Anno 3°

lunedì, 30 marzo 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

Inchiesta sui Discepoli dell'Annunciazione: altri tre religiosi indagati

lunedì, 3 febbraio 2020, 16:57

di giuseppe bini

Si allarga l'inchiesta della Procura di Prato, che ha portato nei giorni scorsi a una perquisizione anche all'Eremo di Calomini, nel comune di Frabbriche di Vergemoli.

Dalle perquisizioni eseguite nelle tre sedi della comunità (Prato, Aulla e Calomini) sono saltati fuori dei diari, il cui contenuto, incrociato con i primi interrogatori, ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati di altri tre religiosi, portando quindi il numero delle presunte persone coinvolte in questa triste vicenda a dodici.

La notizia dell'apertura dell'inchiesta e le relative pesanti accuse, si parla di violenza sessuale su minori, ha naturalmente colto di sorpresa anche la comunità che insiste intorno all'Eremo di Calomini, al tempo dei fatti (periodo compreso dal 2008 e il 2016) gestito dai Discepoli dell'Annunciazione, che vi si insediarono nel 2011. La nostra testata ha avuto modo di raccogliere le dichiarazioni sia del sindaco di Fabbriche di Vergemoli Michele Giannini, che del governatore della Misericordia di Borgo a Mozzano, con sezione anche in val di Turrite, Gabriele Brunini.

L'inchiesta intanto come dicevamo prosegue, mentre si cerca di capire se gli episodi avvenuti possano aver coinvolto anche altri ragazzi abusati. Dai racconti fatti dai due fratelli ai sostituti procuratori a cui è stata affidata l'inchiesta, Laura Canovai e Valentina Cosci, è comunque emerso che non vi fossero altri minori presenti agli episodi incriminati.

Proprio dalla procura, come riporta anche Notizieprato.it, è partito l'appello affinchè chi ritiene di avere subito violenza si faccia avanti e bussi alla porta senza paura.

L'inchiesta, ricordiamo, è partita dalle segnalazioni dei servizi sociali che seuono la famiglia dei due fratelli, che all'epoca dei fatti erano stati affidati alla comunità dei Discepoli dell'Annunciazione, l'associazione di religiosi fondata da don Gilioli, e sciolta dal Vaticano nel dicembre scorso.

Don Gilioli intanto ha negato ogni addebito e si è dichiarato a disposizione della procura per ogni chiarimento sulla sua posizione. La sfilata di religiosi verso gli interrogatori intanto prosegue: uno di essi sarebbe in arrivo dalla Colombia, per essere sentito e charire la sua posizione.

Un terzo fratello intanto, più grande dei due che hanno raccontato degli abusi, avrebbe detto di essere a conoscenza di tutto ma di non aver mai subito violenze.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


domenica, 29 marzo 2020, 22:10

Pieve Fosciana: attivato il servizio "supporto alla spesa"

Giornata molto positiva nel comune di Pieve Fosciana dove fortunatamente non si sono registrati nuovi casi di coronavirus e nemmeno di quarantena. Inoltre tale comune ha ufficializzato l'attivazione del servizio "supporto alla spesa" con il quale verranno portati a domicilio i generi alimentari a quelle persone bisognose (anziani, in quarantena,...


domenica, 29 marzo 2020, 20:54

Saisi aggiorna su Rsa Paoli Puccetti: "Due persone hanno presentato sintomi e sono state portate in strutture più attrezzate"

A riportarlo il primo cittadino David Saisi, nella consueta diretta Facebook delle 21, dopo i 18 tamponi positivi risultati nella giornata di ieri, ai quali si aggiunge il primo caso della donna asintomatica residente a Molazzana risultata positiva nella giornata di venerdì


Prenota questo spazio


domenica, 29 marzo 2020, 18:49

Rossi: "Tampone per tutti i nuovi ingressi nelle Rsa"

Casi di Coronavirus si sono già registrati nelle Rsa, dove vive una popolazione anziana, particolarmente fragile ed esposta al contagio. Per questo il presidente Enrico Rossi ha firmato oggi pomeriggio una nuova ordinanza


domenica, 29 marzo 2020, 16:19

Coronavirus: nuovi posti letto di terapia intensiva, cure intermedie e alberghi sanitari

Sei posti letto di Terapia intensiva, ma con possibilità di salire a 12 entro pochi giorni, sono attivi da oggi nel padiglione O della Cittadella della Salute “Campo di Marte” di Lucca e sono pronti ad essere utilizzati, se ci sarà bisogno. Sono a disposizione di tutta l’area vasta Toscana...


domenica, 29 marzo 2020, 16:13

Coronavirus, oltre mezzo milione di mascherine distribuite in Toscana ogni tre giorni

Procede al ritmo di oltre 500 mila ogni tre giorni, la distribuzione di mascherine nell’area Covid di tutti i presidi sanitari toscani impegnati nell’emergenza. Il dato è diffuso dall’Unità di crisi regionale


domenica, 29 marzo 2020, 15:59

Coronavirus, 54 nuovi casi in provincia

Sono 305 i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino, analizzati nei laboratori toscani; e 17 i nuovi decessi. Salgono dunque a 4.122 i contagiati dall’inizio dell’emergenza. 29 sono finora le guarigioni virali (i cosiddetti "negativizzati"), 92 le guarigioni cliniche e 215 i decessi


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio