auditerigi

Anno X

martedì, 13 aprile 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'Evento

Assassini! Hanno prodotto 5 milioni di poveri con la gestione del Covid-19

venerdì, 5 marzo 2021, 13:16

di chiara bernardini

Numeri che non si vedevano dal 2005. Percentuali che azzerano ogni miglioramento registrato fino al 2019. Si tratta della povertà assoluta nel nostro Paese che, dall'avvento del Covid, cresce in maniera esponenziale. Le stime preliminari dell'Istat del 2020, infatti, parlano chiaro: sono oltre due milioni le famiglie italiane e 5,6 milioni di individui a trovarsi in questa situazione.

Casse integrazioni, disoccupazioni, settori bloccati da oltre 12 mesi, senza ombra di dubbio, hanno contribuito alla crescita di una curva che per assestarsi impiegherà molto più di un solo anno. L'indicatore della povertà si basa sulle spese per i consumi e l'Istat spiega come oggi si registri un calo record in tal senso. Si torna ai livelli del 2000, con una decrescita del 9,1 per cento rispetto al pre-covid.

Le persone non spendono per beni e servizi non essenziali, mirano alla sopravvivenza e lo dimostra l'incidenza drasticamente minore, del 19,2 per cento, per tutto ciò che non riguarda i costi alimentari e dell'abitare. Dati preoccupanti, in particolare nel Nord Italia dove gli incrementi negativi risultano essere i più consistenti. Le percentuali passano dal 5,8 per cento al 7,6 per cento di povertà assoluta che in termini pratici, dunque, significano 218 mila famiglie e 720 mila individui.

Anche nel resto della Penisola ci sono evidenti peggioramenti, ma meno d'impatto rispetto al settentrione. Nel Centro si registra il 5,5 per cento di famiglie in povertà assoluta e rimane nel Mezzogiorno l'incidenza più alta che ne coinvolge il 9,3 per cento. In base a quanto emerso dall'Istituto Nazionale di Statistica, a crescere maggiormente sono le famiglie con la persona di riferimento occupa: aumentano di 227 mila, arrivando a oltre 955 mila. Numeri che non possono e non devono lasciare indifferenti.

La povertà assoluta, infatti, si riferisce all'idea di sopravvivenza e a un livello di vita ritenuto minimo accettabile. Questo significa che ci troviamo di fronte a un aumento esponenziale di persone, di esseri umani che questo stile non riescono a condurlo. Non ci possiamo abituare alla lettura di solo grandi numeri di morti, di contagiati e adesso anche di individui che pur impegnandosi e lavorando non riescono a sopravvivere.

L'Istat, infatti, mostra come oltre la metà delle famiglie abbia come persona di riferimento un operaio o assimilato e oltre un quinto sia un lavoratore in proprio con le rispettive incidenze che passano dal 10,2 per cento al 13,3 per cento e dal 5,2 per cento al 7,6 per cento.


Questo articolo è stato letto volte.


lamm

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in L'Evento


Prenota questo spazio


martedì, 13 aprile 2021, 14:27

Cosentino a Firenze col 'cappio al collo': "Fateci aprire subito almeno a pranzo o moriremo strangolati"

Non poteva che essere lui, il titolare degli Orti di via Elisa, a farsi carico delle proteste dei ristoratori di Lucca alla manifestazione indetta da Confcommercio, questa mattina, davanti alla prefettura a Firenze. VIDEO


martedì, 13 aprile 2021, 08:38

A Roma la 'rivolta dei ristoratori maledetti'

Non sono i santi di Curzio Malaparte, ma meriterebbero una beatificazione a prescindere. Oggi in piazza la gente che non ce la fa più con, a fronteggiarla, le forze di polizia schierate in assetto antisommossa: bravi! VIDEO


Prenota questo spazio


lunedì, 12 aprile 2021, 10:19

La proprietà privata è tornata un furto, l'apripista è Bergoglio

E’ morto nonno quindi hai una stanza libera? E sei così egoista da tenertela tutta per te? No, devi aprire casa tua ai tanti derelitti, sfrattati, disoccupati (creati dai governanti). C’è l’avallo di papa Francesco: non sei cristiano se non condividi.


lunedì, 12 aprile 2021, 10:16

Niente vaccini, gli infermieri scendono in piazza a Roma: "Prima eroi, ora cavie"

Ecco quello che le televisioni del Sistema Dominante non vi faranno mai vedere. Grazie a Byoblu potete ascoltare le voci di chi non ha voce sui canali televisivi istituzionali e sui giornali del main stream. VIDEO


giovedì, 8 aprile 2021, 10:24

Da oggi nemmeno più una riga dei 5 Stelle sulle Gazzette

Lettera aperta al Movimento 5 Stelle e ai suoi esponenti dopo la querela-denuncia ricevuta dalla portavoce dell giunta e del sindaco di Carrara, il grillino Francesco De Pasquale per le critiche espresse al loro operato


mercoledì, 7 aprile 2021, 21:30

'Con-tatto', un progetto nato da chi, con l'alluvione di Cardoso nel 1996, si vide portare via tutto. O quasi

19 giugno 1996. Una data storica, ma allo stesso tempo tragica che rimarrà, per sempre, nelle memorie degli abitanti di Cardoso, un paese dell'alta Versilia spazzato via dalla furia delle acque