Anno X

mercoledì, 8 dicembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'Evento

Enrico Mentana sospeso dall'ordine dei giornalisti di Roma

venerdì, 22 ottobre 2021, 08:46

di aldo grandi

Ebbene sì, il notissimo (e bravissimo) direttore del tg La 7, Enrico Mentana, è stato sospeso dall’Ordine dei giornalisti. Lo potete verificare voi stessi andando sul sito dell’Ordine del Lazio, e digitando, alla voce “Albo”, il suo nome. Vi apparirà l’inesorabile schermata: “sospeso dal 27/09/2021”.

Ma che ha fatto di tanto grave l’Enrico nazionale? Molto banalmente non ha la pec.

La pec è obbligatoria per tutti gli iscritti agli ordini professionali dal 2008, ma solo con una legge entrata in vigore il 15 settembre 2020 sono state introdotte sanzioni per chi non ha la posta elettronica certificata. Prima però l’Ordine di appartenenza deve inviare al diretto interessato una diffida ad adempiere all’obbligo pec entro 30 giorni, e, se costui non si attiva, scatta la sospensione.

Pare che l’Ordine dei giornalisti del Lazio abbia mandato questa diffida il 30 luglio, così si legge sul suo sito, finché il 27 settembre ha deciso di sospendere gli inadempienti.

E, fra i sospesi, non c’è solo Mentana. Ci sono centinaia di nomi illustri, come il direttore del Tg5 Clemente Mimun. Ci sono Michele Cucuzza, Magdi Allam, Giorgio Forattini, Tito Stagno, Vincenzo Mollica, Giancarlo Santalmassi, Giancarlo Leone (figlio dell’ex presidente). E tantissimi altri giornalisti con ruoli di spicco in ogni testata.

Le sospensioni sono scattate non solo nel Lazio, ma in tutta Italia. I vari Ordini regionali erano obbligati ad attuare la misura punitiva entro un anno dall’entrata in vigore della legge sanzionatoria, altrimenti rischiavano di essere sciolti e commissariati.

La sospensione è una misura molto grave, anche se qui parliamo di una sospensione di carattere amministrativo e non per violazione di una qualche regola deontologica. Di fatto il giornalista sospeso non può più lavorare, non può firmare un articolo né dirigere un giornale. L’Inpgi, l’istituto di previdenza dei giornalisti, non può più incassare i suoi contributi e deve restituirli all’azienda per cui il sospeso lavora.

Insomma, un pasticcio totale. Tutti i giornalisti sospesi, in questo momento, stanno esercitando la professione abusivamente perché non più iscritti al loro albo. Questo dice la legge e l’Ordine ha eseguito, sperando vivamente che almeno abbia comunicato ai diretti interessati la sospensione tramite la vecchia raccomandata con ricevuta di ritorno.

Naturalmente tutto questo viene chiamato “misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”. Così infatti si intitola il decreto legge poi convertito in legge a settembre 2020.

Chi non si adegua alla digitalizzazione (chiamala, se vuoi, “semplificazione”) è fuori.

Caro Enrico Mentana, ci dispiace molto, noi continueremo a seguirti in ogni caso: da sospeso o “ravveduto”.


Questo articolo è stato letto volte.


lamm

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio

Prenota questo spazio


Altri articoli in L'Evento


Prenota questo spazio


martedì, 7 dicembre 2021, 19:09

Da Nara Bomboniere grande festa per l'inaugurazione dei nuovi locali

Nara bomboniere cambia dimensione e lo fa alla grande da mercoledì 8 dicembre 2021! Nuovo look, più grande, più bello, più rosa, nei già conosciuti saloni del Ristorante Nara fra Massarosa e la stazione di Bozzano sulla Statale Sarzanese Valdera al n. 718


venerdì, 26 novembre 2021, 10:33

Gruppo Esedra sostiene "Ora per Dopodinoi APS"

“Serata Spettinata” dedicata ai sostenitori dell’associazione “Ora per dopodinoi APS”, tra cui il Gruppo Esedra di Lucca, mercoledì 24 novembre presso il teatro verdi di Vicopisano


Prenota questo spazio


giovedì, 25 novembre 2021, 20:41

A Villa Bottini per tre giorni Lucca capitale del Food and Beverage

Il 20, 21 e 22 marzo 2022, grazie alla G&D di Marco Gonzadi, la splendida residenza di via Elisa ospiterà il GD Show, rassegna enogastronomica dedicata al mondo del vino, spirits e birre locali, nazionali ed estere


mercoledì, 24 novembre 2021, 11:35

Covid, ci avete preso per il culo

In piena estate, a contagi zero, scrivevamo che a novembre sarebbe nuovamente esplosa la presunta pandemia e sarebbero state adottate misure ancora più restrittive: avevamo ragione. Dicevano che con il vaccino l'allarme sarebbe rientrato, invece eccoci qua e la colpa, ora, è di quei pochi ebrei che non vogliono vaccinarsi


martedì, 23 novembre 2021, 08:26

Livia Maria Frati ha compiuto 107 anni

Livia Maria Frati la scorsa settimana ha compiuto 107 anni, la signora è infatti nata il 18 novembre del 1914, quando l'Italia non era ancora entrata nella Prima guerra mondiale. Il sindaco Alessandro Tambellini si è recato sabato a visitarla a San Marco dove risiede


domenica, 21 novembre 2021, 10:06

No Green Pass, Roma città aperta

Al Circo Massimo una manifestazione imponente, immensa, contro la vergogna del Green Pass. C'era, poteva mancare?, anche l'influencer suo malgrado Andrea Colombini da Lucca con il coro e l'orchestra AN.TE.CO. Video