prenota

Anno 3°

domenica, 15 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana : camporgiano

Nuove iniziative didattiche nelle scuole grazie ai progetti PON

martedì, 16 luglio 2019, 18:01

Le scuole di Camporgiano, dal settembre 2018 accorpate con l’IC di Castelnuovo Garfagnana, hanno attuato e attueranno dal prossimo ottobre nuove iniziative didattiche grazie ai progetti PON (Piano Operativo Nazionale per la scuola che si avvale di finanziamenti europei): ore aggiuntive di insegnamento per quasi 40 mila euro di risorse, guidate da esperti esterni e docenti tutor interni, sulle nuove tecnologie, sul coding e robotica educativa, sulla cittadinanza globale e sul patrimonio culturale, le quali hanno innalzato, come ben immaginabile, l’offerta formativa, rinnovando temi e metodologie didattiche e iniettando nuova energia proprio grazie alla stretta collaborazione fra docenti e figure specializzate.

"I progetti PON sono faticosi soprattutto per il lavoro aggiuntivo e la burocrazia che richiedono, ma una volta realizzati, generano soddisfazione in dirigenti scolastici, docenti, alunni e genitori - osservano le insegnanti Annalisa Bravi, Federica Biagioni, Stefania Fiorani e Lucia Giovannetti, coinvolte a vario titolo in queste esperienze -. Molto positivi sono stati quelli finora portati a termine: due moduli (ogni modulo comporta 30 ore di didattica in aggiunta a quella normale) hanno ad esempio interessato la secondaria di primo grado di Camporgiano permettendo di affrontare in modo mirato argomenti centrali come la tutela della biodiversità, le responsabilità individuali nei confronti dell’ambiente e dei cambiamenti climatici, con approccio laboratoriale e in sinergia con gli enti locali, in particolare il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-emiliano. Il taglio ha sempre privilegiato approfondimenti e esperienze legate al nostro territorio e questa formula ‘locale’ si è rivelata vincente proprio perchè percepita vicina e tangibile da tutti i beneficiari; la scuola ha così avuto ottime occasioni per uscire dalle aule e iniziare ad analizzare i luoghi che ci appartengono come campo di indagine e di esperienze significative, con i loro punti di forza e di debolezza e, perchè no, facendo intravedere prospettive di futuro per i giovani della montagna apuana e appenninica". 

"Si è toccata con mano - spiegano le insegnanti - l’importanza, ad esempio, di coniugare una buona preparazione tecnologica alla conoscenza della storia e delle tradizioni locali per creare nuovi stimoli e capacità di valorizzare ciò che la storia, al pari di una natura generosa, ha offerto a noi abitanti della Garfagnana. Un esempio per chiarire questo punto: saper presentare un monumento che ci appartiene anche in modo virtuale, significa acquisire la capacità di comunicare secondo linguaggi multimediali il nostro patrimonio, quindi promuoverlo, ‘aprendolo’ alla comunità locale e ai turisti italiani e stranieri. I nostri ragazzi imparano così ad apprezzare ciò che ci appartiene e a sentirlo proprio, motivandosi e maturando spirito di iniziativa nella sua conservazione e valorizzazione".

"Il secondo modulo PON sulla storia locale appena concluso (il primo si è tenuto durante l’anno scolastico per i ragazzi della secondaria) - continuano -, questa volta indirizzato agli alunni di quarta e quinta primaria, si è svolto interamente proprio all’interno della fortezza delle Verrucole sotto la guida dell’esperta Giulia Paltrinieri che con il marito Diego Micheli gestisce l’Archeopark della Fortezza Verrucole avvalendosi dell’innovativo approccio della living history (‘storia vivente’)erendendo questo significativo castello della Garfagnana un punto di eccellenza per indagare il passato provando la suggestione di tornare indietro nei secoli. Sono state mattinate di full immersion nel Medioevo locale, quelle appena trascorse, con laboratori sui metodi dell’indagine archeologica e di archeologia sperimentale, con esperienze di tintura di stoffe con sostanze naturali, cucina storica, panoramica sui colori e la simbologia medievali, giochi antichi, ecc. L’aver  visto il forte entusiasmo dei bambini e la loro motivazione nell’avvicinarsi alla storia con questi metodi basati sul lavoro cooperativo, capaci di generare immedesimazione ed emozioni, ci spinge a prospettare e auspicare nuove esperienze di tal genere". 

"Una volta che le opportunità offerte dai PON saranno esaurite - concludono le insegnanti -, sarebbe quindi auspicabile che gli enti locali, in collaborazione con la scuola e le famiglie, si adoperassero per rendere ancora possibili queste iniziative sul nostro territorio. Il sistema di fortificazioni che abbiamo potrebbe diventare, ad esempio, un’appendice esterna dell’aula didattica, dove apprendere la storia locale e interiorizzare il concetto che la cultura e la valorizzazione dei luoghi che ci appartengono possono non solo aiutarci a diventare cittadini più consapevoli ma anche a creare nuove opportunità lavorative di alta specializzazione, rimanendo a vivere in Garfagnana. La scuola, supportata dagli enti pubblici, grazie a programmazioni mirate, sistematiche e di ampia veduta, potrebbe fare molto in tal senso, arginando così il fenomeno dello spopolamento dei luoghi montani della Valle del Serchio".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


tuttonatura2016


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


domenica, 15 dicembre 2019, 15:04

Un successo la presentazione del quarto libro di Andrea Lunardi

La presentazione che si è svolta ieri presso la sala Guazzelli di Gallicano, raccogliendo una discreta partecipazione di pubblico, è stata curata dal Circolo Culturale Gilberto Tognocchi, Unitre e patrocinata dal comune di Gallicano


domenica, 15 dicembre 2019, 08:54

Botti di Capodanno, sì o no? 50 sfumature di... opinioni

Da una parte, chi li ha sempre fatti e li trova un buon modo di concludere l'anno, dall'altra numerosi animalisti (e non) che accusano questi fuochi di artificio (e chi ne usufruisce) di essere potenzialmente dannosi per i nostri amici a quattro zampe; in mezzo, tante sfumature di opinioni al...


Prenota questo spazio


venerdì, 13 dicembre 2019, 22:36

Coltelli (Pd): “Asfaltatura via San Regolo, inutile spreco di risorse”

Enzo Coltelli, rappresentante del PD di Vagli Sotto, critica l’attuale amministrazione sull’intervento effettuato sulla via San Regolo


venerdì, 13 dicembre 2019, 22:22

Una serata dedicata al Natale al Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico

Il Museo Italiano dell’Immaginario Folklorico chiude l’anno 2019 con gli Auguri dal Museo, una serata dedicata al Natale e alle sue tradizioni, mercoledì 18 dicembre alle 21: come di consueto l’appuntamento è in via Ducale 4 a San Michele di Piazza al Serchio


venerdì, 13 dicembre 2019, 17:40

Calcolo Imu a Molazzana: Simonini offre assistenza gratuita ai cittadini

Simone Simonini, ex consigliere comunale a Molazzana, offre la sua disponibilità come ogni anno per il calcolo gratuito dell'Imu a tutti i cittadini


venerdì, 13 dicembre 2019, 12:15

Proiezione in anteprima di "Palèo", il docufilm musicale degli Staindubatta

Giovedì 19 dicembre alle 21, ad ingresso gratuito presso la sala del Cinema Eden di Castelnuovo di Garfagnana si terrà, in collaborazione con l’Unione Comuni Garfagnana, la proiezione in anteprima di "Palèo", il docufilm musicale degli Staindubatta che racconta i concerti “silent” realizzati dalla band lo scorso agosto tra le...


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio