Anno 3°

domenica, 20 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'Evento

Azioni ENI, il piano industriale convince veramente?

mercoledì, 13 giugno 2018, 13:29

Nel mese di marzo Eni ha diramato i propri risultati finali sul 2017, e ha colto l’opportunità di presentare il proprio nuovo piano aziendale 2018-21 alla comunità finanziaria. Nessuna sorpresa e pochi impatti sulle Azioni ENI: i risultati finali 2017 hanno infatti ribadito i risultati preliminari pubblicati il ​​16 febbraio scorso, e il dividendo di EUR 0,80 per azione sul 2017. Il nuovo piano strategico ha inoltre largamente confermato i principali pilastri già presenti nel piano precedente, che a sua volta era principalmente incentrato sulla crescita della produzione, sulla generazione di cassa e sull'efficienza operativa.

In aggiunta a ciò, il nuovo piano ha anche migliorato la politica dei dividendi e vuole puntare a qualche rialzo sul rendimento totale degli azionisti relativo a un possibile programma di riacquisto in caso di eccesso di liquidità.

La disciplina finanziaria del business plan

Ad ogni modo, il piano è stato accolto positivamente dagli analisti con particolare riferimento alla disciplinafinanziaria, con gli investimenti in conto capitale che dovrebbero rimanere inferiori a 32 miliardi di euro rispetto al 2018-21 (sostanzialmente in linea con il piano precedente), di cui 7,7 miliardi di euro nel 2018.

Complessivamente, il top management ha affermato che la crescita e la disciplina finanziaria sono necessarie per poter generare un free cash flow cumulativo di 22 miliardi di euro nel periodo 2018 - 2021 nel business upstream, un free cash flow cumulato di 2,4 miliardi di euro in Gas & Power e un free cash flow cumulato superiore a 2 miliardi di euro a valle (ovvero per le attività di raffinazione e prodotti chimici).

Per quanto concerne il tema della remunerazione degli azionisti, c’è una proposta di dividendo 2018 di 0,83 EUR per azione (+ 3,75% rispetto al 2017), in contanti. La politica dei dividendi viene così confermata in modo progressivo, e basata sugli utili sottostanti e sulla crescita del free cash flow, di cui sopra si è fatto breve cenno.

Le opinioni degli analisti

Complessivamente, gli analisti rimangono positivi sul destino a medio termine delle azioni ENI, ritenendo che il management di Eni stia correttamente procedendo lungo la strada del rafforzamento delle capacità di generazione di cassa, di efficienza operativa e del progresso nelle attività di esplorazione, garantendo così una futura crescita della produzione. Le ipotesi alla base di questo piano industriale sono sostanzialmente in linea con le previsioni attuali degli osservatori, realizzate però con uno scenario del prezzo del petrolio che va da 60 a 70 USD al barile.

Su tale scenario (che potrebbe però essere rivisto al rialzo) gli obiettivi di Eni vengono giudicati come realizzabili. La crescita finanziaria organica e la disciplina finanziaria piuttosto rigorosa dovrebbero sostenere la nuova e migliorata politica dei dividendi, offrendo un ulteriore vantaggio alla remunerazione degli azionisti.

Vedremo se, condizioni esogene a parte, il destino delle azioni Eni sarà effettivamente così positivo come sta emergendo in queste settimane dalla media delle principali previsioni formulate dagli osservatori internazionali in tale contesto.


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in L'Evento


Prenota questo spazio


martedì, 15 gennaio 2019, 15:48

Nuovo Gladiator Evo, il mezzo ideale per chi lavora

Commercializzata in tutta la provincia di Lucca e quindi anche in Versilia, è ora disponibile la nuova gamma dei mezzi da lavoro Gladiator. Prodotti quasi a chilometro zero perché fabbricati in Toscana, e precisamente dalla Giotti Victoria Automotive, ditta costruttrice con sede a Barberino val d'Elsa in provincia di Firenze


venerdì, 11 gennaio 2019, 14:49

Gennaio in saldi da Dormirè

Fino al 31 gennaio "Dormirè" propone saldi fino al 50 per cento sulla merce in esposizione e sconti del 30 e 40 per cento. Un'occasione davvero unica, per cui vale la pena di approfittare


Prenota questo spazio


mercoledì, 9 gennaio 2019, 15:31

Accordo a Mosca per il progetto Prokhorenko-Paolicchi

L'8 gennaio, a Mosca, si è tenuto un incontro per discutere l'organizzazione del Premio Prokhorenko-Paolicchi, in onore dell'eroe russo (omaggiato a Vagli Sotto con una statua in marmo) e dell'eroe italiano


giovedì, 27 dicembre 2018, 08:47

A Mosca piace il progetto Prokhorenko - Paolocchi

Il presidente dell’Associazione Liguria-Russia Angelo Sinisi ha incontrato a Mosca il consigliere del governatore di Mosca Vladimir Lebedev per illustrare le finalità del Premio Prokhorenko-Paolicchi volto a ricordare il sacrificio dell’eroe russo a Palmira, in onore del quale il sindaco di Vagli Sotto Mario Puglia ha fatto realizzare una statua in...


lunedì, 24 dicembre 2018, 13:04

Tanti auguri dalle Gazzette

Buona abitudine, consacrata poi in tradizione, è che un gruppo di persone unite da un obiettivo comune si riunisca con cadenza regolare per condividere i propri racconti di quotidianità


martedì, 18 dicembre 2018, 19:17

Grazie professor Sereni

Il professor Umberto Sereni, il 31 ottobre, ha lasciato la cattedra di storia moderna presso l’Università di Udine. Prezioso il contributo che egli ha dato nella sua carriera universitaria all’insegnamento della storia ed il grande spessore culturale, sommato alle sue indubbie capacità comunicative, onorano il territorio di Lucca e della...