Anno 3°

venerdì, 30 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana : pieve fosciana

L’allevatore espulso: “Crisi San Ginese, Coldiretti si sveglia tardi”

sabato, 19 settembre 2020, 11:14

di simone pierotti

Recitava un vecchio adagio: inutile chiudere la stalla quando i buoi sono scappati. Parafrasando lo stesso motivo, è quanto asserisce Alessandro Filippi, noto allevatore e produttore di latte di Pieve Fosciana, da tempo attivo nel settore con la propria famiglia.

Ha qualcosa da dire sulla questione latte San Ginese, lo storico marchio rilevato dall’azienda sarda Arborea che, oggi si legge in un articolo – denuncia di Coldiretti, sta disdicendo i vari accordi con i produttori della Lucchesia e della Garfagnana, andando ad acquistare il latte dove può risparmiare, a discapito della qualità e della storicità del marchio stesso.

“La storia è ben nota – esordisce Filippi – dopo la crisi aziendale, il marchio San Ginese venne rilevato da Arborea. In quel periodo ero consigliere di Coldiretti e più volte avevo espresso dubbi, se non avversità all’operazione: in particolare avevo sollecitato più volte un incontro con gli allevatori interessati. Niente da fare! Alla fine, nel 2019, sono stato espulso da Coldiretti”.

Al di là delle questioni personali, all’allevatore di Pieve Fosciana interessa il presente, un presente nero per gli allevatori della provincia. “In ballo ci sono 11 aziende che producono latte, di cui 6 in Garfagnana, che oggi rischiano di chiudere. Coldiretti si sveglia tardi, la frittata è fatta. Il problema è generale, i sindacati hanno lasciato soli gli allevatori, la politica locale si è riempita la bocca di belle parole ma non ha mai tutelato il settore. Così oggi i numeri spaventano: fino a 30 anni fa la provincia di Lucca era la seconda produttrice di latte in Toscana, il bacino della Garfagnana era il primo in provincia. Era un mondo che generava lavoro, sia direttamente che per tutto l’indotto. Pensate a quante agrarie hanno chiuso o si sono ridimensionate, per esempio”.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

lamm

prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


venerdì, 30 ottobre 2020, 15:11

Coronavirus, 51 casi in Valle del Serchio

Nel dettaglio: Pescaglia 3, Bagni di Lucca 2, Barga 5, Borgo a Mozzano 7, Camporgiano 1, Careggine 1, Castelnuovo Garfagnana 8, Castiglione di Garfagnana 4, Coreglia Antelminelli 4, Gallicano 3, Minucciano 5, Pieve Fosciana 3, San Romano in Garfagnana 2,  Sillano 2,  Vagli 1


venerdì, 30 ottobre 2020, 13:55

Covid, 264 casi in più in provincia di Lucca

Sono oggi 2.765 i nuovi positivi al Coronavirus (2.278 identificati in corso di tracciamento e 487 da attività di screening) su un totale di 41.723 casi, registrati dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi sono il 7,1% in più rispetto al totale del giorno precedente


Prenota questo spazio


venerdì, 30 ottobre 2020, 12:43

Sanità, proclamato sciopero per lunedì 2 novembre

È stato indetto uno sciopero di 24 ore dal sindacato Nursing Up, con adesione del sindacato Coina, e indirizzato ai dipendenti dell'Azienda USL Toscana nord ovest del comparto sanità, profili infermieristico e sanitario non medico, dalle ore 7 di lunedì 2 novembre


venerdì, 30 ottobre 2020, 08:57

Unione prima in graduatoria per la stesura dei piani operativi intercomunali

Nel mese di novembre 2019 il Piano Strutturale Intercomunale dell’Unione Comuni Garfagnana è stato ufficialmente approvato in sede di Conferenza Paesaggistica, una delle scommesse più importanti per la pianificazione della nostra Valle in una prospettiva di crescita complessiva, omogenea e moderna del territorio


giovedì, 29 ottobre 2020, 19:11

Garfagnana protagonista nel nuovo libro di Fabio Strinati

È da poco uscito l’ultimo libro del poeta ed esperantista marchigiano Fabio Strinati, dal titolo: “Toscana-Venezia solo andata”. Sono diversi i componimenti lirici (tutte quartine), dedicati a luoghi e paesi della Garfagnana


giovedì, 29 ottobre 2020, 17:47

Poco personale e turni da 24 ore in ospedale, dichiarato lo stato di agitazione

È preoccupante la situazione all'interno dei laboratori di analisi della microbiologia, chimica clinica e dei centri trasfusionale operanti su Lucca, la Valle del Serchio e in Versilia a causa della mancanza di personale. A denunciarlo Cgil, Fp e Fpl


Ricerca nel sito


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio