Anno 3°

lunedì, 19 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'Evento

È morto il prefetto di Lucca Leopoldo Falco

domenica, 28 luglio 2019, 10:31

di eliseo biancalana

Shock in provincia di Lucca per l'improvvisa scomparsa del prefetto Leopoldo Falco. Dalle prime informazioni, il prefetto sarebbe deceduto nella notte a causa di un improvviso malore. Aveva 64 anni.

Leopoldo Falco era un uomo delle istituzioni. Nato a Napoli il 31 luglio del 1955, laureato in giurisprudenza all'università di Napoli, Leopoldo Falco aveva iniziato la sua carriera nel 1982 presso la prefettura di Pistoia. Nel 1985 era entrato a far parte dell'ufficio legislativo del ministero dell'Interno, dove ha curato fino al 1999 l'attività legislativa relativa alla pubblica sicurezza, al sindacato ispettivo, alle relazioni parlamentari e all'ordinamento della pubblica amministrazione. Tra il 2006 ed il 2007 è stato commissario prefettizio nel comune di Sezze Romano in provincia di Latina e, dal 2007 al 2009, presidente della commissione di Parghelia in provincia di Vibo Valentia. Presso il ministero ha poi svolto numerosi altri incarichi: responsabile dell'ufficio "Semplificazione" e capo ufficio staff "Innovazione e Progettualità" dell'ufficio legislativo e relazioni parlamentari, capo ufficio staff "Supporto del Capo di Gabinetto" e "Innovazione" del gabinetto del ministro, capo ufficio staff "Pianificazione, programmazione, controllo di gestione e valutazione", capo ufficio staff "Affari Legislativi e Parlamentari" presso il dipartimento per gli affari interni e territoriali. 

Nominato prefetto nell'aprile 2012, è stato presidente della commissione straordinaria a Salemi. La sua gestione fu attaccato dall'ex sindaco, il noto critico d'arte Vittorio Sgarbi. "Non ho mai risposto al signor Sgarbi e non mi interessa – commentò anni dopo la vicenda Leopoldo Falco –. Tra l'altro non l'ho mai incontrato". Dal 2013 al 2016 ha svolto le funzioni di prefetto di Trapani, dove si trovò a gestire numerosi sbarchi di migranti. "L'Italia si comporta con la Sicilia molto peggio di come l'Europa si comporta con l'Italia" ebbe a dichiarare all'epoca alle telecamere della Rai, suscitando un certo clamore. Nel trapanese Falco sperimentò il modello di un'accoglienza distribuita nei diversi comuni del territorio (anche per ridurre i rischi di infiltrazione criminale nella gestione del fenomeno), poi replicato anche in altre parti d'Italia.

Rientrato al ministero dell'Interno ha svolto le funzioni di vicedirettore generale dell'ufficio affari legislativi e relazioni parlamentari. Il 30 maggio 2019 si era insediato alla guida della prefettura di Lucca, mantenendo l'incarico di presidente del Centro Alti Studi del ministero dell'Interno. È stato autore di diverse pubblicazioni, non solo di carattere tecnico-giuridico. "Mi piace scrivere" ha ammesso una volta alla stampa.Nei pochi mesi di incarico a Lucca, Falco era stato apprezzato per la competenza, l'equilibrio e la capacità di mediazione. 


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio


Altri articoli in L'Evento


Prenota questo spazio


sabato, 17 agosto 2019, 23:39

Tonno... rosso non avrai il mio scalpo

E' arrivato direttamente dalle acque del Mediterraneo, 30,5 chili di tonno rosso sbarcati al ristorante Bistrò di Corte Campana di Mario Bini e Beata Kowalska, chef Michele Marchi


giovedì, 15 agosto 2019, 18:37

1, 10, 100, 1000 Matteo Salvini

Riaprono i porti: la Sinistra e i Pentastellati non rinunciano all'invasione e alla distruzione di ogni di identità nazionale. Ecco perché, in ogni caso, Salvini forever contro i nemici dell'Italia 


Prenota questo spazio


mercoledì, 14 agosto 2019, 13:06

Carabinieri e polizia, soli, derisi, vilipesi, picchiati, puniti, abbandonati e, talvolta, uccisi

Lo ha massacrato con 11 coltellate un giovane americano che cercava cocaina e il principale problema è stato trasferire il militare che aveva bendato l'assassino


mercoledì, 14 agosto 2019, 11:30

"Vincere la paura in azienda", secondo saggio di Sergio Casella

Un volume che non è solo un'analisi dei processi e delle patologie che si possono verificare in un'azienda, ma che contiene anche la ricetta per superare i momenti di impasse e disinnescare le posizioni di coloro che, per paura, finiscono per 'remare contro, anche loro stessi'


lunedì, 5 agosto 2019, 16:17

Remo ed Elisa festeggiano 70 anni di matrimonio

70 anni di matrimonio. Remo Fortini ed Elisa Radicchi hanno festeggiato le nozze di ferro in quel di Vagli Sotto dove l'aria è buona e l'amore regna incontrastato


venerdì, 2 agosto 2019, 13:14

Alessandro Guidi, neo avvocato castelnuovese

Il giovane Alessandro Guidi, di Castelnuovo, già bravo studente di ragioneria dell’Itcg “Luigi Campedelli”, ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato presso la Corte d’Appello di Firenze