Anno X

mercoledì, 8 dicembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

La Gladio di Puglia: "Orgoglioso di esserci stato"

mercoledì, 27 aprile 2016, 12:21

di barbara pavarotti

Non c’è dubbio. Il sindaco di Vagli, Mario Puglia, è un grande comunicatore. Non si sottrae a nessuna domanda e le canta chiare a tutti. Sarà l’età, quasi 67 anni, sarà l’esperienza, ma ha capito che in una Garfagnana fin troppo piena di “sindaci-anguilla”, dei cui discorsi non si capisce nulla, infarciti di paroloni e vaghezze o tecnicismi per far capire ancora meno, e che amano tanto sottrarsi al confronto, una sola arma è vincente: esporsi in prima persona. Ed ecco quindi tutti i temi, anche scottanti, affrontati in tre ore di conversazione col sindaco Puglia.

Sindaco, mi risulta che lei abbia fatto parte di Gladio, l’organizzazione paramilitare  promossa dalla Nato ai tempi della “guerra fredda” per contrastare l’ipotetica invasione dell’Europa da parte dell’Unione Sovietica e resa pubblica da Andreotti  nel 1990.

“E’ un’organizzazione che stimo e ovviamente superata dai tempi. Ha fatto tanto bene all’Italia. Non mi pento se ho collaborato”.

In che termini ha collaborato?

“Per oltre 20 anni ho fatto i lavori istituzionali previsti. Conoscevo bene il generale Cesare Pucci “ (ndr. Il generale Pucci, nato a Ponte a Moriano, è morto a Lucca il 26 gennaio scorso e, fra i molti suoi incarichi, è stato comandante del Sismi, il servizio segreto militare e comandante delle forze terrestri Nato del sud Europa).

Vedo che qui, nel suo ufficio in comune, c’è il ritratto di Ciampi, non dell’attuale presidente della repubblica.

“E’ l’unico presidente, dopo Pertini, che mi ha dato fiducia. Io sono fermo a Ciampi. Napolitano ha voluto fare il capo del governo, l’uomo-ombra. Quanto a Mattarella, vedremo”.

Ma lei da che parte politica sta?

“Non ho tessere politiche né di destra né di sinistra. Però di sicuro non vengo da una cultura di sinistra. Comunque lo devo ribadire: non sono un politico, sono un amministratore. Non uso il mio comune come trampolino di lancio per andare da qualche altra parte ritenuta più prestigiosa”.

La sala riunioni in comune è bellissima. Un pavimento in marmo strepitoso. Ne avete, eh, di soldi.

“E’ il marmo Calacatta, quello della nostra zona, il più pregiato al mondo. Sì, i soldi li abbiamo. Grazie al marmo e non solo. Come ho già detto, noi partecipiamo a tutti i bandi possibili pubblici ed europei. E li vinciamo. C’e’ una task force specializzata nel seguire questi bandi. Mentre gli altri comuni non ci capiscono nulla. Però, fino al 2004, quando sono stato eletto, qui non c’era un euro. Erano incapaci di gestire questo comune che ha immense risorse naturali, paesaggistiche. Ma le ha viste queste montagne? Tolgono il fiato. Altroché rally che serve solo al Ciocco o motocross. Qui il turismo è legato alla natura”.

Sì, il panorama è stupendo.  Poi con le sue opere, il ponte “tibetano”, il parco “dell’onore e del disonore”, le piscine che si affacciano sul lago, sta avendo una grande risonanza, anche oltre i confini toscani.

“Meno male, il 19 giugno, quando ci sarà l’inaugurazione, avrete delle sorprese.  Ora daremo ai due marò la cittadinanza onoraria di Vagli, così possiamo intitolare il ponte a personaggi viventi.  Ci sarà la tv indiana, quelle nazionali.  Si sono già accreditati i marò in congedo, circa 500 persone”.

Comunque di questo evento tanto si è parlato e se ne parlerà.  Andiamo su altro.  Il senatore Marcucci, che tanta influenza ha in Garfagnana e Mediavalle. Un suo giudizio.

“Giudizio sospeso. Anche per lui sto preparando una pagella..”

In Garfagnana e Mediavalle si dice che non “si muove foglia senza che Marcucci non voglia”. E’ d’accordo?

“Al momento, fuori dal comune di Vagli, mi sembra sia così”.

Luigi Favari, il contestato ex presidente del Gal. Il suo parere.

“E’ vissuto in un sistema perverso di potere pensando che quello che faceva fosse fatto bene.  E’ il capro espiatorio di altre persone.  E’ un ingenuo. Si è trovato in un scontro fra fazioni del Pd e ne è uscito sconfitto. Altri del Pd,  che tuttora hanno ruoli istituzionali e sono corsi sul carro del vincitore-Renzi, lo hanno scaricato. Anche se lui si era adoperato per contribuire alla loro ascesa in questi ruoli istituzionali”.

Entrerà nel nuovo Gal?

“No”.

L’Unione dei comuni. Lei non ne fa parte. Perché?

“Non ha senso. E’ la fotocopia della Comunità Montana. Se non aveva più senso quella, perché farne un’altra? E’ un carrozzone politico che,  secondo il mio modesto parere, produce solamente poltrone e scarsi lavori sul territorio. Da chiudere quanto prima. E ridare le competenze a chi sa fare”:

Le società partecipate dei comuni, tanto discusse a livello nazionale e sempre in perdita.

“Ne ho una messa in liquidazione, Vagli turistica. Anche queste sono carrozzoni, fabbriche di poltrone . Non sono  obbligatorie. Per la maggior parte sono un modo per eludere i vincoli di assunzione imposti ai comuni.  Sono il Panama Papers della pubblica amministrazione italiana ”.

Gaia: lei ha detto di volerne uscire.

“Certo. Fa pagare il depuratore a Roggio, una mia frazione, e non c’è. Questa per me è appropriazione indebita”.

I consorzi di bonifica. Qui si chiama Toscana nord.

“Altro carrozzone inutile.  Gli diamo tutti 30 euro all’anno e nessuno protesta. Paghiamo e basta. Incassa cifre astronomiche per fare cosa? Prendere appalti dalle regioni per i lavori sottraendoli ai comuni”.

Le province. Sono state abolite, ma conservano alcune funzioni  e c’è un consiglio provinciale eletto non dai cittadini, ma dagli amministratori locali.

“Gli attuali consiglieri provinciali sono inefficienti. Si vede da come tengono le strade provinciali, piene di buche e senza guard rail. Non capisco quale senso abbiano, non fanno nulla”.

Comune unico. Contrario o no?

“Non sono contrario. I comuni con 500 abitanti che senso hanno? Purché non ridiventi un carrozzone. I comuni sono aziende, devono funzionare. Per la maggior parte sono pieni di debiti e gestiti male. Noi abbiamo varie richieste di accorpamento,  ma deve essere un referendum a deciderlo. Per questa unione si deve puntare sulle persone, quelle che si sono dimostrate brave”.

Quali sono i comuni virtuosi della Garfagnana?

“Nemmeno uno.  E i parametri sono: occupazione, tasse, servizi, infrastrutture.  Questi sono i miei 4 comandamenti. Tranne Vagli che risponde bene a tutti questi criteri, gli altri sono fuori”.

Dov’è il problema secondo lei?

“Nella classe dirigente, la più scadente dal dopoguerra. Da 20-30 anni qui vige un sistema ben preciso e cosa ha portato l’omologazione dei sindaci a una certa cultura? L’occupazione è in caduta libera, la viabilità è quella di 100 anni fa, inesistente, la sanità è morta, la delinquenza e i furti nelle case sono fuori controllo. Siamo alla soglia di povertà o quasi. Nei cittadini, poi,  questo sistema di potere ha portato a un’assuefazione e rassegnazione totali. La gente è sempre più scoraggiata e non parla.  Si vuol far credere che qui va tutto bene. Non è così, ma non lo si dice”.

Quanto guadagna il sindaco Mario Puglia?  

“600 euro al mese. Non porto mai spese di rappresentanza e con i soldi che guadagno ci pago le spese fatte per il comune. Ho rinunciato a 3500 euro che mi spettavano perché sono anche il responsabile dell’ufficio tecnico e dell’ufficio personale. Soldi che vanno invece al comune. Vivo con la pensione da ex dipendente Enel”.

Di recente avete fatto notizia con la visita dell’ambasciatore degli Emirati arabi.

“Sì. Gli emirati sono interessati perché qui c’è il marmo. Gli interessa potersi inserire nel sistema-marmo. Del resto gli imprenditori che scavano il marmo hanno uffici anche negli Emirati arabi. L’ambasciatore è stato da noi e a Castiglione, non nel capoluogo Castelnuovo. Secondo me è stato uno sbaglio. Tagliasacchi è stato mal consigliato. E se gli è stato dato il veto è ancora peggio.

Veto? E da chi?

“Giudichi lei. Noi tv, la televisione di Marcucci, non ha ripreso l’evento. Mi meraviglia che un’emittente locale non sia stata presente”.

Immigrati. Come giudica la brutta faccenda dell’agriturismo Borgo Biaia di Camporgiano?

“Lì, a mio avviso, c’è un ordine della prefettura di stoppare le indagini. Comunque l’integrazione non esiste, è una farsa. Per quanto mi riguarda io, lo dico sempre, prima penso agli italiani. E agli emarginati italiani”.

Questione sicurezza. Lei come si regola?

“Ho messo le telecamere dovunque. Non voglio furti. Sono pronto a rimettere le gabelle con le sbarre e i controlli a chi entra e a chi esce. E lo posso fare perché, visto che qui non ci sono i carabinieri, sono anche ufficiale di polizia giudiziaria, il più alto in grado. Faccio tornare Vagli al Medioevo! Coi poteri conferiti dalla Repubblica, posso mettere i cancelli e le sbarre. Non c’è più nulla, almeno la tranquillità di poter dormire la notte deve rimanere”.

Chiudiamo più sul leggero.  Prossima statua?

“Stiamo valutando la Fornero-piangente. I cittadini decideranno se metterla nel parco dell’onore o in quello del disonore. E poi è in preparazione quella di Renzi, incerti anche qui sulla collocazione. Renzi lo salvai quando da piccolo faceva lo scout e si perse nei nostri boschi.  Sapete che ha scritto tempo fa? Mi sono perso nel comune di Vagli, provincia di Massa… Non sa nemmeno che siamo in provincia di Lucca. Vagli dovrebbe avere più attenzione da Renzi visto che ne ha frequentato il territorio”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

lamm


Altri articoli in Garfagnana


mercoledì, 8 dicembre 2021, 08:49

Inaugurata una targa in marmo in ricordo di Vanessa

Alle 19.30 di ieri, 7 dicembre, è partita da Sant'Andrea di Gallicano la fiaccolata in ricordo di Vanessa Simonini, uccisa 12 anni fa i località Campilato, da un suo "amico" che si era invaghito di lei e, vistosi respinto, le tolse la vita


martedì, 7 dicembre 2021, 21:56

A Pieve Fosciana torna la tradizione della festa degli sposi

Rappresenta una delle feste più sentite per la comunità di Pieve Fosciana che, a partire dal 1993, celebra la Festa degli Sposi per festeggiare le coppie di coniugi più longeve


Prenota questo spazio


martedì, 7 dicembre 2021, 15:36

Green pass, controlli sui mezzi pubblici: in 13 sono senza

E' questo l'esito dei controlli effettuati dai verificatori di Autolinee Toscane a supporto delle forze dell’ordine, nel primo giorno di entrata in vigore del Green Pass obbligatorio per i passeggeri del tpl


martedì, 7 dicembre 2021, 13:15

Lutto per la scomparsa di Pierluigi Boggi, storico cameriere da “Carlino”

Accusati problemi di salute solo pochi mesi fa, le sue condizioni erano progressivamente peggiorate fino al ricovero, sabato scorso, all’hospice a Villetta di San Romano. Qua, nella serata di domenica 5 dicembre, si è spento, all’età di 70 anni, Pierluigi Boggi


martedì, 7 dicembre 2021, 11:13

50 stelle di Natale per la fiaccolata in ricordo di Vanessa

50 stelle di Natale per sostenere le attività del Centro Antiviolenza "Non ti scordar di me" di Gallicano. Donna Imprese Coldiretti Lucca al fianco delle donne vittime di violenza nella giornata ricordo di Vanessa Simonini, ventenne di Gallicano vittima di femminicidio il 7 dicembre 2009


lunedì, 6 dicembre 2021, 18:35

I sindaci incontrano il nuovo comandante della guardia finanza

Lunedì 6 dicembre, presso la sede dell’Unione Comuni Garfagnana, i sindaci dei comuni componenti l’Unione Comuni Garfagnana hanno incontrato il nuovo comandante della guardia di finanza nella provincia di Lucca, colonnello t. SPEF Marco Querqui, insediatosi il 14 settembre


Ricerca nel sito


bidiba


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio