Anno 3°

sabato, 24 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

Luciano Nardini rivive quella tragica esplosione alla Sipe Nobel in cui il padre si salvò

mercoledì, 27 febbraio 2013, 14:51

Nel giorno dedicato al ricordo dei caduti della Sipe Nobel, sessantesimo dell'evento 1953/2013, i parenti delle vittime si sono ritrovati presso la sala consiliare del comune di Gallicano per non dimenticare quella tragica mattinata del 27 febbraio 1953 in cui dieci operai della fabbrica, a seguito dell'esplosione della polveriera, persero fatalmente la propria vita. Tra questi, anche Luciano, figlio di quel Giuseppe Nardini che la mattina dell'incidente risultò nella lista dei tre feriti portati d'urgenza all'ospedale di Barga.

 

Nardini, chi era suo padre? 

Si chiamava Giuseppe Nardini e lavorava come magazziniere, al reparto imballaggi, presso la Sipe Nobel di Gallicano. Aveva 40 anni ed era un uomo tutto “casa e lavoro”. Eravamo in cinque in famiglia: Io, le mie due sorelle Maria e Maria Teresa, mia madre Giulia e mio padre Giuseppe. Quest'ultimo dava da mangiare a tutti con il suo lavoro. 

Il 27 febbraio 1953, quando avvenne l'esplosione, suo padre si trovava in fabbrica? 

Sì, si trovava regolarmente a lavoro. In seguito all'esplosione, mio padre fu ferito gravemente alla testa, a causa di un mattone che cadde e lo colpì in pieno nella parte destra del cranio. Fu fasciato, messo in barella e trasportato d'urgenza, assieme ad altri due feriti, all'ospedale di Barga. La foto di mio padre, mentre veniva soccorso, apparve il giorno dopo sulle testate giornalistiche locali, che gelosamente conservo ancora a casa e che vedo qua esposte alla mostra. 

Suo padre, quindi, non morì in quell'occasione... 

Fortunatamente si salvò. A Barga, però, le sue condizioni apparvero subito molto critiche, a differenza degli altri due feriti che vennero fatti tornare a casa il giorno dopo. Il colpo alla testa che aveva subito era molto grave e, per questo, fu trasferito al Centro Traumatologico di Bologna. Il mattone gli aveva perforato il cranio, così, prima si pensò di apporre una placca, poi si optò per rimettere a posto l'osso. Fu un intervento molto complicato... 

Quando è venuto a mancare suo padre? 

Purtroppo, quell'incidente gli costò la paralisi per i restanti quarant'anni della sua vita. E' morto a 86 anni. Il mio ricordo della Sipe Nobel, però, non si ferma a mio padre. A 18 anni venni assunto anche io, fino a che lo stabilimento non chiuse definitivamente il 6 gennaio 1985. Alcuni lavoratori vennero trasferiti in altri stabilimenti, altri restarono disoccupati.

 

Andrea Cosimini


Questo articolo è stato letto volte.


tuttonatura2016


notini


settimana


bistecca


Altri articoli in Garfagnana


venerdì, 23 agosto 2019, 19:53

A Gallicano un orto per salvaguardare e promuovere i prodotti locali

Il fagiolo fico di Gallicano, il pomodoro fragola, il cavolo nero di Trassillico sono solo una minima parte di quello che producono gli orti, coltivati in maniera completamente biologica da 12 persone grazie associazione Cittadini Virtuosi


venerdì, 23 agosto 2019, 18:37

In mostra a Castiglione 18 sculture in marmo

Garfagnana Innovazione, in collaborazione con il comune di Castiglione di Garfagnana, con la curatela di Walter Tognocchi (oxocurators), installerà 18 opere in marmo in un percorso che attraverserà il borgo medievale


Prenota questo spazio


venerdì, 23 agosto 2019, 15:10

Si perde nel Parco dell'Orecchiella, ritrovato 75enne

Stamattina la squadra del Sast (Soccorso Alpino e Speleologico Toscano) è stata attivata dai carabinieri di Castelnuovo Garfagnana per un disperso nel Parco dell'Orecchiella. Un uomo di 75 anni, originario di Genova, con dei problemi di salute, che si trovava assieme alla moglie nei pressi di "Casini di corte", si...


venerdì, 23 agosto 2019, 14:20

Ancora disagi per i lavori sulla fibra ottica a Nicciano. Tim: "Avviate verifiche"

Dopo aver denunciato nell'aprile dello scorso anno la gestione dei lavori sulla fibra ottica nel paese di Nicciano, da parte dell'azienda, Riccardo Pedreschi, cittadino del posto, è tornato a segnalare nuovi disagi dovuti, stavolta, alla manutenzione fatta dopo i lavori. Tim attivata subito per le verifiche del caso


venerdì, 23 agosto 2019, 14:12

Maltempo, prolungato il codice giallo per rovesci e temporali

La sala operativa della protezione civile regionale conferma il codice giallo per oggi, e prevede analoga situazione anche per domani sabato (sempre dalle 13 alle 21) su buona parte della Regione per la possibilità di rovesci e temporali


venerdì, 23 agosto 2019, 10:59

I valutatori dell'Unesco hanno concluso la loro missione di rivalidazione nelle Alpi Apuane

Dal 2 al 6 agosto scorsi una coppia di valutatori inviati dall'Unesco ha fatto visita alle Alpi Apuane percorrendole in lungo e in largo. Sono stati cinque giorni di missione senza un attimo di respiro, tra sopralluoghi nel Parco ed incontri con i rappresentati delle comunità locali insieme agli operatori delle imprese...


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio