Anno X

sabato, 31 luglio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Garfagnana

Supercashback, è boom: tanti i vincitori in Valle del Serchio ma il Governo lo blocca

mercoledì, 21 luglio 2021, 12:27

di simone pierotti

Bonus, cashback e supercashback, lotteria degli scontrini: sono quattro tra i termini più utilizzati nell’ultimo anno e sui quali è stato effettuato il maggior numero di ricerche online. Iniziative del Governo in tempo di pandemia che hanno fatto discutere e trovato anche forti opposizioni e critiche da parte di esercenti (soprattutto) e cittadini. Giochi che, come nel caso della lotteria degli scontrini, hanno comportato un esborso ulteriore per i commercianti ma giochi che, come nel caso del cashback, hanno portato soldi nelle tasche degli italiani, almeno di coloro che vi hanno aderito.

La storia del cashback è ormai ben nota: partito nel mese di dicembre con una fase sperimentale e poi proseguita con il primo semestre dal 1° gennaio al 30 giugno 2021, aveva lo scopo di incentivare l’utilizzo dei mezzi di pagamento elettronici (carte di credito, bancomat, pos) e quindi tracciabili. Utilizzi la carta invece che il contante? Lo Stato ti riconosceva un bonus pari al 10% della spesa, fino ad un massimo di 150 euro al termine del periodo in questione. Così per il mese sperimentale, gli italiani aderenti (occorre possedere un’identità digitale e scaricare l’app IO) hanno usufruito di un bonus accreditato alla fine dello scorso febbraio. Si parla di cifre oscillanti tra le 40 e i 100 euro (in media) che, nel caso di una famiglia, vanno raddoppiate o triplicate, insomma un “regalo” ai cittadini. Bonus che, esteso al secondo periodo, quello del primo semestre 2021, è arrivato serenamente a 150 euro (chi è che in 6 mesi non spende almeno 1500 euro, tra bollette, assicurazioni, acquisti, servizi, ecc…?). In parole povere una famiglia di due persone, nel 2021, con il cashback avrebbe ottenuto 600 euro. Uso il condizionale perché il Governo Draghi, evidentemente in debito di ossigeno finanziario, ha deciso di sospendere il concorso al 30 giugno, spostandolo di 6 mesi.

Il premier Draghi, da buon “drago” della finanza, ha giustificato la mossa dicendo che il cashback favoriva i più ricchi ma in pochi gli hanno creduto, considerando i tanti cittadini che vi partecipavano.

L’iniziativa che più ha fatto discutere, tuttavia, è stato il “parente ricco” del cashback, il supercashback: un premio di 1500 euro per le 100.000 persone che avrebbero raggiunto il maggior numero di pagamenti tracciabili in 6 mesi. Un premio davvero importante che ha giustamente “ingolosito” tanti italiani che, a partire dal 1° gennaio, si sono applicati con costanza e perseveranza ad utilizzare carta di credito e bancomat. “Costanza e perseveranza” sono i termini più idonei a definire un giochino che, con il passare del tempo, si è trasformato in una corsa alla transazione facile e ripetuta.

Sì, perché il regolamento del supercashback, tanto contestato perfino dagli stessi parlamentari che lo avevano inventato, premiava il numero delle transazioni ma non definiva un limite né di importo tanto meno di quantità quotidiana. Cosa significa? Significa che se si doveva fare la spesa, nell’ottica “cashbackara” andava diluita in più esercizi e per più giorni. Così i partecipanti al concorso si sono sbizzarriti applicando le più varie strategie: devi acquistare cinque mele? Una la compro dal frutta e verdura, un’altra al supermercato, poi torno dal fruttivendolo e il giro riparte. Cinque mele = cinque transazioni. Così è … se vi pare!

Al termine del periodo, 30 giugno, è stata stilata la prima classifica supercashback, che ha premiato 100.000 cittadini con un premio di 1500 euro, che sarà pagato entro il prossimo 30 novembre. I numeri della classifica sono stati impressionanti: tralasciando i primissimi posti della classifica, che hanno raggiunto numeri paurosi nell’orbita dei 3 zeri… per rientrare nei fantastici centomila fortunati servivano 787 transazioni (in 6 mesi), ovvero una media di 4,35 movimenti al giorno! A gennaio, per restare in classifica, era sufficiente 1 transazione e mezzo al giorno, a marzo la media è salita a 2 al giorno, il 21 maggio era di 3 al giorno, fino ad un mese di giugno a cifre folli, con 300 movimenti in un mese!

Come è possibile? Per capirlo siamo andati a pescare alcuni vincitori della nostra zona: in Valle del Serchio, a dire il vero, come ci hanno spiegato in diversi, è stato molto faticoso perché, rispetto alla grande città, sono minori le possibilità di utilizzare mezzi di pagamenti elettronici per le piccolissime spese quotidiane (in città, ad esempio, è usanza comune utilizzare il bancomat per il parcheggio, l’autobus o la metro, il distributore automatico di bevande) e, in alcuni esercizi, il pos non è visto di buon occhio, visto il costo delle commissioni.

“Per vincere al supercashback – ci racconta Andrea – non serviva spendere tanti soldi ma spenderli nella maniera giusta. Adottando tanti comportamenti che, a cose normali, non avresti adottato. Ecco come ho fatto io: ho pagato tutte le bollette (una ad una!) dai tabaccai invece che tramite home banking; ovviamente, in famiglia, mi sono incaricato di svolgere ogni tipo di commissione; ho fatto la spesa almeno ogni due giorni acquistando pochi pezzi alla volta e in esercizi differenti; non ho più fatto il pieno all’auto ma ho fatto rifornimenti da 5 – 10 euro. Alla fine ho raggiunto il numero di 812 transazioni in totale (4,5 al giorno)!”.

Non è il solo caso di cui siamo a conoscenza: un altro è arrivato a 870, arrivando nei primi 30.000 assoluti, un altro ancora a 848. Cosa ne  pensate della sospensione del gioco? “Ovviamente dispiace perché potevo vincere altri 1500 euro – ci dice Andrea – però è anche vero che il gioco aveva preso una piega esasperata, non so se sarei riuscito a stare a certi ritmi per altri 6 mesi!”.

“E’ vero, tuttavia, che l’iniziativa possa e debba essere perfezionata però è indubbio che sia aumentato l’uso dei mezzi elettronici di pagamento. Potrebbero essere messi dei “paletti”, per esempio nel numero delle transazioni al giorno nello stesso esercizio perché non ha senso che a vincere sia, magari, chi ha comprato 100 caramelle da 1 centesimo. Però, se fai un regolamento sbagliato devi correggerlo e non limitarti e dare del “furbetto” a chi adotta strategie comunque legali”.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

lamm

pesceepatate

prenota_spazio


Altri articoli in Garfagnana


sabato, 31 luglio 2021, 08:23

Week-end di corsa in salita con la 'Gragnana - Varliano'

Come da tradizione il primo weekend di agosto porta la firma del Campionato Italiano Velocità in Salita, quest’anno al terzo round stagionale, con l’ormai classica corsa in salita della Garfagnana


sabato, 31 luglio 2021, 08:13

Ferito dopo un incidente in moto

Brutto incidente questa notte, intorno alle 00.50, a San Romano in Garfagnana. Coinvolto un motociclista, trovato fuori strada


Prenota questo spazio


venerdì, 30 luglio 2021, 19:10

Cinema nel bosco al Passo dei Carpinelli: il programma dall'1 al 7 agosto

Tra gli alberi della pineta di Villaggio Barilari (via Don Pierotti, 18 - Passo dei Carpinelli, Lucca), sulle Alpi Apuane, continuano gli appuntamenti quasi quotidiani del Graal Cult Fest con il grande schermo, per la rassegna Cinema nel Bosco


venerdì, 30 luglio 2021, 17:06

Slitta l'apertura del Museo Etnografico di San Pellegrino in Alpe

In accordo con la provincia di Lucca per motivi tecnico organizzativi, slitta a data da destinarsi l'apertura del Museo Etnografico di San Pellegrino in Alpe, originariamente prevista per domenica 1° agosto


venerdì, 30 luglio 2021, 17:02

Entra in consiglio provinciale Melania Ferrari

Entra in consiglio provinciale Melania Ferrari, su surroga del consigliere Mirco Masini, la cui nomina è decaduta nel momento delle dimissioni dal consiglio comunale di Massarosa


venerdì, 30 luglio 2021, 16:56

Puppa (Pd): "Ecco i soldi per l'emergenza neve e altri finanziamenti importanti per le nostre comunità"

Così Mario Puppa, consigliere regionale del PD e componente della Commissione Aree Interne, illustra i provvedimenti che interessano la Garfagnana e la Media Valle contenuti nella variazione del bilancio regionale


Ricerca nel sito


prenota


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio