Anno 3°

lunedì, 19 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'Evento

Sanità privata: via alla mobilitazione in Toscana

martedì, 5 febbraio 2019, 14:21

I delegati toscani di Cgil, Cisl, Uil della sanità privata, provenienti da tutti i territori in rappresentanza degli oltre 3 mila operatori del settore, hanno chiesto alle tre organizzazioni sindacali di proclamare lo stato di agitazione e il rafforzamento della mobilitazione.E' quanto emerso dall'attivo unitario che le Federazioni regionali della Funzione Pubblica di Cgil, Cisl e Uil hanno convocato, nell'ambito della mobilitazione nazionale in corso per la chiusura del rinnovo del Contratto.
"E' una situazione vergognosa e inaccettabile – ha detto Riccardo Bartolini, segretario Funzione Pubblica Cgil - che vede il contratto nazionale fermo dal 2007. E nonostante il rinnovo del contratto della sanità pubblica del 2018 prosegue il blocco e la melina da parte delle associazioni datoriali Aiop e Aris".
"Di fronte alle richieste dei gestori privati di dare pari dignità fra strutture sanitarie pubbliche e private – ha aggiunto Marco Bucci, segretario della Cisl Fp regionale – i datori di lavoro continuano a voltarsi da un'altra parte, dimenticando l'elemento centrale attorno a cui ruota una vera pari dignità dei servizi e delle credibilità del sistema: il salario dei lavoratori, che vede mediamente quelli della sanità privata riscuotere 200 euro in meno al mese: una situazione non più tollerabile.

Poco più di tremila sono i lavoratori della sanità privata in Toscana rispetto agli oltre 200 mila a livello nazionale. La Toscana non è dunque fra le regioni con la maggiore concentrazione di strutture private, ma negli ultimi anni il loro fatturato è cresciuto complessivamente in modo significativo: oltre il 33  per cento dal 2013 al 2017. "Al tempo stesso – afferma Fabrizio Grassi della Uil-Fpl regionale - non si hanno segnali di crisi degli utili, anche se il sistema ha le sue difficoltà di copertura delle risorse. Il fatto è che 12 anni di attesa non giustificano un giorno in più di ritardo per il rinnovo."
Le categorie di Cgil, Cisl e Uil regionali chiedono un intervento anche al presidente della Regione Enrico Rossi e all'assessore alla Salute Stefania Saccardi, perché anche la politica si muova a sostegno dei lavoratori. Si tratta di servizi per i quali il grosso dei finanziamenti delle case di cura e dei centri di riabilitazione rimane pubblico. Anche i responsabili della Regione non possono più tollerare una situazione del genere. Le segreterie regionali hanno pertanto chiesto un incontro per approfondire il problema e chiedere una rapida presa di posizione in Conferenza delle Regioni.


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in L'Evento


Prenota questo spazio


sabato, 17 agosto 2019, 23:39

Tonno... rosso non avrai il mio scalpo

E' arrivato direttamente dalle acque del Mediterraneo, 30,5 chili di tonno rosso sbarcati al ristorante Bistrò di Corte Campana di Mario Bini e Beata Kowalska, chef Michele Marchi


giovedì, 15 agosto 2019, 18:37

1, 10, 100, 1000 Matteo Salvini

Riaprono i porti: la Sinistra e i Pentastellati non rinunciano all'invasione e alla distruzione di ogni di identità nazionale. Ecco perché, in ogni caso, Salvini forever contro i nemici dell'Italia 


Prenota questo spazio


mercoledì, 14 agosto 2019, 13:06

Carabinieri e polizia, soli, derisi, vilipesi, picchiati, puniti, abbandonati e, talvolta, uccisi

Lo ha massacrato con 11 coltellate un giovane americano che cercava cocaina e il principale problema è stato trasferire il militare che aveva bendato l'assassino


mercoledì, 14 agosto 2019, 11:30

"Vincere la paura in azienda", secondo saggio di Sergio Casella

Un volume che non è solo un'analisi dei processi e delle patologie che si possono verificare in un'azienda, ma che contiene anche la ricetta per superare i momenti di impasse e disinnescare le posizioni di coloro che, per paura, finiscono per 'remare contro, anche loro stessi'


lunedì, 5 agosto 2019, 16:17

Remo ed Elisa festeggiano 70 anni di matrimonio

70 anni di matrimonio. Remo Fortini ed Elisa Radicchi hanno festeggiato le nozze di ferro in quel di Vagli Sotto dove l'aria è buona e l'amore regna incontrastato


venerdì, 2 agosto 2019, 13:14

Alessandro Guidi, neo avvocato castelnuovese

Il giovane Alessandro Guidi, di Castelnuovo, già bravo studente di ragioneria dell’Itcg “Luigi Campedelli”, ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato presso la Corte d’Appello di Firenze