Anno 3°

giovedì, 18 gennaio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ce n'è anche per Cecco a cena

A Coreglia niente bavaglio, tranquilli. Casomai un bavagliolino...

sabato, 11 marzo 2017, 23:02

di aldo grandi

Il consigliere comunale di opposizione al comune di Coreglia Piero Taccini si domanda, allarmato, che fine farà la libertà di espressione fino ad oggi garantita da Il Giornale di Coreglia che, a quanto pare, passerà di mano e il servizio di comunicazione verso l'esterno sarà affidato dal sindaco ad una agenzia esterna. Bene, possiamo tranquillizzare il signor Taccini perché siamo convinti che i suoi comunicati saranno trattati, giornalisticamente (sic!) parlando, né più né meno allo stesso modo e questo per due ragioni: la prima, che nessuna agenzia si occuperà del compito fino ad oggi assolto da un dipendente comunale che, a quanto pare, avrebbe deciso di mollare. La seconda che nessun professionista del mestiere redigerà i comunicati stampa la cui redazione sarà affidata ai singoli dipendenti comunali. Taccini può, quindi, sperare che capitino nelle mani giuste di chi, oltre che a fare il bradipo, sappia anche scrivere bene. A dire la verità il sindaco aveva cercato agganci con agenzie dedite alla compilazione di comunicati ad hoc, ma ha lasciato, poi, correre probabilmente per questioni di bilancio. E, infatti, quanto al costo, chi lavora dentro l'amministrazione non costa assolutamente niente di più del classico e fisso stipendio di fine mese. I comunicati arriveranno ai giornali scritti direttamente dai dipendenti del Comune di Coreglia Antelminelli.

Pericolo bavaglio scongiurato quindi? Pensiamo di sì, ma poiché è sempre vero che è meglio aver paura che toccarne, allora teniamo pardon tenete gli occhi aperti e al primo tentativo di giocare sporco, si esca allo scoperto pronti a combattere. Il Giornale di Coreglia non è che sia mai stato un capolavoro di grafica e contenuti, tutt'altro. Del resto i soldi a disposizione non sono mai stati tanti anche se sarebbe interessante conoscere quanto è costato, negli anni, il mantenimento di questa pubblicazione che, a detta di chi l'ha vista e letta, con il giornalismo ha lo stesso rapporto che abbiamo noi con la fisica quantistica, ossia zero assoluto. Ma tant'è. In fondo era pagato con i soldi del comune ossia della collettività. Già, ma almeno la soddisfazione di vedere se tutto è chiaro rispetto alla gestione prima ancora della sua chiusura. 

Ecco perché ci rivolgiamo direttamente al sindaco affinché ci faccia sapere i costi, per singole voci, di questo organo di stampa indispensabile per la manifestazione del libero pensiero in quel di Coreglia Antelminelli.


Questo articolo è stato letto volte.


Avvocato Francesconi


Geminiani


fondazione carilucca


prenota_spazio


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


Prenota questo spazio


martedì, 16 gennaio 2018, 22:53

Non è la razza bianca ad essere a rischio estinzione, ma la nostra identità

Eravamo immersi nelle nostre disperazioni natalizie, frutto di esperienze passate, presenti e, probabilmente, anche future e per un po' di giorni, diciamo pure un paio di settimane, ci siamo volontariamente allontanati dall'arena. Quale? Semplice, quella dove, ogni giorno del calendario, si ascoltano scontrarsi gli imbecilli vestiti di rosso con gli...


sabato, 13 gennaio 2018, 19:41

Anche questa volta a votare con un solo obiettivo: abbattere il Pensiero Unico Dominante

I soliti giornalai e i consueti giornalisti amano, in occasione delle consultazioni elettorali, dedicarsi al cosiddetto toto-deputati e toto-senatori. Che gusto ci sia è una cosa che il sottoscritto non solo non ha mai capito, ma neppure mai compreso visto che nella classe politica non ha mai avuto particolare fiducia.


Prenota questo spazio


martedì, 9 gennaio 2018, 15:50

Silvano Piacentini au revoir

Dopo essere stato per diversi anni direttore territoriale della ex Casse di Risparmio di Lucca Pisa Livorno nonché Banco Popolare e direttore generale di Cassa di Risparmio di San Miniato, Silvano Alberto Piacentini da oggi non è più nel consiglio di amministrazione della banca di San Miniato entrata nell'orbita del...


lunedì, 1 gennaio 2018, 18:38

"Caro Grandi non molli, in un mondo di servi e puttane lei fa la figura di voler lavorare in un bordello senza perdere la verginità"

Abbiamo voltato pagina, per l'ennesima volta, per l'ennesimo giro di valzer, per l'ennesimo ultimo giorno di un anno che è appena finito e di un altro che è andato a cominciare. Siamo nell'anno di (dis)grazia 2018 e sembra, davvero, incredibile oltreché impensabile esserci arrivati quando, nemmeno tanto tempo fa, sembrava...


mercoledì, 27 dicembre 2017, 18:26

Chi non muore si... rilegge

E' probabile, anzi, quasi certo che sarete mancati sicuramente più voi lettori al sottoscritto che non il contrario, impegnati come sarete stati a trascorrere le feste di Natale se non sotto l'albero, almeno sopra il tavolo.


giovedì, 21 dicembre 2017, 22:37

E' tornato il re, viva il re!

E' passato, praticamente, in sordina il ritorno in Italia delle spoglie dell'ex re d'Italia Vittorio Emanuele III deceduto ad Alessandria d'Egitto il 28 dicembre 1947 esattamente, quindi, settanta anni fa e la coincidenza è tutt'altro che casuale.