Anno X

martedì, 21 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Mediavalle : pescaglia

Piegaio, il comune richiede garanzie sanitarie per i migranti

martedì, 25 luglio 2017, 09:18

di andrea cosimini

E alla fine è scattata l'ordinanza dell'amministrazione per motivi di igiene e sanità pubblica. E' successo a Pescaglia, comune guidato dal sindaco Pd Andrea Bonfanti, che preoccupato della mancata certificazione dello stato di salute dei richiedenti asilo ospitati nei CAS (Centri di accoglienza straordinaria) di Piegaio Alto e di Piegaio, località Fabbrica, ha deciso, in qualità di rappresentante della comunità locale, di adottare un provvedimento extra-ordinem, ovvero contingibile e urgente, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che possono minacciare l'incolumità e la salute dei cittadini.

Nello specifico, l'ordinanza riguarda due dei tre CAS presenti sul territorio comunale. Ad oggi, infatti, sul territorio del comune di Pescaglia i richiedenti asilo sarebbero ospitati, oltre che nei due centri nel mirino dell'ordinanza, anche in un terzo centro di Fondagno, località Ronco, anche se per quest'ultimo l'amministrazione avrebbe ricevuto, regolarmente, la documentazione comprovante la situazione sanitaria degli ospitati.

Il problema però è scattato per gli altri due centri, gestiti entrambi da una società di Lucca, "Le Vie srl", con legale rappresentante Marco Rigali. Nel luglio 2015, infatti, a seguito dell'esame della documentazione medica riguardante i soggetti ospitati nel CAS di Piegaio Alto risultò una potenziale positività per infezione da mycobacterium tubercolosis per tre soggetti e da epatite B per uno degli otto presenti. Gli stessi furono quindi sottoposti a controlli medici a seguito di un'altra ordinanza. Da quel giorno, però, non sarebbero più pervenute ulteriori certificazioni mediche relative a questi richiedenti asilo accolti nel centro di accoglienza. E così, due anni dopo, nel corso di verifiche con finalità igienico-sanitarie ed urbanistiche, è stato accertato che, a seguito di avvicendamenti fra i soggetti ospitati presso il Cas di Piegaio Alto, per vari richiedenti asilo non sono mai stati comunicati all'amministrazione gli esiti delle visite mediche eventualmente effettuate dal loro arrivo sul territorio italiano e di altri eventuali successivi accertamenti.

Il 2 luglio, poi, l'amministrazione, è venuta a conoscenza dell'istituzione di un nuovo CAS, stavolta nella frazione di Piegaio, in località La Fabbrica 14, sempre gestito dalla società "Le Vie srl", con otto richiedenti asilo ospitati per i quali, ancora una volta, nessun consigliere sarebbe a conoscenza delle condizioni sanitarie in cui si trovano. 

Da qui l'ordinanza, scattata anche a seguito della comunicazione, da parte dell'Azienda U.S.L. Toscana Nord Ovest, del rischio di potenziale contagio da eventuali casi di malattie infettive che la condivisione di spazi ed oggetti e le carenze igienico sanitarie costituiscono. Considerando infatti che i soggetti ospitati provengono, e durante il loro viaggio hanno attraversato, luoghi caratterizzati da scarse condizioni igienico-sanitarie ed in cui sono presenti malattie non diffuse sul territorio italiano, l'amministrazione ha voluto vederci chiaro richiedendo con urgenza l'esecuzione di idonei accertamenti sanitari.

In particolare, l'ordinanza si basa su tre richieste essenziali: da una parte, quella di avviare urgentemente a una struttura sanitaria pubblica i rifugiati ospiti nelle due strutture per gli accertamenti del caso; dall'altra di mettere immediatamente in atto tutte le precauzioni necessarie ad evitare ogni rischio di possibile contagio per la popolazione, ivi compreso, l'obbligo per tutti gli ospiti della struttura di rimanere all'interno della stessa fino a che non viene accertata l'assenza di ogni rischio di contagio; infine, di produrre all'amministrazione, appena nella disponibilità, idonea documentazione sanitaria comprovante lo stato di salute dei soggetti.





Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

lamm

prenota_spazio


Altri articoli in Mediavalle


Prenota questo spazio


lunedì, 20 settembre 2021, 11:32

Ghivizzano, al via il nuovo anno scout

Domenica 19 settembre presso le ex-scuole medie di Ghivizzano si è tenuto l’apertura del nuovo anno scout con più di 170 persone tra bambini e bambine, ragazzi, ragazze e adulti


venerdì, 17 settembre 2021, 14:12

Stadio di Ghivizzano, la storia infinita

Il sindaco di Coreglia Antelminelli, Marco Remaschi, interviene per chiarire alcuni aspetti e fare piena luce sulla vicenda


Prenota questo spazio


venerdì, 17 settembre 2021, 13:28

Online il nuovo sito del Gal

Sarà online domani il nuovo sito del GAL MontagnAppennino che lancia la campagna di comunicazione “Comun_tà Serve una Idea”, un messaggio essenziale e diretto, corredato una grafica di impatto da cui prende avvio la fase di animazione che culminerà con l’apertura del Bando Progetti di ri-generazione delle Comunità prevista per...


venerdì, 17 settembre 2021, 10:07

Metalmeccanica, quasi raggiunta la produzione industriale pre-pandemia

I dati nazionali e locali dimostrano che la metalmeccanica ha avuto la forza e la resilienza per far fronte all'immane difficoltà derivante dalla pandemia


giovedì, 16 settembre 2021, 16:23

Pescaglia: iniziati i lavori di ripristino della frana di Fornastro

Sono partiti i lavori per il ripristino della frana a Piazzanello nella località Fornastro. L'intervento avrà un costo di 40.000 euro di cui 32.000 finanziati dalla Regione Toscana


mercoledì, 15 settembre 2021, 19:37

Mab Unesco Appennino tosco-emiliano raddoppia: ecco il nuovo perimetro

Un colpo secco battuto sul tavolo ad Abuja (Nigeria) alle 16.50 del 15 settembre ha siglato la decisione affermativa del programma Mab Unesco per l'allargamento della Riserva di Biosfera dell'Appennino tosco emiliano proposta dal Ministero italiano


Ricerca nel sito


Tenuta Maria Teresa


bidiba


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio