Anno 3°

sabato, 6 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Mediavalle : coreglia antelminelli

A Lucignana una libreria tra Appennino e Alpi Apuane

venerdì, 6 dicembre 2019, 18:08

di daniele venturini

"Libreria Sopra la Penna" riprende anche il gioco che sta facendo il giro del mondo. Blind date with a book ovvero "Appuntamento al buio con un libro": fiction e non fiction scelta dalla libreria, impacchettata con sopra poche indicazioni sul tipo di libro nascosto. L’acquisto è a sorpresa. La lettura anche. Una libreria di pezzi unici.

Oltre a fondare il Comitato per Lucignana, nato per promuovere la valorizzazione culturale del paese e cercare un distributore di libri, la scrittrice e potessa Alba Donati, originaria proprio della piccola frazione coreglina, si è messa a cercare cose in tutto il mondo, uniche, intorno ai libri: e così qui troverete libri di narrativa, poesia, libri per bambini, ma anche il tè di Jane Austen e di Charlotte Bronte, le tazze di Alice ma anche di Borges, il tè di Joyce a base di rabarbaro e ciliege e quello di Fitzgerald con papaya e ibisco. E le collane fatte a mano con le parole di Sylvia Plath o di Rilke, di Bukowski, collane e braccialetti con i fiori ispirati a Emily Dickinson, mazzi di rose con i petali di "Orgoglio e pregiudizio". E molto altro. I ‘libri muti’, per esempio, raffinati quaderni fatti con carta artigianale, con copertine che riproducono i grandi classici. Sono al MoMA a New York e, da oggi, sono anche qui, alla Libreria Sopra la Penna.

Poi c’è la violinista Anna Orvieto di “Musica nuova in cucina”, che ha fatto le marmellate letterarie: quella di mele renette e scorza di limoni di Virginia Woolf, quella di bergamotto di Calabria e olii essenziali di rosa di Gabriele D’Annunzio e anche quella ispirata a Costantinopoli di Paolo Rumiz, a base di mele cotogne e vaniglia. Alba Donati sarà nel suo ‘giardino d’inverno’ a consigliare, a suggerire percorsi di lettura per grandi e piccini. 

Alba è molto ospitale, sorridente, raggiante, anche se questa mattina il tempo è brutto. Piove. Ci accoglie nella piccola libreria e, con cortesia, risponde alle nostre domande.

Alba, come nasce l'idea di questa libreria?

"Questo progetto nasce da alcune idee che mi sono venute di notte… (sorride soddisfatta, ndr) A volte non dormo, mi è ritornato in mente il crowdfunding (raccolta di fondi dal basso, ndr), di cui avevo sentito parlare, ma non sapevo cosa fosse. Ho pensato: perché non chiedo i soldi per fare una libreria a Lucignana? Il giorno successivo ho fatto la richiesta su internet. Poco dopo aver formulato la richiesta, ho incominciato a ricevere i soldi". Alba continua a parlare a ruota libera, è soddisfatta, felice: "Questo luogo dove ho fatto la libreria era l'orto di mia madre, dove seminava gli ortaggi. Averlo trasformato in un luogo di cultura, dove tutti, grandi e bambini, possono venire per acquistare libri e partecipare ad eventi, mi riempie di gioia".

Il crowdfunding è stato importante per raggiungere questo obiettivo?

"Ovviamente sì, avevo chiesto 7 mila 500 euro e ne ho raccolti più di 10 mila. Con i soldi raccolti in più ho potuto ampliare il progetto. Ho potuto coronare l'idea della casetta inglese in legno, allargando anche gli spazi. In questo è stata fondamentale l'architetto Valeria Iolele. Devo ringraziare tutte le persone del paese che, in forma gratuita, mi hanno aiutato a realizzare il progetto".

Quindi tutti i tuoi amici di Lucignana sono stati fondamentali per la riuscita del progetto?

"Le mie amiche sono state meravigliose. Sono incredula del risultato ottenuto. Siamo state chiuse qui dentro a lavorare tutte insieme fino a mezzanotte per giorni. Andavo a letto stanca morta... Mi hanno aiutato nei minimi particolari. Una cosa bellissima".

Che significato ha per te e per il paese aver aperto questa librería?

"Per Lucignana è molto importante, anche per la zona. Coreglia è un comune povero storicamente. Vi è stata una grande emigrazione, si è poco investito nel territorio. La mia libreria è un piccolo inizio, spero che in futuro si possa riportare nei piccoli paesi delle attività culturali. Pensate che in zona vi è la Buca delle Fate con le stallatiti; mentre si costruiva la strada che passa fuori dal paese è stato rinvenuto lo scheletro di un orso. Tutte queste cose non sono state valorizzate. Abbiamo anche un Eremo risalente all'anno mille. Capite che vi è bisogno di cultura. Per me aver aperto questa libreria mi rende felice. Rispetto a tutte le cose che faccio a Firenze inerenti alla mia attività, che mi danno molta soddisfazione, qui mi sento più me stessa... Mi sento più in sintonia con le persone. Una naturalezza che mi fa sentire in pace con me stessa".

Come è avvenuta la scelta dei libri?

"Ho pensato, visto che siamo in questo luogo tra le Alpi Apuane e gli Appennini, è giusto avere una sezione di libri sulla Garfagnana, le streghe, le leggende. Poi ovviamente vi sono i grandi scrittori russi, americani, francesi, inglesi... Tutti libri del cuore, che io ho avuto piacere a leggere e che mi piacerebbe che le persone possano aprirli per provare le stesse mie emozioni. Il leggere è molto importante, ti cambia la vita. Mi piacerebbe molto che i bambini del paese incominciassero a capire che c'è una libreria nel paese, in questo spazio possono venire a leggere e cambiare anche l'idea del gioco... Non c'è solo il campetto del pallone, ma c'è anche un luogo di cultura, dove si imparano molte cose".

Dopo l'intervista salutiamo Alba e le sue amiche, con la promessa di incontrarci nuovamente in questo bellissimo spazio dedicato alla cultura.

Appuntamenti:

Favole a Natale con Elisabetta Salvatori. Sarà il primo appuntamento della Libreria. Il 23 dicembre alle 16.30 l’attrice versiliese Elisabetta Salvatori racconterà una serie di favole per avvicinarsi al Natale, a un pubblico di bambini. Necessario prenotarsi dato che lo spazio, in inverno, non contiene più di dieci persone.

Alba Donati è nata a Lucca e vive tra Firenze e Lucignana. Scrittrice, poetessa, consulente editoriale e curatrice di eventi e festival, è stata nominata nel febbraio 2016 presidente del Gabinetto Vieusseux. Ha pubblicato i libri di poesia: La Repubblica contadina (City Lights, 1997, Premio Mondello Opera Prima e Premio Sibilla Aleramo) Non in mio nome (Marietti, 2004, Premio Diego Valeri, Premio Carducci, Premio Pasolini, Premio Cassola) Idillio con cagnolino (Fazi, 2013, Premio Lerici-Pea, Premio Dessì, Premio Ceppo). Nel 2018 è uscita la raccolta Tu paesaggio dell’infanzia (La nave di Teseo, Premio Gradiva della State University of New York at Stony Brook. Ha tradotto con Fausta Garavini le poesie di Michel Houellebecq Configurazioni dell’ultima riva(Bompiani, 2015). Come consulente per la comunicazione ha collaborato con Mondadori, Le Lettere, Bompiani e attualmente con La Nave di Teseo, la cui avventura editoriale ha seguito fin dagli esordi. Ha ideato, diretto e curato personalmente numerosi convegni e festival letterari tra i quali il Festival degli Scrittori. Nel 2017 fonda, con Pierpaolo Orlando, Fenysia la prima Scuola di Linguaggi della cultura e cura La Bella estate, rassegna di libri e autori a Castelnuovo Garfagnana.

Valeria Ioele vive e lavora a Firenze da più di vent’anni, dove ha un suo studio professionale di architettura. Si è occupata di ristrutturazioni sia di edifici monumentali che di interni di case e uffici. Affascinata dall’incredibile potere di trasformazione degli spazi, crea - attraverso la scelta dei materiali, l’uso dei colori, le varie soluzioni decorative e il disegno degli arredi - luoghi accoglienti, funzionali e luminosi. La sua sfida è trovare la giusta sintesi fra una nuova necessità’ distributiva e funzionale e l’oggetto architettonico, con le sue caratteristiche storiche e tipologiche. L’obiettivo è’ ottenere luoghi unici tagliati “su misura” del committente, sia pubblico che privato, il cui ascolto è comunque una fase determinante della progettazione. Il suo stile si manifesta nella creazione di spazi sempre diversi, con delicate soluzioni stilistiche ben riconoscibili, dove il genius loci diventa guida e assoluta priorità’.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

tuttonatura2016

prenota_spazio

prenota_spazio


Altri articoli in Mediavalle


Prenota questo spazio


sabato, 6 giugno 2020, 18:26

Remaschi: "Polemiche strumentali contro la Kedrion"

Lo dice l’assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi, impegnato su più fronti per ottenere risorse e finanziamenti importanti per il territorio regionale e lucchese


sabato, 6 giugno 2020, 16:29

Trionfo per le farine di castagna della Lucchesia al concorso regionale

Si è svolta la finale del concorso sulle farine di castagna della Regione Toscana organizzato da TVLibera Pistoia, con il “trionfo” dei prodotti della Lucchesia (tre nei primi quattro classificati), presentanti da aziende facenti parte dell’Associazione Castanicoltori della Lucchesia


Prenota questo spazio


venerdì, 5 giugno 2020, 18:11

Centri estivi pronti per ripartire

A seguito del DPCM del 17.05.2020 e dell’ordinanza regionale del presidente della giunta regionale n.61 del 30 maggio che regolamentano le attività ludico/ricreative ed educative (centri estivi) il comune di Borgo a Mozzano e il comune di Bagni di Lucca comunicano che da oggi è possibile presentare i relativi progetti


giovedì, 4 giugno 2020, 19:32

Museo riapre, ma solo due domeniche al mese: Taccini critico

Nota critica del consigliere di minoranza, capogruppo di "Un futuro per Coreglia", Piero Taccini dopo la notizia della riapertura al pubblico del museo della figurina di gesso e dell'emigrazione


giovedì, 4 giugno 2020, 15:19

Il Museo della figurina di gesso e dell'emigrazione riapre al pubblico

Con il mese di giugno il Museo della figurina di gesso e dell’emigrazione “G. Lera” di Coreglia ritrova, anche se in maniera ridotta, il suo pubblico dopo la chiusura per l’emergenza sanitaria. La riapertura avverrà al momento con dei giorni stabiliti consigliando la prenotazione telefonica (ufficio cultura 0583/78152 o 347/0596357)...


mercoledì, 3 giugno 2020, 18:55

Extinction Rebellion: il movimento pro-ambiente sbarca in Valle del Serchio

Extinction Rebellion (abbreviato in XR) è un movimento internazionale nato nell’aprile del 2018 che ha avuto il suo esordio con la Ribellione di Londra del 17 novembre di quell’anno quando per dieci giorni diecimila persone hanno bloccato i cinque ponti principali della città


Ricerca nel sito


Tenuta Maria Teresa


ennebicomputers


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


prenota_spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio


Prenota questo spazio!


Prenota questo spazio