Anno 3°

lunedì, 21 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Mediavalle : ghivizzano

Stadio Remaschi, la storia infinita

mercoledì, 9 gennaio 2019, 08:42

Il consigliere di minoranza del comune di Coreglia, Piero Taccini, interviene dopo le ben cinque richieste di proroga dei lavori allo stadio di Ghivizzano che avrebbero dovuto concludersi il 31 dicembre. 

"Doveva terminare il 31 marzo 2017 ed a gennaio 2019 non è ancora terminato - esordisce il consigliere -. Questa è la lunga storia del campo sportivo di Ghivizzano che, per raccontarla proprio tutta bisognerebbe scrivere un libro. L’unica cosa certa è che, dopo aver concesso cinque proroghe, la Regione Toscana ha detto basta fissando la data del 31 dicembre 2018 quale termine dei lavori. A quella data i lavori erano finiti? No, i lavori previsti dal progetto e, soprattutto dal contratto con le ditte che facevano parte dell’ATI (Associazione Temporanea d’Imprese), non erano stati completati".

"Di lavori per il completamento dell’opera - spiega Taccini - ne mancano ancora e quello principale è la copertura delle tribune. Questa mancanza non è cosa da poco infatti è stata la causa di infiltrazioni d’acqua nella struttura causando danneggiamenti alle pareti e soffitti. Il problema è stato momentaneamente “rattoppato” dalle ditte coprendo le tribune con un materiale impermeabile ma non sufficientemente idoneo, come dichiarato dallo stesso direttore dei lavori. Fra non molto dovrà esserci il sopralluogo dei responsabili regionali per accertare il lavoro svolto e gli stessi dovranno constatare se la struttura vale il contributo regionale di 1 milione e 200 mila euro assegnato al comune di Coreglia Antelminelli. I responsabili regionali, che dovranno effettuare predette verifiche, sono in possesso della documentazione relativa alla situazione della struttura e ai danni da questa subiti a causa della mancata copertura delle tribune, che, certamente, non gli è stata fatta avere dagli uffici comunali".

"A causa del non rispetto integrale del contratto - incalza il consigliere -, l’ATI ha dato inizio ad una controversia contestando al comune una serie di danni subiti a causa del non completamento dell’opera. E qui si inizia a far capire ai cittadini quanto potrebbe venire a costare complessivamente il campo sportivo di Ghivizzano. Costo complessivo del progetto, 1 milione e 798 mila 887 euro; spesa per variante in corso d’opera, euro 37 mila 600 euro; impegno di spesa per spese legali causati dal contenzioso con l’ATI, 5 mila euro (come inizio); danni richiesti dall’ATI per mancato termine dei lavori come da contratto, 1.253.828,50 euro. Se non finirà tutto a tarallucci e vino, come verificatosi con la ditta I.TEC. di Padova, prima assegnataria dei lavori, e subito dopo licenziata, il costo totale, provvisorio, sarà di 3.095.315,50 euro. Come costi ci stiamo avvicinando allo stadio di San Siro. Se dovesse finire proprio così, cosa assai improbabile, soprattutto per l’esosa richiesta danni dell’ATI, il comune di Coreglia andrebbe incontro ad un fuori bilancio di 1.258.828,50 euro. Non mi meraviglierei di vedere tutti i consiglieri di maggioranza, in consiglio comunale, alzare la mano per l’approvazione del debito. Per questa situazione il comune si troverebbe di fronte ad un grosso danno erariale e, come tale, dovrà, eventualmente, essere corrisposto da chi ha commesso errori tali al punto di generare questo debito, e di errori per questo progetto ne sono stati commessi anche troppi, in primis lo stesso progetto che, se proprio era necessario per il comune, poteva essere fatto con meno della metà dei soldi; vedasi campo sportivo di Valdottavo. E’ finita l’era di “paga pantalone”. I cittadini hanno già pagato anche troppo per questa opera voluta da pochi pertanto “chi sbaglia paga”.

"Altra nota dolente - aggiunge il consigliere di minoranza - sarà quella della gestione dell’impianto sportivo. Già è stata richiesta la gestione provvisoria del campo dalla società Ghiviborgo facendo appello alla vecchia convenzione in essere quando c’era ancora il vecchio campo. Al sindaco Amadei, ogni volta che sente il nome del Ghiviborgo, brillano gli occhi e così aveva dato ordine agli uffici di accelerare la pratica al fine di consentire, a quella squadra, di andare ad allenarsi in quel campo. Cosa buona ma non tanto giusta perché il Sindaco non aveva tenuto presente, o non aveva voluto tenere presente, che nel nuovo codice degli appalti il “tacito rinnovo” nella P.A. non esiste più e, di conseguenza, la vecchia convenzione con la squadra del Ghiviborgo era decaduta. Pertanto, il primo cittadino, deve tenere sempre presente che ci sono dei regolamenti ai quali nemmeno lui può sottrarsi ed è giusto che questi vengano rispettati e fatti rispettare".

"Come sempre - conclude Taccini - continuerò a tenere informati i contribuenti del comune di Coreglia Antelminelli su eventuali novità che interverranno su questa vicenda".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


tuttonatura2016


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Mediavalle


Prenota questo spazio


sabato, 19 gennaio 2019, 12:04

Buoni servizio per la prima infanzia, coperte tutte le domande presentate delle famiglie

Rette per la frequentazione dei nidi d'infanzia abbattute dal 50 al 62,5% grazie ai buoni servizio erogati dal comune di Pescaglia. L'amministrazione Bonfanti, tramite i fondi della Regione Toscana, per l'anno educativo in corso è infatti stata in grado di soddisfare tutte le domande presentate dalle famiglie


venerdì, 18 gennaio 2019, 14:07

Palazzo Nuti, Lega interroga la giunta regionale

Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega, interviene in merito al finanziamento ricevuto dal comune di Coreglia, da parte della regione, per il recupero di Palazzo Nuti e la sua successiva trasformazione in asilo nido


Prenota questo spazio


venerdì, 18 gennaio 2019, 13:20

Sicurezza stradale, provincia valuta autovelox fissi in punti strategici

Per quanto riguarda le postazioni fisse di autovelox, ricordiamo che nel dicembre del 2017 il consiglio provinciale di Lucca approvò all'unanimità una mozione presentata dal consigliere del Pd Stefano Reali che chiedeva, appunto, posizioni di rilevamento sulla strada provinciale n.


mercoledì, 16 gennaio 2019, 10:23

Ritrovato senza vita l'uomo disperso sul monte Piglione

E' stato ritrovato sul versante camaiorese da un gruppo di familiari e amici, purtroppo senza vita, Piergiacomo Arcara, 78 anni, originario di Pescia, disperso sul Monte Piglione, nel comune di Pescaglia, sulle Apuane meridionali. Le cause del decesso sono in corso di accertamento da parte delle autorità competenti


mercoledì, 16 gennaio 2019, 09:46

Frati: "Su raccolta dei rifiuti c'è bisogno di serietà da parte dell'amministrazione"

Pietro Frati, capogruppo consiliare di “Movimento per Coreglia”, consigliere provinciale e membro del direttivo provinciale di ‘Fratelli d'Italia”, interviene a gamba tesa dopo il rinvio dell'affidamento per la raccolta dei rifiuti nel comune coreglino


mercoledì, 16 gennaio 2019, 08:40

Taccini: “Asilo nido cercasi”

Il consigliere di minoranza del gruppo "Un futuro per Coreglia", Piero Taccini, interviene in merito alla vicenda relativa alla mancata attivazione di un asilo nido nel comune di Coreglia Antelminelli


Ricerca nel sito


Tenuta Maria Teresa


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio