prenota_spazio

Anno 3°

lunedì, 21 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

Variante di San Donnino, disagi per gli abitanti

venerdì, 11 gennaio 2019, 15:33

A quasi dieci anni dell'inaugurazione e apertura della variante di San Donnino, opera che ha eliminato il traffico pesante dall'abitato rendendo il centro storico più vivibile, alcuni abitanti riscontrano una sostanziale diminuzione del traffico ma anche alcuni disagi che si sono venuti a creare.

"I residenti del paese - dichiara un cittadino -, quelli che abitano nella strettoia nel centro storico, dopo l'apertura della variante hanno iniziato a parcheggiare le auto sotto casa tra le strettoie del paese dove la strada si allarga. Parcheggiando lì le auto, si è creata un'unica strettoia dove non si ha spazio per scansarsi in caso arrivi un'altra auto in senso contrario; a volte si contano fino a otto auto parcheggiate rendendo la strada in un'unica carreggiata".

"Quando transitano gli autobus di linea e incrociano una macchina in senso contrario - continua questo cittadino - tocca fare un bel pezzo in retro marcia causando disagi per la circolazione. Nonostante tutto lungo la strada, nei pressi del parcheggio limitrofo alla fontana del paese, è posizionato il cartello di divieto di sosta con il cartello inizio, e dopo la strettoia il cartello si ripete con la scritta "fine"; nonostante ci sia il cartello di divieto di sosta, le autorità competenti in questi anni non hanno fatto nulla di nulla, cosi favorendo la sosta selvaggia da parte dei residenti".

"La domanda viene spontanea - conclude questo cittadino -: la variante di San Donnino è stata costruita per togliere il traffico dal paese o per far parcheggiare le auto dei residenti sotto casa, quando a 200 metri c'è un parcheggio? Chiediamo alle autorità competenti di risolvere questo disagio che finora non lo hanno fatto".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


tuttonatura2016


notini


prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


puntoeacapo


lunedì, 21 gennaio 2019, 13:41

Fondazione Crl, 42 milioni in 10 anni per l'edilizia scolastica

Tra gli interventi più rilevanti ci sono la nuova edificazione della primaria di Coreglia Antelminelli e ben due istituti di nuova costruzione a Piazza al Serchio


lunedì, 21 gennaio 2019, 11:37

Verso l'accordo di rilancio del museo etnografico di S. Pellegrino in Alpe

In questi giorni si è tenuta a Palazzo Ducale a Lucca una riunione operativa per la definizione del protocollo d'intesa coordinata dal consigliere provinciale con delega alle politiche della Valle del Serchio e della Garfagnana Andrea Carrari e della dirigente competente per la valorizzazione dei beni culturali della provincia Rossana Sebastiani


Prenota questo spazio


lunedì, 21 gennaio 2019, 10:52

Elezioni, nasce il gruppo "Confederazione Civica Toscana"

Il neo gruppo "Confederazione civica Toscana" annuncia la sua ascesa in campo in vista delle prossime elezioni amministrative in Valle del Serchio


domenica, 20 gennaio 2019, 11:47

Inaugurata a Fabbriche di Vergemoli una cooperativa di comunità

Anche Fabbriche di Vergemoli è pronta a migliorarsi grazie alla cooperativa di comunità sostenute della Regione Toscana. L'iniziativa serve a favorire lo sviluppo di aree e territori marginali che però un domani, se aiutati ed incentivati, potrebbero tornare ad essere trainanti per l'economia e la vita dei loro abitanti


sabato, 19 gennaio 2019, 17:45

Giorno della memoria, inaugura mostra a Gallicano

La mostra “Nel vento e nel ricordo, storie di bambini ebrei della Shoah in provincia di Lucca”, a cura di Silvia Quintilia Angelini, Luciano Luciani ed Emmanuel Pesi, sarà inaugurata martedì 22 gennaio a Gallicano nei locali del Ciaf alle 11


sabato, 19 gennaio 2019, 12:18

Paolo Giulietti è il nuovo arcivescovo di Lucca

Ha fama di essere un "pastore dei giovani" il nuovo arcivescovo della diocesi di Lucca, monsignor Paolo Giulietti, 55 anni, finora vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e vicario Generale di quella diocesi. La nomina è stata resa nota oggi, nel salone dell'arcivescovado da monsignor Italo Castellani, arcivescovo uscente


Ricerca nel sito


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio