prenota_spazio

Anno 3°

lunedì, 18 giugno 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

In Toscana ricchi e poveri sempre più lontani: maglie nere a Massa-Carrara, Pistoia e Lucca

mercoledì, 13 giugno 2018, 13:08

I ricchi (con redditi superiori a 120 mila euro annui) e i poveri (con redditi inferiori a 10 mila euro annui) sono sempre più lontani in Toscana. Il divario tra benestanti e meno abbienti, tra il 2008 e il 2015, è aumentato del 6,7% nella nostra regione, più di due punti percentuali rispetto alla media italiana (+4,3%). È uno dei dati che emerge dal rapporto 'Il modello toscano alla prova della crisi' elaborato da Iref e presentato da Acli Toscana. La ricerca punta a misurare gli effetti della crisi economica sui nostri territori. "Nonostante l'economia toscana abbia attutito i contraccolpi della recessione – afferma Giacomo Martelli, presidente di Acli Toscana – la depressione economica ha causato un palese peggioramento delle condizioni sociali".

Torniamo ad analizzare nel dettaglio le disuguaglianze in termini di ricchezza in Toscana. Le asimmetrie tra gli strati sociali della popolazione assumono infatti un peso diverso a seconda delle province di riferimento. Le maglie nere vanno alle province Massa-Carrara (+14,8%), Pistoia (+11,5%) e Lucca (9,5%), dove la distanza di chi non riesce ad arrivare a fine mese e la neoborghesia è cresciuta a dismisura. Significativa la crescita anche a Grosseto (7,4%) e Livorno(6,9%). Sono sotto la media regionale invece Prato (6,4%) e Firenze (5,3%) e invece sotto quella nazionale: rezzo (3,1%) e Pisa (2,9%). Degno di nota è invece il caso di Siena che è in netta controtendenza: il divario in questa provincia si è attenuato – 0,1 %.

In generale le imprese toscane sono fuoriuscite dalla recessione con una maggiore capacità di estrarre valore economico dalla produzione di beni e servizi. Il valore aggiunto per ora lavorata infatti è stato pari a 32.500 euro nel quinquennio 2005-2010, per arrivare a 35.000 euro nel 2015. Dati che fanno posizionare la Toscana subito dietro il Nord Italia e l'Emilia Romagna. Altro dato positivo è quello relativo all'export: la Toscana si posiziona quinta in Italia.

Per quanto riguarda invece il tema del lavoro, la Toscana nel 2016 è tornata ai livelli di impiego pre crisi con un tasso di occupazione del 69,9%, ben 8,3 punti sopra la media nazionale. Ad essere peggiorata però è la qualità del lavoro con un aumento dei lavoratori part-time passati dal 13,7% nel 2004 a 19,3% nel 2016, dei lavoratori a tempo determinato: dall'11,8% al 14%. "La flessibilità – dice il presidente Martelli – non ha funzionato sino in fondo a fronte di un mercato del lavoro ingessato, che non riesce ad assecondare la mobilità sociale dei lavoratori verso impieghi dignitosi. Le principali vittime sono stati in particolare i giovani e le donne". La disoccupazione femminile è salita tra il 2008 e il 2016 dal 7,2% al 10,8%. E i giovani disoccupati, nella fascia d'età 15-24, sono più che raddoppiati in Toscana nell'arco di soli 8 anni: dal 14,6% el 2008 al 34% nel 2016. Di tutto questo si parlerà a 'Fest'Acli', a San Piero a Grado (PI), il prossimo 22 giugno, alle ore 18.30.

 


Questo articolo è stato letto volte.


tuttonatura2016


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


puntoeacapo


lunedì, 18 giugno 2018, 12:51

Galleria Lupacino, approvato il piano di emergenza esterna

Il prefetto di Lucca Maria Laura Simonetti ha firmato oggi, alla presenza dei rappresentanti degli uffici e comandi coinvolti nella redazione, il decreto di approvazione del Piano di Emergenza Esterna della galleria ferroviaria Lupacino, in alta Garfagnana, situata lungo la linea Lucca – Aulla, fra i comuni di Piazza al...


sabato, 16 giugno 2018, 14:41

Mangia Trekking, alpinismo lento e presidi di montagna “rosa”

Un bell’esempio, nei giorni scorsi, quando alcune appassionate dell’associazione Mangia Trekking  hanno vissuto un ‘esperienza di alpinismo lento “in rosa” salendo verso la cima ancora innevata del gigante Cusna


Prenota questo spazio


venerdì, 15 giugno 2018, 18:19

Pontecosi, nasce "La piccola biblioteca sul lago"

Altra stupenda ed affascinante iniziativa ideata dal Centro socio-culturale San Magno, nelle persone di Alessia Poli, Erica Bertucci e Martina Romei, che si inaugurerà sabato 16 giugno, dalle ore 18.30, presso i locali della spettacolare grotta di San Magno, soprannominata anche la grotta dell'elicriso


venerdì, 15 giugno 2018, 12:47

Sicurezza ferroviaria, un piano di emergenza esterna per la Galleria Lupacino

Lunedì 18 giugno, alle 12, presso la Sala del Bosco del Palazzo Ducale, il prefetto di Lucca Maria Laura Simonetti firmerà il decreto di approvazione del piano di emergenza esterna della galleria ferroviaria Lupacino, in alta Garfagnana, situata lungo la linea Lucca-Aulla, fra i comuni di Piazza al Serchio e...


giovedì, 14 giugno 2018, 16:45

Sabato apertura stagionale della mostra “Caprignana - Frammenti di storia e immagini di vita in paese, lungo i sentieri dell’Alpe, per le strade del mondo”

Sabato 16 giugno ore 17 l’appuntamento si rinnova e, in occasione della sua apertura stagionale, si terrà la consegna di nuove Cittadinanze Affettive dell’Appennino Tosco Emiliano alla presenza del sindaco di San Romano in Garfagnana e vice presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano Pier Romano Mariani


mercoledì, 13 giugno 2018, 16:21

Incidenti in montagna, una giornata di prevenzione con il Sast

Nell'ottica di sensibilizzare e rendere più consapevoli gli escursionisti dei rischi che si possono correre in montagna, il Sast (Soccorso Alpino e Speleologico Toscano) di Lucca sarà presente domenica al Piglionico per una duplice attività di informazione ed esercitazione alle pendici della Pania Secca