Anno 3°

venerdì, 10 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

Infermieri 118 sempre in prima linea: al fronte contro il virus

giovedì, 26 marzo 2020, 13:56

di gabriele muratori

Paola, Alberta, Lucia, Lorella, Maria Grazia, Carlo. Sono gli infermieri del 118 territoriale Mediavalle e Garfagnana, che giornalmente combattono questa guerra sul campo, in prima linea, contro questo dannato nemico invisibile.

Nella ristretta cerchia dei nostri angeli custodi del soccorso alla popolazione, in questo difficile momento che sta sconvolgendo la nostra società, oltre al grande lavoro svolto dal personale ospedaliero, figurano anche loro, gli infermieri del 118, che assieme ai medici e ai  volontari delle associazioni, partono con l'ambulanza infermieristica per valutare, soccorrere e trasportare in pronto soccorso traumi e malori della cittadinanza, e tra questi, anche purtroppo casi sintomatici e positivi al tremendo covid-19. 

Pronti h24 a correre in sirena per le impervie strade semideserte, sempre di fronte a scenari diversi, gli infermieri delle ambulanze infermieristiche, si approcciano per primi col paziente, costituendo così il ponte tra l'abitazione e l'ospedalizzazione del paziente stesso. Per ospedalizzazione si può intendere anche il San Luca o Cisanello, con tutte le relative difficoltà e lunghe tempistiche per lo spostamento. Si tratta di una guerra combattuta con poche armi a disposizione, tra le quali i necessari e obbligatori DPI, composti dalle mascherine e dalle tute anticontaminazione, che scarseggiano sempre di più in tutto il paese. "Dobbiamo utilizzare i dispositivi di protezione con molta parsimonia" - affermano gli infermieri. "Pure le associazioni di volontariato navigano nel nostro mare. Reperire i dpi sono un grosso problema che si presenta ogni giorno". Il rischio di trarre contagio, nello svolgere questa missione, si cela sempre dietro l'angolo, e nell'ambiente del soccorso, non ci si può permettere di rischiare di propagare il virus tra i colleghi soccorritori. Per il momento pare che il popolo dei soccorritori sia ancora ben presente, ma il livello di attenzione resta comunque altissimo. Stress, stanchezza, paura, elementi che si intrecciano con coraggio, coscienza, senso del dovere e orgoglio e che portano avanti una macchina del soccorso comunque diligente e impeccabile, per il bene della nostra popolazione. 


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

prenota_spazio

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


giovedì, 9 aprile 2020, 22:37

La riapertura slitta ancora: verso la 'serrata' fino al 3 maggio

Dovremo resistere ancora, almeno per un altro mese, nelle nostre abitazioni: questo è quanto è trapelato nelle ultime ore da fonti interne a Palazzo Chigi, a proposito del decreto, adottato lo scorso mese dal Governo, che poneva il termine delle restrizioni fino al 13 aprile, il lunedì dopo Pasqua


giovedì, 9 aprile 2020, 22:27

Angelini precisa: "I due casi positivi di ieri si erano già autodenunciati"

L'amministrazione comunale di Pieve Fosciana, guidata dal sindaco Francesco Angelini, è intervenuta questa sera per precisare che i due nuovi casi di positività segnalati ieri nel bollettino dell'Asl, riferiti a due residenti del comune, in realtà si erano già autodenunciati


Prenota questo spazio


giovedì, 9 aprile 2020, 22:19

Pescia dona fiori e piantine al comune di Camporgiano

Il comune ed i florovivaisti di Pescia donano fiori e piantine al comune di Camporgiano. Grande la soddisfazione da parte dell'amministrazione guidata dal primo cittadino Francesco Pifferi


giovedì, 9 aprile 2020, 18:21

Sei tamponi positivi in 24 ore in Valle

Asl invia l’aggiornamento sui casi di Coronavirus “Covid-19”. Si ricorda ancora che il flusso di validazione dei tamponi è continuo e che gli orari di estrazione dei dati delle persone risultate positive al test dai laboratori -  da parte della Regione e dell’Azienda USL Toscana nord ovest - sono vicini (a...


giovedì, 9 aprile 2020, 16:18

Coronavirus, 25 nuovi casi in provincia di Lucca

L'aumento dei nuovi casi positivi di oggi (+173) risulta relativamente contenuto. Tra i motivi c’è anche il minor numero di tamponi processati. C'è stata un'alta richiesta di tamponi, e il servizio sanitario ha cercato di assecondarla


giovedì, 9 aprile 2020, 15:49

Ctt Nord, mascherine obbligatorie sui bus

A partire dal 13 aprile, all’interno degli autobus urbani ed extraurbani di CTT Nord e nei locali aziendali di accesso al pubblico, è in vigore l’obbligo di indossare mascherina di protezione avendo cura di coprire naso e bocca per tutta la durata del viaggio


Ricerca nel sito


ennebicomputers


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio