Anno X

martedì, 13 aprile 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

“Centri benessere chiusi: oltre 2,1 miliardi di ricavi persi nel 2020”

giovedì, 8 aprile 2021, 16:09

"Finalmente abbiamo alcuni dati dei danni che la pandemia ha causato agli operatori del benessere - dice Roberto Favilla, direttore di Confartigianato Lucca -. Complessivamente in Italia operano oltre 149 mila imprese che danno lavoro a circa 263 mila addetti, nella sola provincia di Lucca le imprese del settore sono quasi un migliaio".

Il Centro Studi di Confartigianato stima che a seguito del covid-19 c’è stata una perdita di ricavi, in Italia, per 2,1 milioni di euro, circa il 33,6% in meno.

"La concorrenza sleale dell’abusivismo - afferma Favilla -, ampliata a seguito del lockdown e la chiusura delle attività del benessere nelle aree a maggior rischio determina, prosegue Roberto Favilla, gravi effetti sulle imprese regolari del settore. Sulla base di dati Istat si stima che nei servizi alla persona il tasso di abusivismo sia del 27,8% per cui la chiusura degli esercizi regolari nelle zone rosse, concede spazi a richieste di servizi irregolari caratterizzati da un vero e proprio esercito di abusivi costituito da oltre 42 mila soggetti".

"Dal 6 marzo 2021 ad inizio aprile - continua -, nelle regioni collocate in zona rossa, la chiusura delle attività regolari ha reso contendibile all’abusivismo il 57,2% dei ricavi del settore del benessere sull’intero territorio nazionale. L’abusivismo, ci pare superfluo ricordarlo, genera un danno economico e sociale ingente e compromette la qualità e la sicurezza dei trattamenti; le imprese regolari, infatti, seguono i rigidi protocolli covid-19 per distanziamento, igienizzazione e per i servizi su appuntamento. Determina inoltre evasione di imposte dirette e indirette oltre che dei contributi sociali ed una concorrenza sleale nei confronti di chi opera regolarmente".

Favilla conclude dicendo che "la spesa effettuata dalle famiglie a novembre 2020 per servizi di cura della persona è stata inferiore al periodo precedente la pandemia per 2 famiglie su 3 (67%) e il 37% ha smesso di ricorrere a questo tipo di servizi o lo fa in maniera saltuaria. Che i nostri politici, a livello nazionale e regionale facciano pressioni sul Governo perché questi operatori possano lavorare anche se sono in zona rossa perché lo fanno “in sicurezza”. Questo ci sembra, dopo le misure adottate per prevenire i contagi e dopo quanto sopra detto, il minimo da fare per non far morire la legalità e legittimare il “lavoro nero”.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

lamm

prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


martedì, 13 aprile 2021, 14:15

Coronavirus, 10 nuovi casi in Valle: sei a Piazza al Serchio

Ecco nel dettaglio: Pescaglia 1, Castelnuovo di Garfagnana 1, Coreglia Antelminelli 1, Molazzana 1, Piazza al Serchio 6


martedì, 13 aprile 2021, 14:01

Coronavirus, 96 contagi in più in Lucchesia

Sono 934 in più rispetto a ieri i casi di positività al Coronavirus, portando in Toscana a 210.857 i casi totali. Dei 934 casi in più rispetto a ieri 914 sono confermati con tampone molecolare e 20 da test rapido antigenico


Prenota questo spazio


martedì, 13 aprile 2021, 11:48

Verso un accordo di programma per migliorare la viabilità tra Garfagnana e Lunigiana

L’idea nell’immediato è quella di lavorare ad un accordo di programma tra le province di Lucca e Massa-Carrara e i comuni interessati per portare avanti un’operazione in grado di migliorare le performance della viabilità tra la Garfagnana e la Lunigiana lungo l’asse della Strada Regionale 445 in funzione del collegamento...


martedì, 13 aprile 2021, 10:50

Grossa frana tra Monteperpoli e Montaltissimo, strada chiusa

Una grossa frana ha interessato ieri, intorno alle 18, la strada in località Spiaggette, tra il bivio di Monteperpoli e l'abitato di Montaltissimo, nel comune di Molazzana. Il sindaco ha emesso un'ordinanza di chiusura


martedì, 13 aprile 2021, 08:24

Gara di solidarietà per l’azienda agricola colpita dal rogo. Filippi: “Siamo commossi”

Non erano passate che poche ore da quando un incendio aveva mandato un fumo completamente la raccolta di fieno della stagione, necessario per sostenere i 32 animali allevati, che per l’azienda agricola Fratelli Filippi di Pieve Fosciana è esplosa una vera e propria gara di solidarietà


lunedì, 12 aprile 2021, 18:03

Uniti per Gallicano attacca: "La giunta non incentiva l'uso della bicicletta"

Il gruppo di minoranza "Uniti per Gallicano" incalza la giunta guidata dal sindaco David Saisi sull'utilizzo del finanziamento per incoraggiare la mobilità urbana sostenibile


Ricerca nel sito


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio