Anno 3°

mercoledì, 19 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Ce n'è anche per Cecco a cena

La tata è come il primo amore, non si scorda mai. Beau geste dei Marcucci

sabato, 8 febbraio 2020, 21:51

di aldo grandi

Sgombriamo subito il terreno dai dubbi o dalle sicure perplessità che albergheranno in coloro che leggeranno la notizia che pubblichiamo di apertura ossia il compleanno, i 100 anni addirittura, di Maria Gianfranceschi a Montignoso. La signora Maria è stata la tata della famiglia Marcucci e, tra gli altri, ha allevato il senatore Andrea. Ebbene, oggi pomeriggio, alla festa organizzata presso la casa di riposo a Montignoso, hanno voluto essere presenti tutti e tre i fratelli Marcucci, con Marialina che si è portata dietro, addirittura, Burlamacco da Viareggio. Noi abbiamo seguito con la collega Donatella Beneventi l'evento e non lo abbiamo certamente fatto per piaggeria, non avendo mai noi dimenticato, ma perdonato sì, la causa da 180 mila euro che il senatore e la famiglia ha intentato contro di noi qualche anno fa. Al di là di questo, però, se abbiamo deciso di seguire questa festa è stato perché ci è piaciuto il gesto. In fondo non è da tutti, è vero, avere una tata, ma nemmeno, se la si è avuta, seguirla fino al compimento dei 100 anni di età e andare, addirittura, ricordandosene, alla celebrazione. Un punto, quindi, a favore di tutti e tre i big brothers della Media Valle e della Garfagnana che hanno mostrato, effettivamente, non solo di avere un  cuore, ma anche di saperlo usare.

Non sapevamo nulla della ricorrenza, ma in mattinata il sindaco di Montignoso aveva diffuso una breve comunicazione in cui annunciava il centenario, la festa e l'arrivo del senatore che aveva avuto un legame affettivo profondo con la signora Maria Gianfranceschi. 

Ci è parsa subito una notizia, se un senatore per di più capogruppo del Pd - anche se, da quando se ne è andato Matteo Renzi, è sceso in un imperscrutabile silenzio - si ricorda e va a festeggiare il centenario non di un familiare stretto, ma di una tata che lo ha allevato, è bene dirlo, per tutta l'infanzia e l'adolescenza o quasi. Così abbiamo mandato la Dony e quando abbiamo visto le foto che ha scattato siamo stati ancora più convinti di aver fatto la scelta giusta. 

La riconoscenza non è, in fondo, dovuta e, casomai, spesso è ricercata proprio là dove dovrebbe esserci e non c'è. Invece Andrea, Paolo e Marialina hanno dedicato una mezza giornata del proprio prezioso tempo per stare insieme a chi aveva dato loro molto più di qualcosa riuscendo a non farsi mai dimenticare. Non è facile, né da una parte, né dall'altra. Quindi, e sempre specificando la nostra proverbiale e rinomata antipatia per la galassia Pd e della Sinistra in genere, apprezziamo il gesto e facciamo, anche noi, tanti auguri a nonna Maria.


Questo articolo è stato letto volte.


Avvocato Francesconi


prenota_spazio


tuscania


prenota_spazio


Altri articoli in Ce n'è anche per Cecco a cena


Prenota questo spazio


mercoledì, 5 febbraio 2020, 15:12

Panchine arcobaleno pro Lgbtq+ in Media Valle e Garfagnana? Sedetevici voi

I giovani democratici di sinistra della Media Valle e della Garfagnana hanno lanciato una proposta. Stando ai sempre più numerosi - ma dove?, ma quando? - episodi di omofobia, propongono ai comuni di realizzare panchine arcobaleno come segno di vicinanza e solidarietà alla comunità Lgbtq+ A proposito, se qualcuno, vista...


venerdì, 10 gennaio 2020, 21:54

Yamila Bertieri (Lega) di Borgo a Mozzano, ci fa la cortesia di spedire i comunicati stampa lo stesso giorno a tutti i giornali? Nell'attesa sospendiamo le pubblicazioni dei suoi articoli

C'è un problema, pare, a Borgo a Mozzano. Non esageriamo ché di problema è davvero arduo parlare quanto, piuttosto, di una disfunzione che a nostro modesto avviso va risolta in un modo o nell'altro. C'è una certa Yamila Bertieri la quale, un giorno sì e l'altro pure, a nome della...


Prenota questo spazio


martedì, 24 dicembre 2019, 12:47

Buon Natale anche al porco

Dissacranti lo siamo sempre stati. In un mondo di ipocriti e falsi buonisti, qualcuno che voglia provocare e scuotere il velo di convenienza, piattume e superficialità che, sempre più spesso, alimenta le nostre esistenze non solo è necessario, ma, diremmo, quasi obbligatorio. Dicono che a Natale siamo tutti più buoni.


giovedì, 5 dicembre 2019, 10:25

Centro islamico a Chifenti, perché mettersi... un 'estraneo' in casa?

Come al solito sulla polemica inerente l'apertura di un centro culturale islamico a Chifenti - stiamo parlando di Chifenti, non di Roma, Milano, New York o altro, ma di un paese di poche anime caratterizzato da un forte senso identitario almeno per quello che ne resta - tutto è finito...


mercoledì, 23 ottobre 2019, 13:03

Talpe, mandanti e tarponi

La nostra interSvista al presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Marcello Bertocchini ha suscitato scalpore, ma una cosa deve essere chiara: non era nostro intento mettere sotto accusa la Fondazione stessa, semplicemente fare il nostro mestiere di rompicoglioni. E, modestamente parlando, crediamo di esserci riusciti.


martedì, 15 ottobre 2019, 09:33

Sabrina Landucci, un esempio per tutti: chapeau!

E' andata in onda stamani, su Canale 5, nella trasmissione condotta da Federica Panicucci, la vicenda relativa alle violenze subìte da Sabrina Landucci, ex moglie di Mario Cipollini, attualmente compagna di Silvio Giusti ex calciatore della Lucchese Libertas 1905 dei tempi d'oro.