prenota

Anno 3°

venerdì, 18 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana : castiglione di garfagnana

Profughe scendono in strada a Le Filippe: "Non vogliamo più stare qui"

mercoledì, 8 agosto 2018, 17:58

di andrea cosimini

Sono scese in strada stamattina, in località Le Filippe, per manifestare pubblicamente la propria rabbia. Si tratta delle 19 richiedenti asilo che, da ormai due anni, sono state spedite dalla prefettura in un casolare sperduto a 1.300 metri di altezza, a due passi dal Casone di Profecchia, e sono ancora in attesa di un responso da parte delle commissioni.

"Abbiamo bisogno di trasferimento" si legge su uno dei cartelli esposti. "Non hanno bisogno di noi qui" recita un altro. E ancora: "Siamo qui da due anni senza residenza. Siamo arrabbiate". Una protesta esplicita, a suon di manifesti, che ha richiesto stamattina anche l'intervento delle forze dell'ordine che sono giunte sul posto per garantire la sicurezza e il normale flusso del traffico sulla strada per il Casone.

"Siamo qua da due anni - lamentano le profughe - e ancora siamo in attesa di una risposta dalle commissioni. Otto di noi hanno ricevuto una prima risposta negativa, mentre le altre ancora aspettano. Lo Stato italiano non ci riconosce. Nel frattempo ce ne stiamo quassù, dove d'inverno il freddo e la nebbia fanno paura, senza fare niente e senza documenti. Abbiamo solo soggiorno e tessera sanitaria. Quello che chiediamo sono però i documenti per la residenza. Stiamo per di più in una zona remota con scarsi collegamenti con i mezzi pubblici. Basti pensare che il pullman per Castelnuovo, da noi, passa solo due volte. La mattina, alle 10, e il pomeriggio, alle 15.20. Se qualcuna di noi dovesse recarsi a Lucca, il primo treno disponibile sarebbe alle 11.50, ma, al ritorno, non saremmo in grado di prendere l'ultimo pullman disponibile per tornare a casa".

Oggi le ragazze sono 19, ma quando arrivarono due anni fa erano 21. Sono tutte molto giovani, la più piccola ha 22 anni e la più grande 35, e sono tutte di origini nigeriane. Quello che chiedono, in sostanza, è di ottenere quanto prima il riconoscimento da parte delle commissioni e di essere quindi trasferite in una zona meno isolata dove poter fare qualcosa che non sia restare con le mani in mano. 

"Stamattina abbiamo manifestato davanti a casa nostra - concludono - ed è intervenuta anche la cooperativa che ci gestisce, oltre ai carabinieri. Ci è stato detto che cercheranno di risolvere il problema. Noi però non vogliamo stare più qui senza fare niente".


Questo articolo è stato letto volte.


pontecosi


tuttonatura2016


vino


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


giovedì, 17 ottobre 2019, 15:21

Doppia festa alla Misericordia di Piazza al Serchio e Giuncugnano

Domenica 20 ottobre, presso la sede della misericordia di Piazza al Serchio e Giuncugnano, in via Ducale 22 a Piazza al Serchio, saranno inaugurati due nuovi automezzi donati dai volontari, insieme anche ad una piccola chiesa intitolata alla Madonna di Fatima, che sarà benedetta in tale occasione


giovedì, 17 ottobre 2019, 12:50

Controlli delle guardie ambientali nei boschi e sanzioni ai trasgressori

Da mesi sul sito del comune di Fabbriche di Vergemoli è presente la nuova regolamentazione inerente la raccolta dei funghi che vieta la raccolta dei funghi nel territorio di Fabbriche di Vergemoli per i non residenti (tranne nei loro terreni di proprietà) sia il sabato che la domenica


Prenota questo spazio


mercoledì, 16 ottobre 2019, 19:18

Partnership tra FSI e Kedrion, sottoscritto accordo

Oggi, Sestant Internazionale S.p.A., Sestant S.p.A. e FSI Investimenti, attuali soci di Kedrion S.p.A., hanno sottoscritto un accordo con FSI, che prevede l’acquisto da parte di quest’ultima di una partecipazione di minoranza detenuta da Sestant Internazionale S.p.A. in Kedrion e la sottoscrizione di un aumento del capitale di quest’ultima


mercoledì, 16 ottobre 2019, 17:04

Surroga consigliere, la minoranza: "Da parte del sindaco alcune omissioni"

Una vicenda che si sta trascinando ormai da tempo quella riguardante l’ex consigliere di maggioranza e assessore nella passata amministrazione Vittorio Torre


martedì, 15 ottobre 2019, 15:41

Inaugurato il nuovo labaro del gruppo Fratres

I cinque gruppi donatori di sangue Frates del comune di Camporgiano (Camporgiano, Poggio Filicaia Sillicano, Puglianella, Casatico Vitoio e Casciana) sabato 5 ottobre hanno inagurato il nuovo labaro dell'associazione


martedì, 15 ottobre 2019, 14:52

Il piano strutturale intercomunale dell’Unione dei Comuni fa scuola

Dopo il successo riscontrato a Riva del Garda alla VII Rassegna Urbanistica Nazionale (RUN), il Piano Strutturale Intercomunale dell’Unione Comuni Garfagnana sarà nuovamente oggetto di presentazione in occasione della IV Rassegna Urbanistica Regionale (RUR) della Regione Toscana preso a come modello di esperienza valida a livello regionale e non solo


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio