Anno 3°

martedì, 23 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Mediavalle

Taccini: “Coreglia sulla strada del dissesto”

sabato, 6 aprile 2019, 08:52

Il consigliere di minoranza del comune di Coreglia Antelminelli, Piero Taccini, interviene in merito al recupero di Palazzo Nuti per la creazione del nido d’infanzia dopo il decreto della Regione Toscana di procedere a revocare l’importo di circa 600 mila euro assegnato per l’intervento.

“Questo – esordisce - risulta scritto nel decreto della Regione Toscana nr. 4561 del 21.06.2016 ed adottato in data 4 marzo 2019: “DECRETA di procedere a revocare l’importo complessivo di euro 599.689,42, assegnato con D.D. nr. 284/2009 al Comune di Coreglia Antelminelli per l’intervento -Recupero Palazzo Nuti per la creazione nido d’infanzia-”. Ed ora, questa solerte amministrazione che tanto da fare si dà per acquisire fondi a destra ed a manca, per realizzare anche l’inutile (vedasi tre scuole primarie nel territorio comunale, un mini San Siro in riva ad un fiume ed un giornale on-line con mancanza di linea dati su buona parte del territorio), si trova costretta a recepire circa 600 mila euro da restituire alla Regione Toscana entro sessanta giorni”.

“Nobile decisione quella di costruire un asilo nido in un luogo dove, nel 2007, non esisteva un tale servizio nel raggio di decine di chilometri – attacca Taccini -. Pensare che il comune di Coreglia arrivò primo su 68 comuni e comunità montane partecipanti al bando Cipe 3/2006. Solo 25 ebbero un punteggio idoneo per l’acquisizione del finanziamento. Grave errore delle precedenti amministrazioni coregline, ma con gravi colpe anche di quest’ultima, è stato quello di non fare bene i conti sui bambini che avrebbero dovuto usufruire del servizio. Nel 2012, ad opera ultimata, il comune aveva cinque anni di tempo per mettere in funzione l’asilo nido ma, lo stesso, non è mai stato attivato. Rendendosi conto dell’errore fatto sono rimasti in silenzio aspettando, forse, che la Regione si dimenticasse del contributo concesso. Così non è andata e “tutti i nodi vengano al pettine”.

“Io – spiega - sono convinto che per risolvere questa incresciosa situazione ci siano solo due soluzioni: la prima è quella di trovare un benefattore che si innamori del Palazzo Nuti e che lo acquisti alla modica cifra di 750 mila euro (totale della spesa sostenuta). La seconda, che dovrebbe essere la più probabile e che sarà sicuramente vagliata dalla Corte dei Conti, quella di dividersi la cifra di 750 mila euro fra tutti coloro che hanno sbagliato e pagare, così, i debiti che hanno contratto”.

“Ed i guai per questa amministrazione non sono finiti – aggiunge il consigliere -. Ricordo che ancora sono in ballo 21.047,98 pagate alla Gaia per bollette che non avrebbe dovuto pagare il comune. Ci sono indagini delegate dalla Corte dei Conti alla guardia di finanza di Lucca relative alla costruzione della scuola di Coreglia capoluogo. Risultano richieste di pagamento da parte di legali di alcune ditte alle quali sono stati ordinati lavori che, una volta eseguiti, non sono stati pagati. Fra queste vi è la ditta Tiziano Pandolfo la quale imputa al sindaco l’ordine di specifici lavori; cosa che, risultasse vera, sarebbe veramente grave perché non è assolutamente compito di un sindaco interessarsi di commissionare lavori pubblici ad una ditta specifica senza mettere in atto le procedure previste che sono quelle di dare mandato agli uffici preposti per fare ciò, seguendo uno specifico iter per l’assegnazione di tutti i lavori che devono essere fatti nel territorio comunale. Comunque questa è esclusivamente una questione personale fra il sindaco e la ditta; al momento nessuna cifra è stata spesa dal comune. La stessa situazione dell’asilo nido potrebbe ravvisarsi anche nel “Centro di aggregazione sociale”, ubicato nello stesso Palazzo Nuti, per il quale sono stati spesi 140 mila euro ed anche in quei locali, la maggior parte lasciati allo stato grezzo, non è stato attivato il servizio per il quale è stato ottenuto il contributo”.

“Per ultimo – incalza -, ma non per questo meno importante, voglio ricordare all’attuale amministrazione che c’è in essere anche un contenzioso fra il comune e le ditte che hanno costruito il campo sportivo di Ghivizzano, le quali hanno richiesto danni per oltre un milione di euro. Il sindaco di questo ormai dissestato comune, nel maggio dello scorso anno, mi accusò pubblicamente di gettare discredito sull’intera collettività coreglina. Ebbene, io continuo ad informare i cittadini su come questa amministrazione, ed anche la precedente, ha sperperato i loro soldi e poi saranno gli stessi cittadini a farsi una loro idea su chi, effettivamente, getta discredito. La cosa peggiore è quella di avere un “sindaco della porta accanto” che evita ogni incontro con la popolazione richiesto direttamente dalla stessa che, è sempre bene ricordare, gli ha dato fiducia per ben due mandati. Anche chi scrive, avvalendosi del suo ruolo di consigliere di minoranza, ha fatto, ufficialmente, per ben tre volte la stessa richiesta di incontro pubblico ma mai è stata presa in considerazione. Questo vuol dire solo una cosa: avere paura di ammettere le proprie responsabilità, cosa che un primo cittadino non si dovrebbe mai permettere di fare, soprattutto quello “della porta accanto”.

“Ancora circa un anno di pazienza, cari cittadini di Coreglia, e poi questi signori che hanno mal amministrato i vostri soldi, se ne andranno a casa smettendo di fare danni – conclude Taccini -. Il mio augurio è che in questo anno se ne stiano immobili, senza fare assolutamente niente perché, come si muovono, peggiorerebbero solo la situazione già abbastanza mal messa. Ultima considerazione è sperare che gli organi competenti, una volta accertati i danni, obblighino i pessimi amministratori a mettere mano ai loro portafogli per risanare le casse del comune”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota_spazio


tuttonatura2016


prenota_spazio


prenota_spazio


Altri articoli in Mediavalle


Prenota questo spazio


sabato, 20 aprile 2019, 18:25

Proverbi a scuola con la pro loco a Ghivizzano

La pro loco del comune di Coreglia Antelminelli ha deciso di intraprendere nelle scuole comunali un percorso sulle “Tradizioni, dialetti e proverbi del nostro territorio”


giovedì, 18 aprile 2019, 14:34

Educazione alla legalità, studenti contro il bullismo

La scuola primaria di Coreglia ha partecipato al concorso "Legalmente Insieme" sulla tematica del bullismo inserito in un ampio progetto di educazione alla legalità portato avanti dai carabinieri di Castelnuovo Garfagnana


Prenota questo spazio


mercoledì, 17 aprile 2019, 13:34

Pietro Tosi è il candidato sindaco del centrodestra a Pescaglia

Il centrodestra ha ufficializzato la candidatura del geometra Pietro Tosi, stimato professionista originario di Lucca, ma residente nel comune di Pescaglia da diversi anni. Tosi guiderà la lista civica, “Prima Pescaglia”


mercoledì, 17 aprile 2019, 12:23

Sparò dopo una lite a padre e figlio: Marco Zappelli finisce in carcere

Zappelli, cacciatore di Ghivizzano, era stato accusato di aver sparato, nella tarda mattinata del 7 novembre 2015, a Gianfranco Barsi, operaio presso la cartiera Tronchetti, e al figlio Riccardo, dopo una lite per il passaggio sulla sua proprietà a Vitiana


martedì, 16 aprile 2019, 16:07

Tenta di rubare in un'abitazione, preso giovane ladro

Un 19enne di Barga di origine straniera, disoccupato e censurato, è stato arrestato dopo essersi introdotto all’interno di un’abitazione di un uomo di Piano di Coreglia ed aver rubato una telecamera digitale, un orologio da uomo in acciaio e una fede nuziale in oro giallo


martedì, 16 aprile 2019, 14:51

Torna il centro estivo per ragazzi della Mediavalle

Venerdì 3 maggio verrà pubblicato sul sito dell’Unione dei Comuni Media Valle del Serchio (www.ucmediavalle.it) il bando per l’ammissione al centro estivo Estate Ragazzi 2019


Ricerca nel sito


Tenuta Maria Teresa


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio