Anno 3°

lunedì, 28 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'Evento

Gina Giorgi compie un secolo di vita

lunedì, 29 giugno 2020, 09:53

Buon compleanno alla signora Gina Giorgi di Magliano in alta Garfagnana che oggi compie un secolo di vita, attorniata da tanti famigliari. Per Gina una vita non facile spesa nel lavoro e per suo figlio Marino, dopo essere rimasta vedova poco più che ventenne del marito Giuseppe Pierotti, scomparso come tanti altri alpini della Garfagnana nella sciagurata campagna di Russia della nostra Armir nell’inverno 1942- 1943. 

A fare festa alla centenaria, che gode ancora di una accettabile salute e di tanta presenza di spirito e voglia di conoscere sempre nuovi aspetti del modo, ci saranno il figlio Marino con la moglie Lolita Malatesta ed i loro figli Barbara che abita con la famiglia a Licciana Nardi e Giuseppe con la moglie Petra che abita a Ponteccio. Insieme a loro i cinque pronipoti Nicolò, Thomas, Kimi, Valentina, Reia. Infine, come zia, i nipoti Umberto, Nila, Luigi, Gabriella. Non mancherà comunque un velo  di tristezza per la mancanza del nipote Francesco prematuramente scomparso e che nonna Gina ricorda sempre con dolore. Negli ultimi anni ha superato brillantemente un’operazione al femore, un’altra all’anca e ora aiutata dal suo bastoncino non manca di fare qualche passeggiatina. Aveva conseguito la quinta elementare che negli anni Venti-Trenta era un’eccezione in particolar modo per le donne. Dopo tre anni di elementari a Sermezzana, Gina aveva frequentato le ultime due classi a Gramolazzo, dove era ospite di una famiglia, che poi la bimba compensava con i lavori domestici. Dopo la guerra aveva lavorato come contadina nei campi di proprietà della famiglia e a metà degli anni  ‘50 era andata a servizio da una famiglia a Marina di Carrara dove era rimasta a lungo per poter sostenere gli studi del figlio Marino.   

A nonna Gina un buon compleanno anche dalla nostra redazione. 


Questo articolo è stato letto volte.


Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in L'Evento


Prenota questo spazio


venerdì, 11 settembre 2020, 16:42

Una strada intitolata a Matteoli? Magari a Pisa o Livorno, ma non certo a Lucca

Una strada intitolata a Lucca ad Altero Matteoli? Lo ha chiesto Marco Martinelli, suo amico e delfino, ma, sinceramente, che cosa ha fatto l'ex ministro di An per la nostra città e, soprattutto, per questa povera Italia?


venerdì, 4 settembre 2020, 15:02

Zombie

Il vescovo monsignor Paolo Giulietti ha accettato di non celebrare la processione di S. Croce. La Chiesa ancora una volta ha piegato la testa di fronte alla pseudo-scienza


Prenota questo spazio


mercoledì, 2 settembre 2020, 18:50

Clandestini, quando l'accoglienza è impossibile e figlia dell'ipocrisia

Roberto Di Stefano, segretario nazionale del Nuovo Sindacato Carabinieri ci ha inviato un documento che la dice lunga su quale sia la reale situazione dell'accoglienza dei clandestini nei centri del sud ormai ridotti in condizioni umane inaccettabili e dove i militari non possono intervenire perché le 'regole di ingaggio' sono figlie...


lunedì, 31 agosto 2020, 17:09

La Scuola italiana al bivio fra conoscenza e ignoranza, realtà e finzione

Iniziamo con la mitica frase dell'attuale "ministra" dell'Istruzione Azzolina: «Non è un travaso di conoscenze che viene fatto, gli studenti non sono imbuti (!!) da riempire». Fantastico! E allora a che cosa serve la scuola?


giovedì, 20 agosto 2020, 20:12

La società dei giornalisti estinti

Novantaquattro pagine che si leggono e si divorano in un battibaleno. Una storia, a firma Marco Gasperetti, che profuma di giornalismo sin dalla prima riga e che spiega a tutti, giovani in primis, che cosa significa questo mestiere e perché vale(va) la pena di farlo


mercoledì, 19 agosto 2020, 15:52

Trovato il cadavere del piccolo Gioele

Esistono storie che iniziano da una fine. La fine della certezza che fosse ancora in vita il piccolo Gioele Mondello, 4 anni, che è scomparso improvvisamente insieme alla madre, Viviana Parisi che, di anni, ne aveva 43