anche ferroviarie

Vista la capacità di trasporto dei mezzi pubblici ridotta al 50% - decisa dalla Toscana ancora prima della previsione del DPCM - per evitare assembramenti e limitare la diffusione del Coronavirus, e vista la didattica a distanza attivata per la maggior parte degli studenti delle scuole di secondo grado e per le...


mercoledì, 18 novembre 2020, 14:47

Giornata europea dell'antibiotico resistenza: i consigli utili per usare bene gli antibiotici

Oggi, 18 novembre, è la Giornata europea dell’antibiotico resistenza. Anche in periodo di Covid occorre mantenere alta la consapevolezza che un uso non appropriato degli antibiotici può indurre nei batteri, responsabili di molte malattie, dei meccanismi di resistenza che possono rendere meno efficaci le cure.E' bene quindi ricordare quali sono...


mercoledì, 18 novembre 2020, 12:19

Poste Italiane: oltre 540 mila buoni fruttiferi e libretti postali in provincia di Lucca

Su tutto il territorio nazionale, il numero totale dei buoni postali supera quota 50 milioni (dato aggiornato al 30 settembre 2020) e quello dei libretti sfiora i 31 milioni. I buoni fruttiferi e i libretti postali dunque restano tra le forme di risparmio più amate dagli italiani. In pratica esiste un buono per ogni abitante...


mercoledì, 18 novembre 2020, 11:10

Piano integrato per il Parco: richiesta dati alle strutture del territorio

Il Parco Regionale delle Apuane scrive ai musei, agli operatori del settore agricolo, a quelli del settore estrattivo e agli operatori turistici del territorio interessati al redigendo Piano integrato del Parco. L'obiettivo è di elaborare un piano che sia quanto più in grado di rappresentare i bisogni dei cittadini e delle forze economiche attive...


giovedì, 12 novembre 2020, 15:16

Funzione pubblica ed enti locali: anche la provincia di Lucca nel progetto "Province & Comuni"

Migliorare la capacità amministrativa delle Province, razionalizzare la spesa pubblica, favorire una strategia unitaria di sviluppo territoriale: sono questi gli obiettivi del progetto Province&Comuni realizzato dall'UPI (Unione Province Italiane) nell'ambito del Programma Operativo Nazionale Governance Istituzionale 2014-2020 promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica, con il coinvolgimento delle 76 Province italiane.


mercoledì, 11 novembre 2020, 16:49

Tamponi rapidi dai medici di continuità assistenziale

Si rafforzano le attività territoriali di prevenzione della diffusione di Covid-19. Anche i medici di assistenza primaria e continuità assistenziale contribuiranno a eseguire test antigenici rapidi nei propri studi, quanto in locali e strutture messi a disposizione delle Asl, relativamente ai contatti al termine della quarantena e ai casi sospetti di...


mercoledì, 11 novembre 2020, 14:22

Tamponi rapidi antigenici, firmato l’accordo con i pediatri di famiglia

E’ di oggi, 11 novembre, la firma dell’accordo tra Regione Toscana e le organizzazioni sindacali dei pediatri di famiglia (Fimp e Simpef) per potenziare la risposta dell’assistenza territoriale e contrastare la trasmissione del virus, ricorrendo all’utilizzo dei tamponi rapidi antigenici.