Anno 3°

martedì, 18 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Mediavalle : coreglia antelminelli

Giornale di Coreglia, game over

mercoledì, 13 giugno 2018, 00:04

di andrea cosimini

Un consiglio comunale ricco e, come previsto, molto sentito e partecipato. A tenere banco, soprattutto, la delicata questione legata al futuro del Giornale di Coreglia dopo l’abrogazione del regolamento del notiziario comunale da parte dell’amministrazione (punto inserito all'ultimo momento nell'ordine del giorno) interpretata, a tutti gli effetti, come l’ultimo atto del trimestrale locale.

“Uno strumento non più in linea con i mezzi di divulgazione di massa – ha spiegato il sindaco Valerio Amadei -. Per questo abbiamo deciso di destinare le risorse, anche provenienti da sponsor, ad altre iniziative relative alle finalità programmatiche dell’ente. L’abrogazione del regolamento va nell’ottica di offrire un servizio più celere e immediato di informazione ai cittadini”.

Una giustificazione che non ha convinto però l’opposizione. Per il capogruppo di “Movimento per Coreglia”, Pietro Frati, il passaggio della comunicazione delle notizie dal mezzo cartaceo a quello online non faciliterebbe infatti la consultazione della popolazione coreglina. “Non sono d’accordo – ha affermato il consigliere - che passando all’online si raggiunga più facilmente i cittadini. Forse si diminuiscono i costi. Ma, come il sindaco ben sa, la popolazione di Coreglia non è eccessivamente giovane”.

Frati ha anche chiesto al primo cittadino, Valerio Amadei, se le richieste di preventivi a ditte esterne per l’affidamento del giornalino cartaceo, quando allora ci fu la sospensione, siano poi andate avanti ed abbiano trovato risposte concrete. La risposta del sindaco però è stata lapidaria: “No, nessun preventivo ci è pervenuto”.

A questo punto è arrivato a gamba tesa il consigliere di opposizione Piero Taccini, capogruppo di “Un futuro per Coreglia”: “Ritengo questa una questione grave – ha incalzato -. Dopo 15 anni dalla nascita del trimestrale, nato nel 2003, oggi celebriamo la sua morte. Svanisce così nel nulla l’impegno riconosciuto del direttore responsabile, Giorgio Franco Daniele, e di tutti i componenti della redazione. Sul futuro del giornale avevo però avuto un chiaro sentore quando la Fondazione Cassa di Risparmio ha deliberato solo due mila euro come contributo al giornalino (a fronte degli otto solitamente elargiti per la sua pubblicazione). Il sindaco sapeva che così avrebbe seppellito il giornale di Coreglia”.

Pronta la risposta del sindaco che, nel correggere il consigliere sull’ente erogatore del contributo, ha ribadito le motivazioni alla base della scelta di abrogare il regolamento del giornalino. “Intanto – ha spiegato – la Fondazione che ha erogato il contributo è la Fondazione Banca del Monte di Lucca. Poi ribadisco che l’abrogazione del regolamento è stata una scelta dell’amministrazione che, quindi, può essere condivisibile o meno”.

Su questo anche il capogruppo della maggioranza Stefano Reali ha voluto fare un appunto: “Non decidiamo noi come le Fondazioni spendono i loro soldi. Anzi. Ringraziamo quelle “sante” Fondazioni che, negli anni, hanno dato centinaia di euro al comune di Coreglia”.

Rimaste invece senza risposta le due domande avanzate da Taccini sull’eventuale passaggio online del notiziario coreglino: “Siamo sicuri che la rete internet sia presente in tutte le frazioni montane del comune? E da chi sarà gestito poi questo servizio più “celere e immediato”?

Durante il consiglio, però, non si è parlato solo della questione legata al trimestrale. La seduta si è infatti aperta con l’approvazione del bilancio. Ad illustrare il rendiconto di gestione 2017 è stato il neo assessore Ivo Carrari, subentrato alla carica al sindaco Valerio Amadei (il quale aveva a sua volta ereditato la delega dall’ex assessore Massimo Bigiarini, improvvisamente dimessosi dalla carica, tra luci e ombre), che ha ribadito il percorso di risanamento delle casse comunali a fronte comunque di investimenti milionari.

“Abbiamo puntato molto sul recupero dell’evasione fiscale – ha specificato Carrari - ricorrendo anche alla riscossione coattiva. Alla fine, tra tutte le azioni intraprese, siamo riusciti a recuperare un ulteriore 10 per cento sul disavanzo”. La consigliera di minoranza Donatella Poggi, del gruppo “Movimento per Coreglia”, ha fatto però notare come, il seppur valido risultato raggiunto dall’amministrazione, abbia in realtà inciso poco sul debito totale del comune che, nonostante la positiva inversione del trend, rimane comunque elevato. Non d’accordo l’assessore Carrari che ha risposto: “Non mi sembra un recupero da poco. In tre anni abbiamo recuperato circa 200 mila euro l’anno”.

Sulla questione del bilancio è intervenuto anche il consigliere di minoranza Piero Taccini, capogruppo di “Un futuro per Coreglia”, che è tornato a puntare il dito contro i presunti debiti fuori bilancio che, a suo avviso, restano ancora tutti da quantificare, nonostante l’assessore Carrari abbia ribadito come l’amministrazione stia, al momento, ai dati ufficiali forniti dai responsabili tecnici.

Taccini ha anche chiesto un maggior coinvolgimento della minoranza nella discussione, richiesta sottoscritta dalla collega Poggi, la quale ha oltretutto sottolineato come la contrarietà inevitabile della minoranza al bilancio sia dovuta anche al fatto che tale documento risulti, a tutti gli effetti, un documento di indirizzo politico. Non d’accordo, ancora una volta, l’assessore Carrari che ha ritenuto il rendiconto di gestione un atto “tecnico”.

La discussione è scivolata quindi rapidamente sulla questione dello stadio di Ghivizzano. Il consigliere Emilio Volpi, che da più vicino ha seguito la vicenda, ha infatti chiesto al consiglio l’approvazione della delibera, già approvata in giunta, di un ulteriore finanziamento di circa 37 mila euro per spese sopraggiunte sulla struttura.

Su questo la minoranza è stata chiara. Il capogruppo di “Movimento per Coreglia”, Pietro Frati, ha ribadito di non essere stato mai contrario alla realizzazione di uno stadio, ma sicuramente alle sue dimensioni. “Mai stato contrario a realizzare uno stadio a Ghivizzano – ha ribadito -, mi dà fastidio però che i conti vengano fatti senza l’oste. Ancora una volta, infatti, c’è da impegnare nuovi soldi. La domanda, a questo punto, è: quando finiranno le spese? Continuo a pensare che se si fosse fatta una struttura più modesta a quest’ora sarebbe già terminata e la squadra del paese, forse, avrebbe potuto già giocare”.

Ben più polemico il consigliere Taccini che, contro la realizzazione dello stadio, ha portato avanti, in questi anni, una vera e propria crociata: “Avevo purtroppo indovinato – ha attaccato -. Gli 1 milione e 800 mila euro finanziati inizialmente per quest’opera non bastavano. E infatti ora ne servono altri 37 mila. Una montagna di soldi spesi poi per poche persone”.

Alle critiche ha provato timidamente a rispondere il consigliere di maggioranza Volpi: “Non è un’opera semplice, ma complessa. All’inizio i finanziamenti erano solo per la realizzazione dell’impianto. Queste spese spero, e credo, che siano le ultime. Una volta finito l’impianto, comunque, per il comune di Coreglia, vedrete, sarà un vanto”.

La seduta si è conclusa con le numerose interrogazioni del consigliere Taccini, accumulate nel tempo data la scarsa frequenza di convocazione dei consigli comunali a Coreglia, come fatto notare sia dal consigliere di opposizione, durante il consiglio, che dalla consigliera comunale Donatella Poggi, a mezzo stampa, nei giorni scorsi.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


tuttonatura2016


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Mediavalle


Prenota questo spazio


martedì, 18 giugno 2019, 14:34

Finisce in un dirupo con l’auto dopo un volo di 10 metri

Un uomo di circa 60 anni, nei pressi della curva del Campaccio, nel comune di Pescaglia, è finito stamattina con l'auto in un dirupo facendo un volo di circa 10 metri 


lunedì, 17 giugno 2019, 16:51

Muore operaio a Vitiana: comunità in lutto

Nella tarda mattinata di sabato la piccola comunità di Vitiana, nel comune di Coreglia, è rimasta costernata per l'improvvisa scomparsa di Antonio Baldassari, operaio di 51 anni, residente in Località ai Campi 1, insieme alla compagna Elisa e ai loro tre piccoli figli, ma originario di Bagni di Lucca


Prenota questo spazio


sabato, 15 giugno 2019, 13:37

Al via il secondo mandato di Andrea Bonfanti: nominata la giunta

Con il primo consiglio comunale di questa mattina e la nomina della nuova giunta, ha preso il via ufficialmente il secondo mandato del sindaco Andrea Bonfanti. La giunta sarà composta da quattro assessori, di cui uno esterno, affiancati da quattro consiglieri con deleghe


sabato, 15 giugno 2019, 08:50

Consorzio irriguo, il programma 2019

Il C.d.A. del consorzio vuole portare a conoscenza della popolazione una lettera informativa ed un programma irriguo per il 2019 con il quale tutti i residenti e proprietari dei terreni interni al perimetro consortile si dovranno confrontare


giovedì, 13 giugno 2019, 12:01

Sabato giuramento del sindaco Bonfanti in consiglio comunale

La seconda amministrazione comunale guidata da Andrea Bonfanti, rieletto alle elezioni amministrative dello scorso 26 maggio, sta per entrare a pieno regime. Sabato 15 giugno alle ore 11 si riunirà il primo consiglio comunale di Pescaglia, in cui sono previsti il giuramento del sindaco e l'esame delle condizioni di eleggibilità...


giovedì, 13 giugno 2019, 08:48

Concerto benefico per dotare di un defibrillatore il Museo del Castagno

Un concerto dal titolo “La musica dà la scossa” organizzato dalla Delegazione Toscana del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio, in collaborazione con il Museo del Castagno. L'evento si svolgerà grazie a famosi artisti che si sono messi a disposizione, offrendo il proprio talento per un fine nobile


Ricerca nel sito


Tenuta Maria Teresa


ennebicomputers


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio