Anno X

martedì, 13 aprile 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Confcommercio

Turismo in Valle: accordo tra Confcommercio e Consorzio Garfagnana Produce

martedì, 16 marzo 2021, 13:55

L’accordo tra Confcommercio Lucca&Massa Carrara e il Consorzio Garfagnana Produce diventa realtà. Una unione per elaborare le strategie future per il turismo in Valle del Serchio. Il Consorzio Garfagnana Produce ha acquisito negli anni il ruolo di interlocutore presso gli Enti del Territorio per stilare le strategie turistiche.

Confcommercio Lucca&Massa Carrara è l’associazione di categoria con il maggior numero di iscritti in provincia e in Valle e può affiancare all’operato del Consorzio diversi servizi oltre al proprio valore di interlocutore sindacale. Sono davvero tanti i passi che l’unione tra Consorzio e Confcommercio si pone di fare, una sorta di Confturismo che dovrà unire gli operatori turistici della Valle.

«L’obiettivo è portare la nostra voce alle istituzioni, discutere delle strategie di ambito presentando progetti e prepararsi anche ai prossimi appuntamenti che si terranno sul territorio – dice il referente Confcommercio, Tiziano Davini assieme alla direttrice Sara Giovannini e al presidente del Consorzio, Lorenzo Satti – tutto questo vogliamo arricchirlo con una serie importante di servizi tramite i sindacati dei nostri settori, Federalberghi e Fipe, e tramite tutto il mondo Confcommercio».

Tra gli eventi 2021 di formazione ci sarà il corso di aggiornamento per le strutture che hanno una piscina che sarà organizzato gratuitamente per i nuovi iscritti al Consorzio: «Oltre alla formazione ci sono anche i servizi fiscali, quelli relativi al credito e le convenzioni con varie scontistiche. Un pacchetto completo per creare un gruppo di operatori turistici della Valle che possa incidere ai vari tavoli di settore». Per maggiori informazioni è possibile contattare l’ufficio Confcommercio di Castelnuovo di Garfagnana ed in particolare il referente Luca Dini (058362548-diniluca@confcommercio.lu.it)


Questo articolo è stato letto volte.


lamm

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in Confcommercio


Prenota questo spazio


lunedì, 12 aprile 2021, 17:30

Ristoratori e baristi Confcommercio in piazza a Firenze favorevoli al passaporto sanitario e alla vaccinazione

"Le nostre attività sono chiuse, più o meno a singhiozzo, da oltre un anno. Il contagio, nel frattempo, invece che scendere è aumentato. È evidente che non sono i negozi, i bar e i ristoranti, le palestre, i cinema e i teatri, a diffondere il virus"


venerdì, 9 aprile 2021, 18:24

“Fateci riaprire o riapriamo da soli": martedì 13 aprile il mondo del terziario a Firenze per protestare

“Imprenditori esasperati dopo un anno di scelte incomprensibili da parte del Governo, ora basta”: era ora


Prenota questo spazio


giovedì, 8 aprile 2021, 12:34

Confcommercio: "Negozi aperti anche in zona rossa su appuntamento"

Il presidente e il direttore di Confcommercio Imprese per l'Italia – Province di Lucca e Massa Carrara, Rodolfo Pasquini e Sara Giovannini, tornano a parlare della proposta di riapertura immediata dei negozi a numero chiuso e solo su prenotazione, anche in zona rossa, partita proprio nei giorni scorsi dall'associazione da...


martedì, 6 aprile 2021, 14:28

Negozi aperti in zona rossa, ma a numero chiuso e su prenotazione: la proposta di Federmoda

Lettera nei giorni scorsi a tutti i sindaci delle province di Lucca e Massa Carrara: "Aiutateci a sottoporre queste proposta alla prefettura"


venerdì, 2 aprile 2021, 19:49

Chiusura del commercio a Pasqua, Pasquini esplode di rabbia, ma fino a quando continuerà a sopportare?

Esprime tutta la propria rabbia e il suo biasimo Confcommercio Imprese per l'Italia-Province di Lucca e Massa Carrara, nel commentare l'ordinanza della Regione Toscana


giovedì, 1 aprile 2021, 11:19

Confcommercio al Governo: "Aprile solo arancione o rosso, decisione scellerata"

In questi giorni in cui la Toscana è tornata ad essere "zona rossa", è aumentata in modo esponenziale la rabbia degli imprenditori delle attività considerate "non essenziali" che – già piegati da un anno per loro drammatico - si sono viste costrette a chiudere di nuovo


Ricerca nel sito


prenota_spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio