Anno 3°

venerdì, 18 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'Evento

Il Dessert Versilia si arricchisce di un nuovo gusto

giovedì, 11 aprile 2019, 18:32

Il Dessert Versilia si arricchisce di un nuovo gusto Dopo un intero inverno di test, prove e sperimentazioni, nasce finalmente una nuova variante dell'ormai rinomato Dessert Versilia. Creato nel 1956 per volontà di un gelatiere Massarosese, Aurelio Angeli, il Dessert Versilia ha attraversato indisturbato più di cinquant'anni di storia della riviera Tirrenica, presentandosi, ora come allora, in maniera atipica rispetto ai classici dessert “confezionati”. Si tratta invero di una ricetta inusuale, un bicchierino simile a quelli dello Yogurth con all'interno un mix abilmente studiato: un pezzetto di pandispagna sul fondo, poi la panna, il cuore di liquore dentro un velo di cioccolato fondente, la crema di zabaione a chiusura et voilà, il Dessert Versilia è servito!

Vintage anche la confezione, il medesimo bicchierino nato nel 1956 con il logo bianco ed azzurro dipinto da un pittore del dopoguerra. Solo il materiale è cambiato, in ossequio alle nuove norme di igiene, dalla carta cerata degli anni '50 si passa al bicchierino di plastica stampata. Più o meno invariati anche i gusti, sempre legati al liquore utilizzato: rhum, whisky, caffè, fragola, cioccolato, zabaione, malaga e limoncello. Ma qual è la novità del 2019? Il nuovo connubio Viareggio/Lucca ha dato i suoi frutti e finalmente è pronto il nuovo gusto alla Biadina di Tista.

Due parole però su questo interessante liquore nato anch'esso dalla ferrea volontà di due lucchesi DOC. Correva l'anno 2013 quando due amici, Marco Landucci, pronipote dell'inventore, e Salvatore Ingrosso, farmacista, hanno deciso di rimettere in piedi la produzione di questo storico liquore. Una faccenda artigianale, creata più per passione che per guadagno, seguendo accuratamente la ricetta originale gelosamente custodita dal nonno Vincenzo. Deve il suo curioso nome al motto che circolava nei lontani ultimi anni dell' 800, in Piazza San Michele a Lucca quando vi si teneva il mercato del bestiame: “Un po' di biada per i cavalli e un po' di biadina per il Cavaliere”.

La ricetta, segretissima, apparteneva ad un certo Giambattista “Tista” Nardini che aveva una mescita proprio in piazza. All'inizio in realtà era semplicemente una miscellanea dei liquori avanzati in bottega ma, con il passare degli anni, la ricetta si fece via via più raffinata e, di conseguenza, sempre più apprezzata dai Lucchesi. La fama di questo liquore fu addirittura tale che era usanza, al momento di concludere qualche affare, che fosse l'acquisto di una capra oppure di un palazzo, suggellare il patto con un bicchiere di Biadina di Tista in cui si gettavano alcuni pinoli di San Rossore. Per più di un secolo la Biadina venne prodotta regolarmente, secondo l'antica ricetta, dagli eredi di Gianbattista. Poi scomparve di circolazione, assorbita e metabolizzata dalla Storia. Fino a pochi anni fa appunto quando fu ripescata dai meandri dell'oblio. E come poteva non nascere il connubio con il Dessert Versilia, anche lui carico di storia?

Difatti nel 2018 è stato tutto un andirivieni sulle tortuose curve della Sarzanese fra Ponte San Pietro e Bozzano per provare, tastare, correggere, migliorare ed infine “Brevettare” il nuovo bicchierino Versilio-Lucchese. Che a breve sarà disponibile sia a Lucca che in Versilia nei migliori Ristoranti, nei Bar e, durante la stagione estiva, anche negli Stabilimenti Balneari. Per coloro che invece volessero portarseli a casa, per gustarli nella quiete domestica per contrastare i rigori dell'inverno davanti ad un caminetto acceso o seduti all'aperto in un calda giornata estiva, sia la Biadina di Tista che il Dessert Versilia possono essere acquistati direttamente dai produttori stessi.

GELATERIA VERSILIA – via del Piano 20/A – fraz. Bozzano – 55054 MASSAROSA (LU) tel. 0584 93043 - www.dessertversilia.com


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in L'Evento


Prenota questo spazio


martedì, 15 ottobre 2019, 09:31

Altro esposto contro Aldo Grandi: archiviato perché il fatto non sussiste

Ormai è una persecuzione. Un altro esposto all'ordine dei giornalisti di Roma contro il direttore delle Gazzette, ma il primo collegio del consiglio territoriale di disciplina ha ritenuto di bocciarlo


martedì, 8 ottobre 2019, 17:02

Dalla Regione due milioni e mezzo di euro all'informazione locale: tra i beneficiari Noi Tv e Serchio in diretta

La Regione Toscana a sostegno dell'informazione locale. Sono trenta le domande al bando che sono arrivate, di cui ventuno le ammesse. Dieci progetti saranno subito finanziati con un milione e 420 mila euro


Prenota questo spazio


lunedì, 7 ottobre 2019, 15:39

Esposto contro Aldo Grandi per incitamento all'odio razziale, ma l'ordine dei giornalisti archivia

Un lettore, Lorenzo Tosi, aveva denunciato all'odg il direttore delle Gazzette per presunto incitamento all'odio razziale, ma l'esposto è stato bocciato 


giovedì, 29 agosto 2019, 10:25

Fate schifo al porco

Nasce un governo senza legittimità popolare. Tutti, indistintamente, hanno tradito il popolo italiano, l'unico detentore della propria sovranità


sabato, 17 agosto 2019, 23:39

Tonno... rosso non avrai il mio scalpo

E' arrivato direttamente dalle acque del Mediterraneo, 30,5 chili di tonno rosso sbarcati al ristorante Bistrò di Corte Campana di Mario Bini e Beata Kowalska, chef Michele Marchi


giovedì, 15 agosto 2019, 18:37

1, 10, 100, 1000 Matteo Salvini

Riaprono i porti: la Sinistra e i Pentastellati non rinunciano all'invasione e alla distruzione di ogni di identità nazionale. Ecco perché, in ogni caso, Salvini forever contro i nemici dell'Italia